The Moneytizer: recensione e opinioni della miglior alternativa a Adsense

/ /
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin

Stai cercando un’alternativa ad Adsense che ti permetta di aumentare i guadagni derivanti dalla pubblicità che inserisci nei tuoi siti?

Adsense è sicuramente un’ottima piattaforma per inserire pubblicità ed iniziare a fare soldi con il proprio sito, ma effettivamente offre formati pubblicitari poco profittevoli. Per iniziare a tirare fuori uno stipendio con Adsense, hai bisogno di centinaia di migliaia di pagine visualizzate al giorno: possono volerci anni per ottenere un risultato del genere e… capisco che attendere può essere frustrante!

In questo articolo trovi la recensione di quella che reputo essere la miglior alternativa Adsense attualmente in circolazione: The Moneytizer.

Oltre alla recensione, ho preparato anche un tutorial che ti aiuterà ad effettuare la registrazione a The Moneytizer e ad inserire i tuoi nuovi banner pubblicitari sul sito, e sono andato a cercare le opinioni di coloro che utilizzano The Moneytizer, in giro per il web.

L’alternativa numero 1 ad Adsense: cos’è The Moneytizer

The Moneytizer è un’azienda francese fondata nel 2014 da Augustin Ory, che oggi ha anche una sede negli Stati Uniti (a New York) e conta un team di oltre 20 persone specializzate in advertising online.

Gli obiettivi di The Moneytizer sono:

  • garantire maggiori opportunità di guadagno rispetto ad Adsense
  • rendere estremamente semplice l’inserimento e la gestione della pubblicità online ai proprietari dei siti

Per garantire maggiori opportunità di guadagno a blogger e portali di news, l’azienda parigina mette a disposizione dei suoi utenti una varietà di formati pubblicitari più elevata rispetto ad Adsense. Vediamo di cosa si tratta (li trovi nella sezione Formati del sito).

Innanzitutto esistono i formati di tipo classico, molto simili a quelli che puoi già trovare su Adsense.

alternativa a adsense

Si tratta del banner in alto, in basso e nella sidebar, oltre che di banner orizzontali da inserire all’inizio dei contenuti. La reale opportunità che ti offre The Moneytizer è però rappresentata dagli altri due tipi di formati:

  • formati di grande impatto
  • formati video

I formati di grande impatto sono molto più invasivi rispetto ai formati tradizionali.

the moneytizer

Questì formati sono perfetti per i siti di news e per i blog che non vendono i prodotti e servizi (propri o in affiliazione). Il motivo è che tendono a distrarre l’utente più facilmente rispetto ai formati tradizionali e questo aspetto può rivelarsi negativo per i tuoi tassi di conversione (gli utenti non amano particolarmente la pubblicità invasiva).

Ecco perché è bene utilizzarli in contesti che possono essere monetizzati esclusivamente con l’advertising.

I formati video sono senza dubbio i più invasivi, ma allo stesso tempo anche i più remunerativi. Ne esistono di due tipi: quelli all’interno dei contenuti e quelli che compaiono prima che l’utente inizi a leggere il contenuto stesso. Ti sarà sicuramente capitato di incontrarli.

alternativa ad adsense

Come registrarsi a The Moneytizer

Ora che conosci cosa può metterti a disposizione The Moneytizer… non ti resta che fare una prova e verificare se effettivamente riesci ad aumentare i tuoi guadagni pubblicitari rispetto ai formati
tradizionali offerti da Google Adsense.

Innanzitutto vai sul sito ufficiale di The Moneytizer e clicca su Registrati:

alternativa google adsense

Poi compila il modulo con le informazioni che ti vengono richieste sul tuo profilo. Una volta arrivato sul modulo relativo al tuo sito, puoi usufruire di un bonus di 5 euro per la registrazione inserendo il codice sponsor “1b11bf63e1521f8533029dd032ac0d09“:

alternativa a google adsense

Ora che sei iscritto al sito, devi andare nella sezione “Siti & Formati” ed inoltrare la tua richiesta a The Moneytizer per i formati che desideri aggiungere al tuo sito. È veramente molto semplice: ti basta selezionare i tipi di formato con un check, come nell’immagine:

 adsense

Nel giro di poche ore, il team di The Moneytizer ti farà sapere se la tua richiesta è stata accettata.

Nel caso di esito positivo… non ti resta che inserire la pubblicità nel tuo sito.

Il plugin di The Moneytizer

Se usi WordPress, il modo più semplice e pratico per inserire e gestire la pubblicità sul tuo sito è quello di installare il plugin di The Moneytizer e lavorare direttamente dalla tua bacheca.

Il plugin lo trovi qui. Una volta installato ed attivato, sarà sufficiente recarsi in Impostazioni –> The Moneytizer e poi su Tags.

alternative ad adsense

Esistono due possibilità di inserire i banner nel sito:

  • shortcode: devi copiare lo shortcode ed inserirlo all’interno dei contenuti nei quali desideri inserire i banner pubblicitari
  • check: negli altri casi, ti sarà sufficiente fare check sul formato che preferisci per attivare il formato pubblicitario in tutto il sito

Opinioni The Moneytizer: cosa ne pensano gli utenti?

Sono andato a cercare informazioni, in giro per la rete, sui giudizi e sulle opinioni di coloro che hanno implementato The Moneytizer all’interno dei rispettivi siti. Qui di seguito, trovi i pareri di chi lo sta già utilizzando.

opinioni the moneytizer
recensione the moneytizer
recensioni the moneytizer

The Moneytizer: lo consiglio come alternativa a Adsense?

Ho iniziato ad utilizzare The Moneytizer insieme a Google Adsense. In particolare lo sto testando sui formati più invasivi, quelli che rappresentano la vera alternativa a Adsense.

Devo dire che sono molto soddisfatto relativamente a:

  • semplicità di utilizzo del plugin e di gestione della pubblicità
  • facilità di inserimento dei banner all’interno dei contenuti
  • assistenza clienti: i ragazzi di The Moneytizer finora sono stati sempre disponibili e mi hanno seguito passo passo nella registrazione e nell’utilizzo della piattaforma

Relativamente ai formati più invasivi mi sarebbe piaciuto avere la possibilità di inserirli solamente in alcuni contenuti e non in tutti, come invece prevede il regolamento di utilizzo del formato.

Questa opzione, di fatto, limita l’utilizzo di questi formati solamente ai siti dove non vendo i miei prodotti oppure dove guadagno con l’affiliate marketing. Sui siti di news, ad esempio, posso spingere il formato invasivo molto più liberamente in quanto la mia fonte di reddito è limitata all’advertising online.

Sui blog dove vendo prodotti, servizi e consulenze, invece, ho deciso di utilizzare solamente i formati meno invasivi, così da selezionare i singoli contenuti nei quali inserire i banner.

Ti suggerisco di provare il servizio come alternativa ad Adsense e poi di sostituirlo ad esso, nel caso i guadagni siano più sostanziosi. Ti ricordo infine che se utilizzi il codice sponsor “1b11bf63e1521f8533029dd032ac0d09” in fase di registrazione, puoi usufruire di un bonus di 5 euro.

Ti ringrazio per essere arrivato fin qui e ti invito a visitare la sezione Blogging del nostro blog Carica Vincente, per altri articoli su questo tema.

The Moneytizer: recensione e opinioni della miglior alternativa a Adsense
voto 5 (su 6 totali)

Articoli correlati

Lascia un commento