Bassa autostima: le 10 cause della mancanza di autostima

bassa autostima
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Hai una bassa autostima? Vuoi conoscere le cause della tua mancanza di autostima, oppure cerchi dei rimedi per aiutare una persona a te vicina a superare questa condizione negativa?

Sì lo so, avere una scarsa autostima è davvero frustrante, e può avere delle forti ripercussioni negative sul nostro livello di felicità, sul nostro benessere complessivo e in generale su ogni aspetto della nostra vita privata, professionale e sociale.

Nel nostro blog esiste già una guida molto approfondita su come aumentare la propria autostima. Ti invito a leggerla con attenzione, e a seguire il percorso in essa tracciato, che ti permetterà di migliorare poco a poco il tuo livello di sicurezza, a prescindere da quale sia il tuo punto di partenza.

Nell’articolo di oggi invece ci concentreremo su un’altra questione molto importante. Analizzeremo insieme le cause della bassa autostima, ovvero i fattori che possono ostacolare un sano sviluppo dell’autostima in un individuo, oppure causare una perdita o una diminuzione della stessa.

Siamo quasi pronti per iniziare. Prima però voglio invitarti ad eseguire questo rapido test sull’autostima, per scoprire qual è il livello attuale di sicurezza da cui parti:

Qual è il tuo livello di autostima e sicurezza?

Bassa autostima: psicologia

Raggiungere o ripristinare un livello almeno accettabile di autostima deve rappresentare una priorità assoluta per ogni individuo che tiene alla propria felicità e autorealizzazione, dato che la bassa autostima provoca grandi difficoltà nell’affrontare le sfide della vita in modo efficace.

Ma perché è così importante conoscere le cause della mancanza di autostima?

Si tratta di un tema fondamentale se sei desideroso di migliorare il rapporto che hai con te stesso ed intraprendere un percorso di crescita personale. Conoscere le cause dei tuoi problemi di autostima ti permetterà infatti di assumere una maggiore consapevolezza sulle tue stesse dinamiche psicologiche, e ti indicherà in modo chiaro dove agire per effettuare un cambiamento positivo.

Se mai deciderai nella tua vita di iniziare una terapia con uno psicologo, oppure un percorso con un coach o un counselor volto a migliorare la tua autostima, vedrai che una grossa parte del vostro lavoro insieme sarà finalizzato a determinare quali sono le origini della tua insicurezza. Solo in questo modo sarà possibile trovare delle soluzioni efficaci alla problematica che stai affrontando!

In poche parole… i rimedi e le soluzioni alla mancanza di autostima, dipendono dalle cause della stessa.

Le 10 cause della mancanza di autostima

Vedremo qui di seguito le 10 principali cause della mancanza di autostima, molte delle quali legate all’infanzia e all’adolescenza, oppure a eventi traumatici avvenuti nel corso della propria vita. Chiaramente non si tratta di un elenco esaustivo, ma sono sicuro che tra queste ne troverai almeno una rilevante per il tuo caso.

mancanza di autostima cause

1. Carenza di affetto durante l’infanzia

Il nucleo primordiale della tua autostima si sviluppa durante l’infanzia. Per questo è fondamentale il ruolo che hanno i genitori (ed eventualmente i nonni se presenti) nell’educazione dei bambini.

Quando un bambino cresce in un contesto familiare che non gli fornisce sufficiente amore e affetto, magari perché i genitori risultano troppo freddi e distaccati nei suoi confronti, sicuramente non riuscirà a sviluppare un sano livello di autostima e sperimenterà in seguito problemi di introversione e difficoltà relazionali.

Chi non riceve amore incondizionato da bambino imparerà sin da subito che i suoi bisogni fisici ed emotivi non sono poi così importanti, che a nessuno importa di lui, e forse anche che in lui c’è qualcosa di sbagliato.

2. Genitori iperprotettivi o oppressivi

La bassa autostima può anche essere causata da un atteggiamento eccessivamente oppressivo o iperprotettivo da parte dei genitori, che tendono a limitare la libertà e la creatività del bambino. Il ragazzino, per compiacere la propria mamma e il proprio papà, finisce così per rinchiudersi in sé stesso, e per evitare le nuove esperienze che avrebbero il potere di accrescere la sua autostima.

