Come essere assertivi: 6 tecniche efficaci + 1 libro

/ /
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin

Cosa significa essere assertivi? E come essere assertivi in ogni situazione?

In questo articolo tratterò di un argomento fortemente collegato alla sfera dell’autostima, e proprio per questo motivo ho deciso di racchiuderlo in questa categoria: sto parlando proprio dell’abilità chiamata assertività e del tema di come essere assertivi.

Si tratta di una tra le skill che personalmente reputo fondamentali per avere successo nella vita; perché se da un lato è importante essere bravi ed avere le giuste abilità tecniche nel campo in cui si opera, è allo stesso tempo vitale la capacità di affermare le proprie opinoni nel momento in cui ti vai a relazionare con gli altri.

Ciascuno di noi, infatti, vive in un ambiente sociale. Per questo motivo, saper gestire il modo in cui si dialoga con gli altri, assumendo un atteggiamento né passivo, ma neanche agressivo e aggiustando il tiro a seconda della persona che si ha davanti, è una condizione necessaria per fare in modo che anche gli altri riconoscano il tuo valore.

E questo vale in tutti i campi della tua vita, sia che si tratti del lavoro, oppure delle tue relazioni sentimentali o delle tue amicizie. Qui di seguito troverai alcuni utili suggerimenti su come essere assertivi; una volta conclusa la lettura di questo articolo saprai quale strada intraprendere per migliorare in tal senso.

Ma prima di tutto…

Cosa significa di preciso essere assertivi?

L’assertività è una skill fortemente collegata al mondo sociale, e per questo viene insegnata nei training relativi alla comunicazione verbale.

Essere assertivi significa riuscire a farsi valere per i propri diritti, o quelli di qualcuno a cui si tiene, senza avere un comportamento né passivo, né tantomeno agressivo. Una persona assertiva si comporta, di conseguenza, in maniera calma e positiva. Si tratta di una persona che certamente crede in sé stessa, ma al contempo non aggredisce gli altri.

Ti voglio chiarire il concetto con un esempio.

Supponiamo che tu voglia chiedere al tuo capo un aumento o una promozione al livello successivo. Senti in cuor tuo di meritartela, perché hai lavorato duramente nel corso degli ultimi mesi.

Vediamo come si comporterebbe una persona passiva. Si recherebbe dal suo capo, con le spalle un po’ cadenti, la voce fioca e tremolante, non riuscendo a mantenere il contatto visivo, borbottando la sua richiesta quasi tra sé e sé. Credi che in questo modo riesca ad essere convincente?

Vediamo al contrario il comportamento di una persona aggressiva. Arrivato all’ufficio del capo, sbatte la porta e gli urla contro con tono arrabbiato e un’espressione facciale non proprio rassicurante il fatto di volere una promozione. Credi allo stesso modo che questo individuo riesca a convincere il capo? O per meglio dire, come pensi che il boss si senta dopo aver ricevuto un trattamento di questo tipo?

Sia il comportamento passivo che quello aggressivo si originano dall’ansia e dalla paura di non ottenere quello che si vuole o di perdere quello che si ha. Comportamenti di questo tipo nascondono dietro di sé un problema alla radice: la mancanza di sicurezza in sé stessi...

Una persona assertiva, al contrario, parla chiaramente e a voce piena, ma senza urlare. Mantiene il contatto visivo con l’interlocutore, non avendo bisogno di aggredirlo perché crede fermamente nel proprio valore e nei propri principi. Ha un estremo autocontrollo, capisce quando sta esagerando e ritorna sui suoi passi quando i toni sono diventati troppo accesi.

I caratteri verbali di una comunicazione assertiva sono:

  • Voce ferma e rilassata
  • Voce fluente e sincera
  • Volume appropriato per ogni situazione
  • Comportamento cooperativo e costruttivo

I tratti non verbali di una comunicazione assertiva sono:

  • Ascolto ricettivo
  • Contatto visivo
  • Posizione corporea aperta
  • Sorridente quando è soddisfatto
  • Accigliato quando è contrariato

Riuscire a comportarsi assertivamente ti permette di fare richieste, anche delicate, risultando convincente e al contempo senza aggredire e umiliare il tuo interlocutore. Vediamo allora come fare!

Essere assertivi: come riuscirci attraverso queste 6 tecniche

Imparare a comunicare assertivamente avrà dei profondi benefici nella tua vita. Molto spesso, infatti, noi tutti tendiamo a trattenere dentro di noi i nostri bisogni, non comunicando i nostri desideri.

Tutto questo conduce a lungo andare ad un senso di insoddisfazione e ad una frustrazione crescente, fino a quando non ce la facciamo più ed esplodiamo.

Quando impari a comunicare assertivamente, invece, non solo le altre persone ti rispetteranno di più, ma anche tu stesso ti rispetterai di più. Manterrai una mentalità più positiva, priva di quel risentimento continuo che contraddistingue coloro che non riescono ad esprimere i loro bisogni agli altri. Ma passiamo alle tecniche per essere assertivi.

come essere assertivi

1. Riconosci i tuoi bisogni

Il primo passo per essere assertivi è ascoltare quelli che sono i tuoi bisogni. Molte persone, difatti, non conoscono le loro reali necessità e per questo non tentano nemmeno di soddisfarle.

