Abuso narcisistico: fasi, sintomi tipici e come guarire

abuso narcisistico
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Cos’è l’abuso narcisistico? Come riconoscerlo? Quali sono le sue fasi? È possibile una guarigione dalla sindrome da abuso narcisistico? Se cerchi le risposte a queste domande, continua a leggere.

La relazione con un narcisista può trasformarsi in un vero calvario. Essa può essere paragonata ad una trappola dalla quale è difficilissimo scappare, un continuo tranello fatto di manipolazioni ed aggressività più o meno diretta.

Nell’articolo che trovi di seguito analizzeremo in maniera dettagliata tutte le diverse manipolazioni tipiche dell’abuso narcisistico. In particolare, vedremo quelle che colpiscono la sfera psicologica della vittima.

Inoltre, analizzeremo anche il fenomeno della sindrome da abuso narcisistico ed i suoi effetti su coloro che ne soffrono. Infine, vedremo come uscire da questa situazione, mettendo in atto un cammino di guarigione.

Prima di proseguire con la lettura, ti consiglio però di fare questo breve test online. Le sue risposte ti permetteranno di capire se e quanto la persona con la quale sei in relazione è affetta da sindrome di narcisismo. Per iniziare puoi cliccare qui.

Scopri se lui è un narcisista

Abuso narcisistico: le 4 fasi

Il primo passo da fare al fine di comprendere appieno cosa significa cadere nella trappola di un narciso è quella di ricordare come funziona il suo tranello. Esso è suddiviso in 4 fasi.

La prima è quella del famigerato love bombing. Ovvero, quando la vittima è sommersa di attenzioni e regali ed il narcisista sembra l’uomo dei sogni. Questo modo di fare gli permette di abbattere tutti i limiti imposti e di bruciare le tappe tipiche di una relazione.

Da qui, si passa alla seconda fase. Adesso il narciso ha la piena fiducia della sua vittima ed un centimetro alla volta svela il suo vero volto. All’inizio la partner tenderà a giustificare il suo operato (del resto nessuno è prefetto e tutti hanno dei difetti), poi passo dopo passo si adatterà alla condotta meschina del narcisista.

La situazione continua a degenerare. La vittima non fa nessuna mossa per liberarsi. Questo accade perché essa, come tutte le prede del narcisista, è una persona sensibile ed a causa delle continue ingiurie subite, la sua autostima è stata minata in maniera importante.

Così inizia il vero dramma: il narcisista continua ad utilizzare le sue manipolazioni ed in alcuni casi anche la violenza contro la sua partner (almeno psicologica). Questo continua fino a quando non si stanca di lei. Infatti, nel momento in cui inizia a perdere interesse nei suoi confronti, tende ad abbandonarla, dando a lei la colpa di tutto.

Se è la donna stessa a voler chiudere la relazione, il narcisista farà di tutto per impedirlo, dato che vuole essere sempre lui a decidere le sorti della vita degli altri. Inoltre, dopo la fine della relazione (anche e soprattutto se è stato lui a lasciare) è molto probabile che decida di tornare dalla vittima, secondo uno schema che viene definito hoovering.

Leggi anche: “Love bombing narcisista: cos’è, quanto dura e come difendersi

La strategia per difendersi dall’uomo narcisista, sedurlo, riconquistarlo o liberarsi definitivamente da lui

Abuso narcisistico: esempi più comuni

Un partner narcisista può ricorrere anche alla violenza fisica. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, è sufficiente quella psicologica per annichilire la vittima. Inoltre, tale tipo di sopruso non lascia lividi sulla pelle e può essere mascherato senza troppe difficoltà.

Vediamo quali sono le tipologie più comuni di abuso messe in atto dal narcisista.

Gaslighting

Una delle forme di manipolazione narcisistica più sofisticate e terribili è il gashliting. Questa pratica consiste nel far credere alla vittima di essere malata di mente o di essere affetta da qualche disturbo percettivo.

I suoi effetti e la sua realizzazione sono stati analizzati con estrema cura già in un articolo dedicato, che ti consiglio di leggere: lo trovi qui.

abuso narcisista

Il tipico esempio di gaslighting si ha quando il narciso accusa la vittima di avere dei problemi di memoria (con la consapevolezza di mentire).