I genitori dovrebbero sì da una parte educare, guidare e proteggere i loro figli durante l’infanzia e l’adolescenza, ma dovrebbero anche lasciare loro spazio per sviluppare creatività, indipendenza, intraprendenza e una sana fiducia in loro stessi.

Prima i figli escono dai propri gusci e meglio sarà per il loro futuro!

3. Genitori ipercritici o esigenti

Più un bambino verrà ripreso, sgridato e criticato dai genitori per i suoi comportamenti, le sue azioni e le sue idee, più crescerà con insicurezze e dubbi sulle sue qualità e capacità. Imparerà a muoversi dubitando sempre di sé, e a rapportarsi in modo goffo agli altri.

Se inoltre i genitori nutrono delle aspettative molto elevate nei confronti del bambino, ed egli sente anche solo in parte di non riuscire a soddisfarle, inizierà a sviluppare un senso di inadeguatezza che si ripercuoterà poi in tutte le sfere della sua vita.

4. Confronto con i modelli della società

Anche le influenze provenienti dalla nostra società possono essere all’origine di una bassa autostima nei ragazzi e negli adolescenti.

Ad esempio la televisione e i social media propongono sempre di più dei modelli di bellezza, stile di vita e successo che si discostano enormemente dalla realtà delle cose.

Uomini e donne con un corpo perfetto, gente che ostenta la propria ricchezza e il proprio successo sui social media, influencer che pubblicano di continuo su Instagram foto di esperienze mozzafiato e viaggi fantastici…

E’ facile per un ragazzino o per una ragazzina iniziare a sentirsi brutto/a, sfigato/a o inadatto/a quando i modelli con cui si confronta sono questi. Ed ecco che l’autostima rimane bassa, e iniziano ad insorgere complessi di inferiorità che a volte sfociano anche in tristezza, disordini alimentari o depressione.

5. Insuccesso nelle relazioni sociali

Quando il ragazzino o l’adolescente inizia ad esplorare gli ambienti sociali, confrontandosi con i suoi coetanei ed entrando a far parte dei primi gruppi di amici, il modo in cui verrà accolto avrà un enorme impatto sullo sviluppo del suo senso di valore personale e autostima.

Molti ragazzini, soprattutto quelli dal carattere più timido e introverso, faticano molto ad integrarsi con gli altri coetanei. Vedendo che gli altri sono più estroversi e decisi, iniziano a sviluppare un certo senso di inferiorità, e finiscono per evitare le situazioni sociali per non doversi sentire a disagio.

Altro problema molto frequente è quello del bullismo. Quando un adolescente viene preso di mira dai suoi compagni di classe, che lo sfottono o lo maltrattano, si origina il lui un’idea fragile di sé stesso, ed il trauma subito potrebbe in alcuni casi accompagnarlo per il resto della sua vita.

5/5

Sicuro di te in 60 giorni è la guida pratica che ti spiega ciò che devi fare con esempi, indicazioni ed esercizi quotidiani. Ti aiuterà ad aumentare l’autostima in modo definitivo!

6. Traumi o esperienze di abuso

L’abuso nei confronti di un bambino porta sempre quest’ultimo a pensare che ci sia qualcosa di sbagliato in lui, o che abbia fatto qualcosa di sbagliato, anche quando non capisce di cosa si tratta.

La diretta conseguenza è che nel corso della sua vita egli darà poca importanza a ciò che prova, e sentirà di meritarsi le cose negative che gli vengono fatte.

7. Problemi di salute

Anche lo stato di salute di una persona influisce direttamente sulla sua autostima. In particolare, soffrire di problemi di salute cronici o ricorrenti porta sentimenti negativi quali: tristezza, senso di inadeguatezza e vergogna. Godere di ottima salute facilita invece lo sviluppo e il mantenimento di un buon livello di serenità e autostima.

8. Problemi nei rapporti di coppia

Le relazioni di coppia ed il rapporto con l’altro sesso hanno certamente un’influenza diretta sull’autostima di una persona. È innegabile, infatti, che avere scarso successo in amore sia una delle più importanti cause della mancanza di autostima.

In generale chi non ha alcun problema a soddisfare i propri bisogni affettivi e sessuali, sente di poter camminare in questo mondo a testa alta, fiero, consapevole del proprio valore.

