Come fare un curriculum vitae perfetto: modelli per ogni lavoro!

/ /

Come fare un curriculum vitae perfetto, che sia in grado di farti ottenere un’elevata quantità di colloqui?

Sappi che è tutt’altro che facile…se usi la tecnica del “ci provo con tutto”.

Se ci pensi, è un po’ come nella seduzione. Fare un curriculum vitae e inoltrare la propria candidatura verso un’azienda è qualcosa di simile al chiedere di uscire ad una persona che ti piace.

Quindi devi fare bella figura per riuscire ad ottenere un appuntamento.

In questo articolo scoprirai quali sono gli step che devi seguire affinché i recruiter si accorgano di te e decidano di fissare un colloquio di lavoro per la posizione che desideri ottenere.

Ti starai chiedendo: “Ma dovrò avere anni e anni esperienza lavorativa alle spalle, per raggiungere questo risultato!”

NO! Leggi questo articolo, da cima a fondo, e capirai come è possibile avere un impatto formidabile sui recruiter, anche se non hai molte esperienze oppure sei un neolaureato appena uscito dall’università.

Sapere come fare un curriculum vitae perfetto è facile…se sai come farlo 😉

Prima di iniziare, se il tuo obiettivo è trovare un lavoro ben pagato e fare carriera, ti suggerisco il miglior videocorso in Italia sull’argomento: Career Accelerator.

Include un insieme di strategie, trucchi e accorgimenti per rispondere in maniera vincente ad un mercato professionale difficile, globale e in continua trasformazione. Ho anche scritto una recensione su di esso, che puoi trovare qui:

Come scrivere un curriculum vitae efficace: la strategia

Il 90% dei ragazzi neolaureati che escono dall’università, o che si affacciano per la prima volta sul mondo del lavoro, non hanno la minima idea di cosa vogliono fare nella vita, quale direzione vogliono intraprendere nella loro carriera, e in quale modo possono apportare valore ad un’azienda.

La maggior parte di essi vuole semplicemente uno stipendio, una sicurezza economica, che gli permetta di affrontare la vita in tranquillità e parcheggiarsi in azienda fino alla pensione.

E allora, cosa c’è di male nel desiderare tutto questo?

Assolutamente nulla, però prova a metterti per un attimo nei panni dell’azienda che riceve la tua candidatura. Se sei indeciso su quello che vuoi ottenere dalla tua carriera, l’azienda avrà almeno questi 3 motivi per non assumerti:

1. avrà paura che non metterai mai passione in quello che fai, e quindi non ti impegnerai abbastanza

2. temerà che lascerai il lavoro rapidamente, non appena formato, per inseguire un altro tipo di carriera, in un’altra azienda

3. ti percepirà come una persona poco sicura di sé e di quello che vuole dalla sua vita

E’ quindi fondamentale che tu, prima di presentarti alle aziende, faccia chiarezza sui tuoi obiettivi lavorativi.

Lo so che non è facile, e pure io sono passato attraverso questa fase complicata di scelte, ma sappi che non devi fare una scelta definitiva. Puoi sempre cambiare, aggiustare il percorso, e riposizionarti sul mercato, in modo diverso.

Articolo consigliato: Come capire che lavoro fare nella vita: un metodo infallibile

L’importante è che tu tenga sempre chiaro, per te stesso, e metta in chiaro sul tuo cv, cosa vuoi fare in questa fase della tua vita, e qual è la tua identità professionale in questo preciso momento.

Mettiamo che la tua identità professionale oggi sia quella di “social media manager”. Nessuno ti vieta, tra un anno, di riposizionarti come “marketing manager”, e tra due anni come “business coach”.

Poniamo che tu voglia venderti attualmente come commesso. Puoi benissimo, tra un anno, riposizionarti come visual merchandiser, oppure cambiare totalmente carriera, e proporti come account manager.

Il concetto è che devi far percepire in maniera netta e definita la tua immagine professionale, e costruire tutto il cv intorno a quella!

A questo punto potrebbero sorgerti delle domande, a cui tenterò di rispondere in modo molto schematico:

1. Non sono sicuro di quello che voglio fare… come faccio a scegliere subito?

Ricordati che non è una scelta definitiva, quindi affrontala con grande serenità. Fai una rapida analisi di quello che hai studiato all’Università, delle esperienze professionali che hai avuto nella tua vita, dei tuoi interessi, delle professioni verso cui nutri una certa curiosità, e di quello che cercano le aziende sul mercato del lavoro.

Devi mettere a sistema tutto questo, ed identificare una o due figure professionali che pensi ti rispecchino, o che ti piacerebbe ricoprire. Allo stesso tempo, deve trattarsi di professioni fortemente ricercate dal mercato del lavoro, per essere sicuro di avere decine di destinatari a cui poter mandare il tuo cv, altrimenti sarà tutto inutile.