Spesso succede quando il narcisista è sotto accusa per un’azione commessa o una frase detta. Esso, per difendersi, inizierà a dire che la vittima ha solo immaginato il fatto in questione e che tutto è frutto dell’ossessione che lei prova nei suoi confronti.

Nella sua versione peggiore, tale macchinazione vede il narcisista “preoccupato”, quando parla con amici e parenti, per la salute mentale della sua compagna. Ovviamente, si tratta solo di una farsa per rendere le sue macchinazioni più credibili agli occhi di tutti.

Proiezione

Un altro tipo di violenza psicologica quando si parla di abuso narcisistico è la proiezione. Nello specifico altro non è che attribuire i propri tratti negativi ad un’altra persona. Come in una perversa versione del tipico “girare la frittata”, si tratta di un trucco semplice quanto efficace.

Questa mossa viene utilizzata quando il narciso annusa che sta per essere accusato di qualcosa. Quindi, gioca d’anticipo, accusando a sua volta la vittima.

Ovviamente, il suo biasimo si focalizzerà esattamente sulle sue stesse colpe, solo attribuendole all’altra persona. Inizierà ad accusare la partner di essere una bugiarda, una manipolatrice che non rispetta il prossimo e di essere aggressiva nei suoi confronti.

Con poche e semplici frasi mirate a destabilizzare l’equilibrio della vittima, il narciso avrà distolto del tutto l’attenzione dalla sua persona. Così facendo, alla fine lui ne esce pulito e la sua partner si sentirà in colpa…per delle cose che ha subito.

Infine, non sono poche le volte in cui accusato di qualcosa, il narciso risponde con la tipica frase: “tu pensi che io possa fare una cosa del genere, soltanto perché sei tu la prima persona pronta a comportarsi in questo modo”.

Intimidazione e ricatto

Passiamo adesso ad atti di violenza psicologica molto più diretti. Infatti, un narcisista non si farà alcuno scrupolo a ricattare emotivamente e, se la situazione lo richiedere, ad intimidire la sua vittima. A seconda dei casi, inizia a minacciare di distruggerle la vita, dire a tutti i suoi segreti più intimi, portarle via i figli, etc…

In altre situazioni, potrebbe partire con i ricatti morali. In questi casi accusa la partner di ferirlo e renderlo depresso. Allo stesso tempo, non ci penserà due volte a dichiarare che il solo averla incontrata gli ha rovinato la vita e stroncato la sua carriera lavorativa.

In tali circostanze, la vittima inizia a sentirsi in colpa ed il suo unico pensiero è quello di cercare di non peggiorare la situazione, continuando ad assecondare il suo aguzzino.

Controllo ed isolamento

Il narcisista padroneggia al meglio l’arte del controllare la vita delle sue vittime. Si arriva al punto in cui lui muove i fili e chi gli sta accanto si muove come una marionetta.

Gli basta solo una smorfia, una singola parola e la sua partner comprende che deve essere ancora più diligente per non incorrere nel suo disappunto. Tuttavia, il narciso troverà sempre qualcosa che lo disturberà. Ciò renderà la vita della sua vittima un vero inferno.

abuso narcisistico sintomi

Allo stesso tempo, mentre aumenta il proprio controllo sulla compagna, cercherà di tagliare uno alla volta tutti i contatti che ha con le altre persone. Nei peggiori casi, arriva ad allontanare da lei amici e familiari. Allo stesso modo, la convince a lasciare il lavoro, così da eliminare ogni possibilità di indipendenza economica.

Inoltre, il narcisista non rispetta in alcun modo la privacy della sua vittima: si sente libero di mettere le mani nelle sue cose o leggere messaggi ed ascoltare telefonate. Arrivati a questo punto, il narciso ha il controllo completo della vita dell’altra. Per contro, lei ne è completamente annichilita e terrorizzata, oltre che dipendente.

Dosaggio dei sentimenti

Un altro tipo di manipolazione narcisista molto comune è quello del dosaggio dei sentimenti. Di solito, tale tecnica non viene utilizzata solo per la partner, ma si estende anche ai figli e agli amici.

