Come essere sicuri di se stessi: inizia a diventarlo da oggi!

Condividilo con i tuoi amici!
FacebookWhatsAppFacebook MessengerGoogle+LinkedIn

Se sei arrivato o arrivata fin qui, c’è una domanda che di sicuro ti sta rimbalzando di continuo nella testa: come essere sicuri di sé?

Con l’altro sesso, sul posto di lavoro, in amore, a scuola: sapere come essere sicuri di se stessi fa la differenza tra una vita felice, piena di persone che ci stimano e che desiderano essere attorno a noi ed una vita fatta di giornate complicate, dove è la solitudine a caratterizzare lo scorrere del nostro tempo.

Ebbene, per te c’è un’ottima notizia: la sicurezza in sé stessi è qualcosa che si può imparare ad acquisire!

Hai capito bene. Non si tratta di una qualità innata e per poche persone, ma è una serie di modelli comportamentali e caratteriali che puoi imparare ad utilizzare e di cui puoi servirti in ogni momento della tua giornata.

Allora…come si fa a diventare sicuri di sé stessi?

Come essere sicuri di sé

Prima di tutto, dimentica l’idea che il tuo comportamento attuale sia, in qualche modo, colpa tua.

Di solito, il fatto di essere poco sicuri di sé dipende essenzialmente da una di queste quattro cause, che possiamo aver vissuto durante l’infanzia:

  1. Bullismo oppure punizioni continue da parte dei nostri genitori
  2. Assenza di incoraggiamento da parte degli altri
  3. Eccessiva dipendenza dalle altre persone, nel fare le cose
  4. Critiche distruttive

Queste sono quelle che vengono definite cause ambientali e che possono aver influito in modo decisivo sul tuo modo di essere.

Ti voglio subito rassicurare: innanzitutto non preoccuparti troppo perché…ci sono passato anche io!

Ti racconto una storia..quando ero piccolo, dopo la scuola i miei genitori mi lasciavano spesso insieme ai miei nonni. Penso sarà capitato anche a te…di per sé non c’è nulla di male a lasciare il proprio figlio insieme ai nonni, anzi costruire un rapporto positivo con i propri nonni è una delle cose più belle che ad un essere umano possa capitare…

..il punto è che i miei nonni mi ripetevano continuamente di stare “buono e fermo”, qualunque cosa mi venisse in mente di fare!

Ero un bambino molto creativo e di conseguenza ogni 5 minuti mi veniva in mente qualcosa di nuovo da fare o da scoprire. Non era il massimo sentirsi ripetere di continuo questa cosa…è capitato anche a te, vero?

Niente di terribile, sia chiaro..ma a volte la fonte della nostra insicurezza può venire proprio dalle persone più care, che ci sono più vicine. I miei nonni, nella loro errata consapevolezza di pensare di farmi del bene, in realtà generavano in me una serie di pippe mentali e di insicurezze che mi hanno poi condizionato anche da adolescente e da adulto!

Ma ora torniamo a noi…

La buona notizia, come ti dicevo, è che è possibile trasformare la propria insicurezza in sicurezza ed autostima e, anche se ti costerà uno sforzo costante e profondo, ti assicuro che i risultati che otterrai saranno in grado di ripagarti in modo eccezionale.

Come diventare sicuri di sé: 5 tecniche che funzionano

Ho letto e ascoltato molto su questo tema. Quello che ho trovato spesso corrisponde ad un monte di luoghi comuni e di consigli assolutamente poco utili per raggiungere l’obiettivo di diventare sicuri di sé stessi.

Iniziamo con le cose che non funzionano, quelle sbagliate che non ti aiuteranno:

  • essere te stesso: e se il tuo te stesso è una persona paurosa, piagnucolosa e perdente?
    Non mi sembra un grande consiglio, ed è esattamente il tipo di consiglio generico che viene dato a chiunque abbia problemi di personalità: sii te stesso! No, non mi sembra che possa aiutarti 😉
  • beni materiali: soldi, belle auto, vestiti firmati, oggetti ostentativi. Le persone che possono avere ogni tipo di bene materiale non sono più sicure di quelle che non ne hanno. Non investire su questo tipo di beni, non ti aiuteranno in alcun modo
  • approvazione degli altri: altro errore che spesso fanno le persone per sentirsi sicure di sé è quello di cercare a tutti i costi l’approvazione di amici, familiari e conoscenti. Non è facendo quello che gli altri vorrebbero che tu facessi o diventassi che ci si sente più sicuri. Essere accondiscendenti con gli altri è il modo migliore per peggiorare i propri stati d’animo e per crearsi una pericolosa gabbia mentale di dipendenza dagli altri.

Ora che abbiamo visto quali sono i comportamenti da evitare, concentriamoci su quelli virtuosi, che ti aiuteranno a vivere una vita più piena e felice.

Ecco le 5 tecniche di cui devi far uso relative a come essere sicuri di se stessi:

1. Pensare positivo

Come dicono tutti i grandi maestri della crescita personale e del successo, da Tony Robbins a Brian Tracy, tu diventi quello che pensi.

