Bassa autostima: le 8 cause della mancanza di autostima

Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Google+

In questo articolo ti voglio raccontare di quali siano le cause della bassa autostima, ovvero di come si generi negli individui una condizione di mancanza di autostima.

Si tratta di un tema fondamentale se sei desideroso di migliorare il rapporto che hai con te stesso. Conoscere le cause della bassa autostima ti permette infatti di capire su quali punti agire per credere di più in te stesso.

Se sei alla ricerca di metodi e tecniche aventi lo scopo di aumentare la tua autostima e la sicurezza in te stesso ti consiglio questi articoli:

Trovi tutti gli articoli inerenti l’argomento nella sezione Autostima del nostro blog Carica Vincente.

Bassa autostima

Oggigiorno non è infrequente incontrare persone che hanno scarsa autostima.

Ancor prima di andare a cercare dei rimedi a questa condizione è necessario individuare le cause della mancanza di autostima nell’uomo.

Infatti, vi è una combinazione di fattori che contribuiscono congiuntamente a influenzare la tua autostima.

Cosa si intende per autostima?

Per autostima si intende la considerazione che tu hai nei confronti di te stesso. Nei già citati articoli sull’autostima ti parlo di come sia importante avere un’alta considerazione di se stessi. In poche parole è fondamentale per la tua motivazione, per il raggiungimento dei tuoi obiettivi e per la tua felicità.

Essere costantemente in uno stato di bassa autostima infatti non ti giova affatto. La mancanza di autostima è sinonimo di insicurezza, di assenza di intraprendenza e ciò non favorisce la tendenza a provare nuove esperienze e a mettersi alla prova.

Veniamo quindi al punto: quali sono le cause della mancanza di autostima?

Le 8 cause della mancanza di autostima

Di seguito quindi ti vado a descrivere una ad una le cause della bassa autostima nell’uomo.

1. Il rapporto con i genitori/nonni nell’infanzia

Il nucleo primordiale della tua autostima si sviluppa durante l’infanzia. Per questo è fondamentale il ruolo che hanno i genitori (ed eventualmente i nonni se presenti) nell’educazione dei bambini.

La poca autostima si può infatti originare fin dalla tenera età. Può essere ad esempio causata da un atteggiamento eccessivamente oppressivo da parte dei genitori, che tendono a limitare la libertà e creatività del bambino.

Il ragazzino tende così a rinchiudersi in sé stesso piuttosto che a cercare di ribellarsi a questo stato di costrizione, solamente per compiacere i propri genitori. La situazione è inoltre aggravata, quando questi ultimi si separano e costui si ritrova tra due fuochi, cercando di mediare tra le due voci discordanti del padre e della madre.

I genitori dovrebbero sì da una parte guidare i loro figli nelle scelte e nella loro strada, ma dovrebbero anche lasciare una parte delle decisioni e dell’intraprendenza a questi. Prima escono dai loro gusci e meglio sarà per il loro futuro.

A proposito di rapporto genitori-figli di seguito è riportata una lettera di un preside cinese di una scuola inviata ai genitori degli alunni.

bassa autostima

Il preside suggerisce ai genitori di non condannare i figli se andrà male un esame, causando un crollo della loro sicurezza e dignità. Ciascuno di noi del resto è nato con dei punti di forza e di debolezza, non possiamo essere bravi in tutto allo stesso modo.

Concludendo, un sano rapporto tra genitori e figli è fondamentale per un buono sviluppo dell’autostima nelle nuove generazioni.

2. Le influenze della società

Anche la società è all’origine della bassa autostima, soprattutto tra le nuove generazioni. Una volta superata l’infanzia, si ha nel periodo dello sviluppo un altro momento critico per una sana crescita della propria autostima.

L’influenza da parte della società è data dal fatto che vengono proposti dei modelli di bellezza che si discostano grandemente dalla realtà delle cose. Si vedono in televisione modelli e modelle con un corpo perfetto e questo ha un impatto negativo sugli adolescenti.

La conseguenza è che questi vengono a sentirsi inadatti e sviluppano una bassa autostima e considerazione di sé stessi. Non a caso si vengono a sviluppare durante questo periodo della vita disordini alimentari, come anoressia e bulimia.

Certamente il bisogno di essere belli è maggiormente percepito tra le ragazze, in quanto la bellezza rappresenta un canone femminile fondamentale per il successo nella vita. Ci sono infatti tutta una serie di articoli, che dimostra che le persone belle, specialmente le donne fanno carriera più facilmente e guadagnano di più.