Chi invece per un motivo o per l’altro non riesce mai a ottenere ciò che vuole dalle relazioni romantiche, sviluppa un senso di inettitudine, mette in discussione il proprio valore personale e finisce per cadere in una condizione di forte bisogno e al contempo di autostima molto bassa.

Inoltre esperienze come subire un tradimento, oppure essere lasciati dal partner, causano una forte sofferenza ed un momentaneo crollo dell’autostima.

Il problema in questo caso è che il circolo vizioso si alimenta da solo: più bassa è l’autostima, più grandi saranno i problemi a relazionarsi con l’altro sesso. Più scarso è l’amor proprio, e più difficile sarà trovare una persona in grado di amarci. Più forte sarà la gelosia e il bisogno nei confronti del partner, più probabile sarà essere traditi o soffrire a causa della relazione.

9. Frustrazione professionale

Non sapere cosa fare nella propria vita, essere disoccupati o sentirsi frustrati da un punto di vista professionale può essere un altro grande motivo alla base della mancanza di autostima.

Una persona può sentirsi profondamente realizzata e sicura di sé soltanto nel momento in cui trova la sua dimensione professionale e scopre il modo di mettere a frutto il suo potenziale e le sue peculiarità tramite un lavoro gratificante.

10. Mancanza di esperienze di vita

Piuttosto che una delle cause per cui l’autostima può diminuire o crollare, in questo caso stiamo parlando di una delle cause del mancato sviluppo della stessa: mi riferisco alla mancanza di intraprendenza, e di conseguenza alla mancanza di esperienze di vita.

Durante il corso della nostra vita, tutti noi siamo chiamati ad affrontare diverse sfide, a fare diverse esperienze e a trovarci in un’innumerevole serie di situazioni nuove e inaspettate.

A volte vinciamo, a volte perdiamo. A volte abbiamo successo, mentre altre volte facciamo una brutta figura. In ogni caso, mano a mano che superiamo queste situazioni e collezioniamo esperienze di vita, la nostra autostima sale, e la nostra zona di comfort si espande.

Quando questo non avviene, perché ci chiudiamo a riccio in noi stessi evitando di affrontare le sfide della vita, lo sviluppo della nostra autostima si blocca, e la nostra zona di comfort diventa sempre più rigida e inflessibile.

Qual è il tuo livello di autostima e sicurezza?

Bassa autostima: rimedi

Ora che conosci le cause della mancanza di autostima, probabilmente inizi ad avere una maggiore chiarezza anche su quelle che sono le azioni da intraprendere per correggere l’attuale situazione negativa.

In alcuni casi può trattarsi di un lavoro effettuabile anche da solo, mentre in altri casi potrebbe essere utile affrontare la questione con l’aiuto di uno psicologo o di un counselor professionista.

Se senti di avere una scarsa sicurezza nelle situazioni sociali e nel rapporto con l’altro sesso, oppure senti di aver bisogno di uscire dalla tua zona di comfort in modo da sopperire alla mancanza di esperienze di vita, ti consiglio di leggere la guida Sicuro di te in 60 giorni.

Si tratta di un percorso che raccoglie un insieme di esempi, esercizi ed indicazioni pratiche che ti possono aiutare ad uscire in modo definitivo dalla tua zona di comfort, e che di sicuro avrà un impatto incredibile sul tuo livello di autostima.

Puoi anche scaricare un estratto gratuito della guida, in modo tale da capire se fa al caso tuo.

5/5

Sicuro di te in 60 giorni è la guida pratica che ti spiega ciò che devi fare con esempi, indicazioni ed esercizi quotidiani. Ti aiuterà ad aumentare l’autostima in modo definitivo!

Siamo giunti al termine di questo mio lungo articolo sulle cause della bassa autostima. Ti ringrazio per averlo letto fino in fondo.

Se vuoi approfondire la tematica dell’autostima, ti invito ad esplorare gli altri contenuti che trovi nella sezione Crescita Personale del nostro blog Carica Vincente. A presto!

Alessandro
Alessandro
Ciao! Mi chiamo Alessandro e sono co-fondatore di Carica Vincente. Mi occupo di comunicazione efficace, crescita personale e psicologia dei rapporti di coppia. Su questa pagina trovi tutti i manuali scritti da me e dal mio team.

Leggi anche:

Lascia un commento