Tutto ciò li conduce ad essere frustrati ed insoddisfatti, e il peggio che non sanno nemmeno il perché questo avvenga. Per cui ti consiglio di fare un’autoanalisi su di te e porti le seguenti domande:

  • Cosa voglio dalla mia vita?
  • Perché ad oggi non mi sento soddisfatto di come stanno andando le cose?
  • Qual è la causa della mia frustrazione?
  • Qual è la cosa che mi manca di più?
  • In che modo potrei migliorare la mia situazione?

Avere chiarezza mentale è fondamentale per direzionare i propri comportamenti verso quello che davvero si vuole dalla vita, ovvero per raggiungere i propri obiettivi e realizzare la propria missione.

2. Sii più sicuro di te (quando la tua richiesta è ragionevole)

Non meno importante per essere assertivi è sviluppare una sana autostima e sicurezza in sé stessi. Ti ho già detto che dietro comportamenti non adeguati, passivi o aggressivi, vi è una mancanza di fiducia nelle proprie potenzialità.

Fintanto che la richiesta che vai a fare è ragionevole e non danneggia il tuo interlocutore, dovrai mostrarti sicuro di te, volentoroso di ottenere quello che desideri; per far questo dovrai essere in grado di farti valere.

Nella categoria autostima del nostro blog trovi tutta una serie di articoli che ti possono aiutare in tal senso, tra i quali ti consiglio:

3. Guarda al punto di vista del tuo interlocutore

La terza tecnica di cui ti voglio parlare oggi è molto diffusa nel mondo della negoziazione. Te ne parla anche lo stesso Dale Carnagie nel libro “Come trattare gli altri e farseli amici“.

Quando parli con qualcuno prova a guardare la discussione dal punto di vista di chi ti sta di fronte.

Cerca di proporre qualcosa da cui anche lui possa trarre vantaggio. In alternativa, quando fai una richiesta, tenta di identificare qualcosa che tu possa dare in cambio, in maniera tale da far sembrare la tua proposta ragionevole.

Cerca sempre di offrire valore agli altri, e vedrai che sarai in molti casi corrisposto, ottenendo dei preziosi vantaggi e stringendo delle relazioni più vere e durature.

4. Manifesta felissibilità fornendo delle opzioni

Certamente, nel fare delle proposte agli altri, o viceversa, quando le altre persone ti faranno delle proposte, non sempre tutto filerà liscio.

Ci saranno dei casi in cui il tuo interlocutore non sarà per così dire aperto al dialogo. In tali casi, puoi comportarti come quanto segue, tenendo conto di aver ben chiaro in mente cosa vorresti ottenere.

Cerca di schiodarlo dalle sue posizioni offrendogli varie opzioni, in maniera tale da manifestare una certa flessibilità. Prova a fargli aprire nuovi orizzonti mentali proponendo nuove situazioni caratterizzate da un reciproco interesse.

5. Mantieni la calma

Importantissimo ai fini del non sfociare in un comportamento aggressivo è mantenere la calma. Ci saranno delle situazioni in cui questo ti risulterà più facile, mentre altre in cui davvero dovrai trattenerti.

Pensa a tutte quelle volte che, per un motivo o per un altro, ti sei sentito danneggiato da qualcun altro. Sappi che, tuttavia, arrabbiarsi non ti aiuterà a risolvere il problema, anzi, non farà altro che peggiorarlo.

Perciò, impara a riconoscere quando stai per perdere le staffe. Renditi conto quando il volume della tua voce diventa troppo elevato, o con un tono troppo arrabbiato. Tenta di rientrare nei ranghi in tali frangenti, magari scusandoti se sei stato troppo aggressivo.

6. Usa la tecnica del “disco rotto”

Una tecnica che funziona particolarmente bene, specialmente nel panorama italiano, dove le persone sono spesso per così dire “dure di orecchi” è quella del disco rotto. In cosa consiste? Lo vediamo subito.

Si tratta in sostanza di ripetere più volte la tua richiesta, fino a quando non ricevi una risposta abbastanza soddisfacente per te. Per poter funzionare, è necessario che le parole che utilizzi siano ogni volta leggermente differenti, aggiungendo ad ogni passaggio dei dettagli ulteriori.

Del resto vale questa regola: più risulta specifica la richiesta, maggiori sono le probabilità che questa venga accolta.

Dunque, queste erano alcune tra le tecniche che reputo più efficaci per essere assertivi nella vita. Nel paragrafo successivo voglio consigliarti uno dei migliori libri in tema.

Libro consigliato: come essere assertivi in ogni situazione

come essere assertivi in ogni situazione

Si tratta del libro “Come essere assertivi in ogni situazione” scritto da Sue Hadfield e Gill Hasson, entrambi insegnanti nell’università del Sussex.

In questa opera, considerata di riferimento nel suo genere, i due autori ti insegnano come essere assertivo, permettendoti così di prendere delle chiare decisioni nella vita e di credere in te stesso. Nel libro troverai una serie di esempi nella vita quotidiana e tutta una serie di consigli molto pratici, che potrai applicare senza troppa difficoltà anche alla tua vita per essere più assertivo.

Imparerai delle potenti tecniche che faranno in modo che le tue opinioni vengano sempre rispettate; come dialogare con sicurezza con gli altri, essere decisivo e assertivo, capendo al contempo che come te, anche gli altri hanno i propri diritti.

Bene, è tutto per questo articolo su come essere assertivi. Come per tutte le abilità, per essere più assertivo ti dovrai applicare con costanza e dedizione per qualche tempo, ma son sicuro che se, attuerai le tecniche di cui ti ho parlato, non avrai problemi a migliorare!

Articoli correlati

Lascia un commento