Non manca tuttavia un effetto anche sul pubblico maschile. I ragazzi sentono di più la necessità di curare il proprio fisico e di andare in palestra ad esempio.

Concludendo questa parte, la società meschinamente crea il bisogno di essere e apparire belli per poi propinare i prodotti risolutivi e creare un mercato, quello della bellezza, da milioni di dollari.

3. Le credenze religiose

Nonostante vi siano degli studi che affermano che le persone religiose abbiano una maggiore autostima, la mia risposta è dipende.

Nel corso della storia abbiamo assistito allo sviluppo di società basato sulle credenze religiose e certamente i capi religiosi, essendo ai vertici della società si sentivano più realizzati e più fieri di sé.

Le altre persone facenti parte della comunità venivano accomunata dal credere agli stessi principi e la religione rappresentava un modo per disciplinare gli uomini, garantendo una certa prosperità.

Se da un lato ci sono i suddetti effetti positivi, certamente ne abbiamo anche di negativi. Tra questi, tutta una serie di regole e proibizioni che le religioni impongono. Possiamo dire che la religione, soprattutto in alcuni casi, limiti la libertà degli uomini.

Ti voglio fare un esempio a questo proposito. Nell’islamismo le donne sono obbligate nel caso migliore a coprire il proprio volto, se non completamente il proprio corpo. Come credi questo possa influenzare sull’autostima di una ragazza, che vede limitarsi la sua libertà in questo modo?

In secondo luogo, la religione, ponendo dei dogmi, va a dare una influenza diretta sulle cose che sono importanti e quelle che non lo sono, condizionando anche quelli che possono essere gli obiettivi delle persone, ovvero i canoni che possono generare alta o bassa autostima negli uomini.

4. Le persone che ti sono più vicine

Una quarta causa delle scarsa autostima è legata alle persone che ti stanno intorno. Questi possono essere ancora i tuoi familiari (il loro effetto su di te non si esaurisce con l’infanzia), ma anche amici, conoscenti e colleghi di lavoro.

In generale sono tutti coloro con cui hai un contatto regolare.

Ricorda sempre che le persone che ti sono più vicine hanno un diretto e importante effetto su di te. Perciò, se avrai intorno persone che tendono a criticarti o a scoraggiarti in quelle che sono le tue scelte, ciò sarà una fonte di bassa autostima per te.

Ad esempio, in ambito giovanile gli episodi di bullismo vanno a distruggere l’autostima dei ragazzi. Questo è stato accentuato negli ultimi anni anche dal diffondersi di questa pratica nel mondo dei social network. Alcuni ragazzi si sono anche suicidati.

In tal caso è importante l’intervento di una forza esterna, come ad esempio uno psicologo, che tendi a contrastare i fenomeni che avvengono soprattutto nella mente della persona che è soggetta a questi eventi.

In generale, ti suggerisco di circondarti di persone che abbiano fiducia in te, che credano che tu possa riuscire magari in quella determinata impresa, anche se tu sei il primo a dubitarne.

Scegli un mentore, ovvero una persona che ti faccia da guida e con la quale potrai discutere i tuoi dubbi e trovare la forza per affrontare la prossima sfida. Ricorda, sei la media delle cinque persone che ti sono più vicine, perciò scegli bene con chi passare il tuo tempo.

5. Le relazioni sentimentali

Il rapporto con l’altro sesso, ovvero le relazioni sentimentali, ha certamente un’influenza diretta sulla tua autostima.

È innegabile, infatti, che avere scarso successo con ragazzi o ragazze  è all’origine di una bassa autostima. Quando ti trovi infatti in una relazione, sentendo di essere speciale per l’altro, avrai anche una maggiore considerazione di te stesso e intraprendenza nei confronti della vita.

Inoltre, una persona fidanzata o sposata, risulta automaticamente più attraente in quanto viene percepito un maggiore valore dall’altro sesso.

Altro caso di crollo e quindi di bassa autostima avviene quando si viene lasciati: si tratta di uno dei periodi più difficili e per riprendersi ci vuole tempo. Per certo la tua autostima subisce un duro colpo in questi frangenti.

Dovrai allora cercare di allenare il pensiero positivo lavorando su te stesso e cercando di andare avanti, focalizzandoti su altre aree della tua vita.

Concludendo questo paragrafo, possiamo dire che le dinamiche relazioni hanno una diretta influenza sulla tua autostima.