Cosa significa?

Che se pensi di essere un perdente, che ogni progetti in cui ti imbarchi finirà inevitabilmente in un fallimento e che le persone ti considerino negativamente…beh, è esattamente quello che otterrai!

La regola numero 1 su come essere sicuri di sé?

Pensare positivo, avere delle grandi aspettative sulla vita e sui propri progetti, guardare al futuro con ottimismo e sentirsi una persona bella, interessante e divertente, azionerà in te delle leve psicologiche che ti predisporranno per raggiungere questi risultati.

Hai capito bene! Se inizi a pensare che vuoi diventare una persona sicura, inizierai ad essere attento a tutta una serie di comportamenti e azioni che faranno di te una persona sicura. Da come cammini, a come ti poni con le altre persone, addirittura al tono della tua voce.

2. Migliorare i propri stati d’animo

Il tuo stato d’animo dirige fortemente sia i tuoi pensieri che le tue azioni.

E a loro volta, i tuoi pensieri e le tue azioni influenzano fortemente il tuo stato d’animo.

Insomma, il classico circolo vizioso negativo che ti porterà a sprofondare in un vortice di insicurezza sempre più nero.

Come si fa, allora, a “decidere” quale deve essere il proprio stato d’animo?

Ho usato intenzionalmente la parola decidere perché puoi indirizzare a tuo piacimento il tuo stato d’animo, iniziando ad eliminare i pensieri negativi e focalizzando i tuoi pensieri su emozioni e visualizzazioni positive.

E’ un percorso impegnativo…ma fa miracoli!

come diventare sicuri di sé

3. Accettare sé stessi

Che è molto diverso da “essere sé stesso“. Attenzione a non confondere le due cose 😉

Nessuno è perfetto, ma le persone che accettano sé stesse sono quelle che sono in grado di accettare i propri difetti e i propri errori.

Ricordi quando ti dicevo che non devi sentirti in colpa? E’ questo ciò a cui mi riferivo.

Accettare sé stessi significa convivere con i propri difetti, lavorare per migliorarsi ed eliminarli e, soprattutto, perdonarsi.

OGNUNO DI NOI SBAGLIA!

Ma le persone sicure di sé sono in grado di andare avanti e lasciarsi alle spalle i propri errori.

Cadere è parte della vita; mettersi in piedi di nuovo è vivere

4. Essere indipendenti e prendersi responsabilità

Le persone sicure di sé stesse non stanno lì ogni momento a lamentarsi su ciò che non va. Agiscono per migliorare la loro situazione.

Devi smettere di essere dipendente dal parere e dai pensieri di ogni persona che ti sta accanto e si permette di dire la sua su come vivi o su come ti comporti. Le persone sicure di sé sanno cosa vogliono, sono indipendenti ed impermeabili ai giudizi degli altri e vanno dritte per la loro strada e verso i loro obiettivi.

Essere indipendenti significa, quindi, essere in grado di non farsi condizionare troppo da quelle che possiamo definire “condizioni esterne” a sé e al proprio sistema di credenze e idee.

Questo stato mentale si lega a doppio filo con l’importanza di prendersi delle responsabilità. Smetti oggi stesso di fornire scuse a te stesso e di giustificare i tuoi fallimenti con motivazioni che non sono legate ai fallimenti stessi.

Se hai fallito, se una situazione non ti piace, se sei infelice, la responsabilità è tua e solamente te, e nessun altro, deve fare di tutto per modificare quella situazione.

Prendersi delle responsabilità è uno step fondamentale nel cammino di crescita personale che ti porterà ad acquisire sicurezza nei tuoi mezzi.

5. Proattività invece che reattività

La differenza è sostanziale. Le persone proattive fanno accadere le cose, le persone reattive le lasciano accadere.

Una persona proattiva ha il controllo della situazione, si concentra sugli strumenti e sulle strategie che deve utilizzare per raggiungere i suoi obiettivi. La sicurezza nei propri mezzi è, allo stesso tempo, motore e conseguenza delle proprie azioni.

Le persone reattive invece se ne stanno lì, esattamente come foglie che cadono dagli alberi in autunno, a farsi trasportare dal vento. Non sanno quello che vogliono, vivono in un continuo stato di incertezza e hanno paura del futuro.

Inizia a pianificare la tua vita, a porti degli obiettivi e ad indirizzare i tuoi passi verso questi obiettivi.

Per altre pillole e consigli sul tema della sicurezza in sé stessi, ti consiglio di investire qualche minuto del tuo tempo nella visione di questo video di Massimo Binelli, preparatissimo mental coach italiano:

Come essere sicuri di sé con le ragazze

Partiamo da una grande verità: a parità di qualunque altra condizione, una ragazza preferirà SEMPRE un uomo sicuro di sé, piuttosto che uno insicuro.

Ecco allora 3 consigli pratici su come essere sicuri di sé con le ragazze.