In pratica, il narciso non si lascerà mai andare a slanci di affetto, dimostrando un legame sentimentale reale. Al contrario, doserà le sue attenzioni ed i suoi gesti di cortesia, facendo in modo che il destinatario del suo amore debba fare sempre qualcosa per meritarselo.

Abuso narcisistico e sindrome da abuso narcisistico

Abbiamo visto quali possono essere le diverse manipolazioni alle quali un narcisista può ricorrere per assoggettare le sue vittime ed annichilirle. Adesso è tempo di analizzare la questione da un altro punto di vista. Ovvero, cosa succede ad una persona che subisce tale trattamento?

Per rispondere a questa domanda dobbiamo spostarci negli Stati Uniti, dove il fenomeno dell’abuso narcisistico è diventato oggetto di studio. Infatti, da qualche tempo è stato identificato un vero e proprio disturbo denominato “sindrome da abuso narcisistico“.

Si è scoperto che uno stretto contatto con una persona affetta da disturbo narcisistico di personalità, può causare alla lunga una serie di sintomi ben precisi:

  • Stato d’ansia perenne ed instabilità dell’umore;
  • Forte tendenza a provare rabbia;
  • Predisposizione a provare sensi di colpa e vergogna;
  • Difficoltà a socializzare e tendenza all’isolamento;
  • Sentimenti ed emozioni alterati, tendenti a sfociare in uno stato depressivo;
  • Rapporti con amici e familiari compromessi;
  • Carriera lavorativa fallita e difficoltà a reintrodursi nel mondo del lavoro.
sindrome da abuso narcisistico

Per essere precisi, bisogna dire che il rapporto tra l’abuso narcisistico ed i sintoni sopracitati non è ancora stato accertato al 100%. Tuttavia, sono già in atto diverse ricerche che hanno come scopo la creazione di una terapia atta ad aiutare coloro che sono stati vittime di abuso narcisistico (tanto le donne quanto gli uomini).

Abuso narcisistico: guarigione

Giunti alla fine di questo lungo articolo, resta solo un punto da chiarire. Ovvero, se è possibile sottrarsi al giogo dell’abuso narcisistico ed iniziare un processo di guarigione.

Di certo, una volta che la catena è stata legata alla caviglia della vittima diventa davvero difficile spezzarla. Difficile, ma non impossibile.

Di certo, tutto il lavoro di risalita deve iniziare con l’allontanarsi dal narciso e chiuderlo furori dalla propria vita. Dopodiché, si passa a rinforzare l’autostima e l’indipendenza, fase in cui il supporto di uno specialista può risultare di importanza cruciale.

In secondo luogo, per la vittima è necessario costruire di nuovo un proprio habitat tra lavoro e rapporti sociali, senza nessuna connessione con il narcisista, ovviamente.

abuso narcisistico guarigione

Inoltre, è utilissimo anche imparare a riconoscere le manipolazioni narcisistiche e capire come difendersi da esse, così da riuscire a gestire meglio in futuro qualunque forma di interazione con una persona affetta da narcisismo patologico.

A tal proposito, ti invito a leggere il manuale “L’Antidoto Al Narcisista“, che è probabilmente la risorsa più avanzata in lingua italiana sull’argomento.

Nelle sue pagine è riportata una descrizione completa del profillo psicologico del narcisista. Inoltre, sono descritte anche tutte le sue tecniche di manipolazione, e la metodologia per contrastarle.

Se il tema dell’abuso narcisistico ti sta a cuore, oppure sei o sei stata vittima di tali manipolazioni, allora dovresti leggerlo. Lo trovi in offerta speciale su questa pagina.

La strategia per difendersi dall’uomo narcisista, sedurlo, riconquistarlo o liberarsi definitivamente da lui

5/5 - (2 votes)
Carica Vincente
Carica Vincente
Carica Vincente è il portale italiano su crescita personale, relazioni di coppia e successo professionale. Seguici anche su Facebook e su Instagram per ottenere la tua dose di ispirazione ogni giorno. Per scoprire tutti gli ebook avanzati scritti dal nostro team invece clicca qui.

Leggi anche:

Lascia un commento