6. Il dialogo con te stesso

Un’altra indubbia causa di bassa autostima deriva dal rapporto che hai con te stesso. Ognuno di noi inevitabilmente sviluppa un dialogo con se stesso e suole ripetersi delle frasi e pensieri tra sé e sé.

La natura di queste riflessioni influisce direttamente sulla considerazione che hai di te e può spronarti a raggiungere i tuoi obiettivi oppure abbatterti e ridurre la tua autostima.

In particolare, gli individui che sono soliti sussurrarsi pensieri negativi, non faranno altro che ledere al proprio spirito di intraprendenza e ridurre la fiducia in se stessi.

Al contrario bisogna che tu impari a pensare in maniera positiva. Ricorda sempre che noi siamo quello che pensiamo. Pensare negativamente non ti porterà da nessuna parte nella vita.

Al contrario è buona pratica introdurre nella propria routine quotidiana, un momento della giornata dedicato alle affermazioni positive. In sostanza andrai a ripetere a te stesso le cose della vita per cui sei grato, la aree in cui stai facendo progressi e gli obiettivi che hai raggiunto.

Quindi il dialogo con se stesso risulta di fondamentale importanza e i pensieri negativi sono anch’essi causa di bassa autostima.

La mente è tutto. Ciò che pensi, tu diventi.

7. Lo stato di salute

Anche il tuo stato di salute influisce direttamente sulla tua autostima. In particolare, godere di ottima salute è fondamentale per mantenere uno stato di positività nei confronti della vita.

Se ti è capitato dopo una visita dal medico di ricevere una cattiva notizia riguardo il tuo stato di salute, saprai bene che non fa mai piacere ricevere info di questo tipo e ciò che ne risente di più è il tuo stato mentale.

In questi casi è importante non usare la scusa della salute per evitare di fare determinate azioni e rinunciare così a vivere la tua vita.

Ci sono esempi lampanti, infatti, di persone che, seppure colpite da gravi disgrazie di salute hanno saputo andare avanti e condurre una vita esemplare.

Ti voglio fare l’esempio di Nick Vujicic, che nonostante fosse nato senza braccia nè gambe, dopo aver concluso il college gira il mondo come motivational speaker, parlando della situazione dei giovani di oggi.

Anche per lui la fase della crescita è stata un periodo molto difficile della sua vita, tanto che cominciò a pensare al suicidio all’età di 8 anni. Solo vedendo un articolo propostogli dalla madre che trattava di un caso simile al suo è riuscito ad accettare la sua condizione e ad andare avanti.

Lo stato di salute influisce sulla tua autostima ma è importante non abbattersi se si ricevono brutte notizie o si hanno dei traumi da incidenti.

8. La mancanza di esperienze di vita

Un’ultima causa di bassa autostima è il non aver fatto determinate esperienze di vita.

Vi sono infatti delle persone, che per natura sono introverse e poco inclini all’indipendenza. Preferiscono rimanere sotto l’ala degli altri per un periodo maggiore e sono poco intraprendenti.

La mancanza di volontà di uscire dalla propria zona di comfort, preclude tuttavia lo sviluppo della propria autostima.

In altre parole, se in passato hai fatto delle esperienze e hai superato delle situazioni difficili, ciò ti renderà più consapevole dei tuoi mezzi. Così la prossima volta sarai più preparato e sicuro di te stesso.

Se vuoi seguire un percorso estremamente efficace per uscire dalla zona di sicurezza ed aumentare la tua autostima, ti consiglio la guida Sicuro di te in 60 giorni, che raccoglie un insieme di esempi, esercizi ed indicazioni pratiche che ti possono aiutare ad uscire in modo definitivo dalla tua zona di comfort.

È un percorso impegnativo, nel senso che dovrai dedicarci tempo ed energia tutti i giorni, per ben 2 mesi, quindi ti consiglio di intraprenderlo se e solo se sei davvero motivato a stravolgere la tua vita in meglio.

Gli effetti sono straordinari. Puoi scaricare un estratto gratuito della guida, in modo tale da capire se può veramente fare al caso tuo. Lo trovi qui.

Bassa autostima: le 8 cause della mancanza di autostima
voto 4.9 (su 17 totali)

Ciao! Mi chiamo Andrea e sono co-fondatore del progetto Carica Vincente. Mi piace occuparmi di molte cose differenti nella vita. Attualmente sto lavorando nel campo del Credit Management e Automazione dei processi. Sono un grande sostenitore del miglioramento continuo e della crescita personale. Se hai domande sugli argomenti trattati sentiti libero di contattarmi privatamente 🙂

Articoli correlati

Lascia un commento