1. Cura il tuo fisico

Ti potrà sembrare banale, ma prendersi cura del proprio fisico, tenendo sotto controllo il proprio peso corporeo e migliorandosi con lo sport, è già qualcosa che aumenterà a dismisura la sicurezza in te stesso.

Quando ti senti appesantito e la tua forma fisica ti imbarazza, rischi di trasmettere queste sensazioni negative anche alla ragazza che hai di fronte e lei lo percepirà. Questo perché sarà il tuo body language (linguaggio del corpo) a farglielo capire e la conseguenza inevitabile sarà che si allontanerà da te, invece desiderare di continuare ad approfondire la tua conoscenza.

2. L’importanza del body language

Il tuo body language comunica esattamente ciò che sei ancora meglio di ciò che dici.

Ecco qualche suggerimento pratico per migliorarlo:

  • Parla lentamente e modula il tono di voce in modo tale da comunicare che sei in controllo della situazione
  • Guarda negli occhi l’altra persona mentre parli o in alto, invece che guardare verso il basso
  • Assumi una postura corretta e non “ingobbita”, se sei in piedi; rilassati quando sei seduto, senza protrarti eccessivamente verso l’altra persona

Questo del linguaggio del corpo con le ragazze è un tema veramente ampio e molto molto interessante. Spesso può fare la differenza, soprattutto nella fase di seduzione, tra il successo e il fallimento ed è per questo motivo che, se sei interessato ad approfondire la conoscenza di queste tecniche, ti invito a prendere qualche lezione da un vero professionista del settore.

Qui trovi il videocorso di Antonio Meridda, che è il massimo esperto italiano in tema di body language per la seduzione.

Nel corso, Antonio ti spiegherà i concetti fondamentali alla base della seduzione e quali sono le tecniche perfette per fare colpo su una ragazza, migliorando enormemente la tua capacità di seduzione e le tue probabilità di conquistare la donna che desideri. Trovi il corso qui.

3. Cura il tuo abbigliamento

Investire il tuo tempo nella cura del tuo stile e del tuo abbigliamento aumenta il senso di auto-accettazione e, di conseguenza, la sicurezza in sé stessi con le ragazze.

Avere uno stile ben curato e personalizzato ti fa sentire più apprezzato e ti distingue dagli altri uomini. Le ragazze amano gli uomini con personalità e senso del gusto. D’altronde, vale pure per te che sei uomo: preferiresti uscire con una ragazza trasandata, puzzolente e mal vestita o invece ti senti più attratto da una ragazza che si presenta splendidamente?

4. Come tornare a essere sicuri di sé dopo la fine di una storia

Può capitare, dopo la fine di una storia, che ci si senta a pezzi e che si inizi a pensare agli errori commessi e a come sarebbe potuta andare a finire se ci fosse comportati in modo diverso.

La verità è che tutti noi commettiamo errori. Ciò che è veramente sbagliato, e distruttivo, è come ti ho detto sopra…tormentarsi per i propri errori!

Possono essere tanti i motivi per cui la tua storia è finita, e non è questo il posto giusto per parlarne, ma c’è un consiglio che, a prescindere da quelle che sono state le cause per le quali la tua storia è finita, ti aiuterà a tornare a essere sicuro di te.

Esci dalla tua zona di comfort! Fai cose nuove, alimenta le tua passioni, esci con gli amici e conosci persone: queste sono solo alcune delle cose che ti aiuteranno a tornare a essere sicuro dopo la fine di una storia.

Una risorsa per te

Come essere sicuri di sé? Da dove iniziare?

Per avere una marcia in più nel tuo percorso di miglioramento personale ti consiglio di leggere l’ebook Sicuro di te in 60 giorni, che ti guida con esempi, esercizi ed indicazioni pratiche ad aumentare autostima e sicurezza in modo considerevole e definitivo.

È un percorso impegnativo, nel senso che dovrai dedicarci tempo ed energia tutti i giorni, per ben 2 mesi, quindi ti consiglio di intraprenderlo se e solo se sei davvero motivato ad aumentare l’autostima. Gli effetti però sono straordinari. Ti consiglio di scaricarne un estratto gratuito, in modo tale da capire se può veramente fare al caso tuo. Lo trovi qui.

Siamo arrivati alla fine del nostro articolo dedicato a come essere sicuri di sé.

Se hai trovato utile questo articolo, ti chiedo di dargli una valutazione di 5 stelle, e di seguire Carica Vincente sul blog, ma anche su Facebook e su Instagram.

Come essere sicuri di se stessi: inizia a diventarlo da oggi!
voto 5 (su 13 totali)

Ciao! Mi chiamo Lorenzo e sono co-fondatore di Carica Vincente. Nella vita mi occupo di web marketing e comunicazione, e mi appassionano l’economia ed il business a 360 gradi. Se vuoi metterti in contatto con me, sentiti libero/a di inviarmi una mail o aggiungimi su LinkedIn 😉

Articoli correlati
Condividilo con i tuoi amici!
FacebookWhatsAppFacebook MessengerGoogle+LinkedIn

Lascia un commento