2. So cosa voglio fare, ma non ho esperienze lavorative in questo settore… come mi comporto?

Ci sono diverse cose che puoi fare per arricchire il tuo curriculum anche quando non hai esperienze importanti alle spalle:

  • segui un breve corso online o offline sull’argomento,
  • fai business networking,
  • proponiti per fare un tirocinio gratuito di un mese in un’azienda che offre quel tipo di posizione,
  • leggiti uno o due libri sulla materia,
  • apri un blog che tratta di quell’argomento,
  • contatta un blog già esistente (non deve trattarsi per forza di un blog famoso) e chiedigli di poter contribuire gratuitamente

Queste sono soltanto delle idee, ma esistono migliaia di modi per arricchire il tuo cv partendo da un livello basic di professionalità, ed essere pronto in meno di un mese a presentare la tua offerta alle aziende.

Come fare un curriculum vitae perfetto: le esigenze aziendali

Innanzitutto partiamo da un concetto fondamentale: il curriculum vitae perfetto esiste…ma non è sufficiente farne uno uguale per tutte le posizioni ed inviarlo in serie a tutte le aziende che aprono una posizione.

Questo principalmente per 3 motivi:

1. le aziende hanno esigenze diverse

Questo significa che non puoi pensare di presentare le informazioni in modo uguale per tutte le aziende. Se ti stai candidando per una posizione di social media manager in una web agency e di cameriere in un ristorante…è impossibile che lo stesso tipo di curriculum sia efficace per entrambe le posizioni.

Devi invece selezionare le informazioni e presentare le tue competenze ed esperienze in maniera tale che le aziende possano coglierne il valore in base a ciò che è più utile.

2. i selezionati si accorgono dei curriculum “tutti uguali”

Ok, qui mi servo della seduzione per effettuare un paragone efficace.

Hai presente quelli o quelle che ci provano con tutto? Utilizzano sempre le stesse tecniche, trite e ritrite, e in questo modo cercano qualcuno/a che gli ci stia.

Per queste persone non è importante la qualità della relazione. Ciò che è importante è solamente non restare da sole. Come pensi, quindi, che siano le loro relazioni? E quanto pensi che possano durare?

L’approccio corretto è quello di ottenere informazioni sulla posizione e sull’azienda con la quale ci si candida e inviare il cv calibrato sulle esigenze di quella determinata azienda. Chiaro, no?

3. la concorrenza…è scarsa!

Se tutti utilizzano la tecnica del “invio il mio cv a chiunque, mi basta lavorare”, sarà ovvio che la qualità delle candidature inviate sarà piuttosto bassa. Tu hai la grande opportunità di riuscire a distinguerti dai tuoi concorrenti.

Non è affatto difficile: ti basterà seguire le indicazioni contenute in questo articolo che ti consentiranno di sapere come fare un curriculum vitae ad hoc per ogni posizione alla quale decidi di candidarti.

Vedrai che chi riceve i cv, tra centinaia di candidature TUTTE UGUALI, non avrà dubbi a scegliere quelle che trova più interessanti 🙂

Come fare un curriculum vitae perfetto: il segreto

Ti racconto qualcosa di me…non lo faccio per vantarmi, ma devi sapere che da quando mi sono laureato, nel 2014, ho cambiato 6 aziende nel giro di 3 anni e non ho mai avuto problemi a trovare colloqui di lavoro e a ricevere buone offerte…e per fortuna che in Italia c’è crisi!

Come ci sono riuscito?

Non sono un mago, né tanto meno esistono dei trucchi o delle scorciatoie segrete.

Anzi, un piccolo segreto c’è…e non mi interessa tenerlo per me. Te lo svelo immediatamente!!

Il mio segreto è quello di cercare di empatizzare con le esigenze aziendali e con quelle del selezionatore.

Cosa significa?

Per un attimo chiudi gli occhi e fingi di non essere colui o colei che cerca lavoro…ma di essere l’imprenditore!

Fingi di possedere un’azienda e di trovarti ad avere la necessità di assumere una nuova risorsa per la tua organizzazione.

Ok, ci sei?!

Bene…ora pensa a quale vorresti che fossero i candidati che ti inviassero il cv. Beh, a meno che tu non sia pazzo, immagino che desidereresti lavorare con persone capaci, che possano dare valore alla tua azienda..o sbaglio?

Oppure preferiresti avere a che fare con delle persone totalmente disinteressate al tuo business, che desiderano solamente portare a casa uno stipendio a fine mese?

Io propenderei decisamente per la prima categoria di persone…e te?

Ecco, ora dimmi…sceglieresti qualcuno che si vede lontano un chilometro che invia lo stesso identico cv a tutte le aziende o qualcuno che abbia preparato un curriculum vitae ad hoc per la posizione che hai aperto, magari accompagnato da una bella lettera di presentazione?

Queste domande ti aiutano ad entrare nel mood dell’imprenditore e, forse, ti stanno aiutando a capire perché tante volte, nonostante ti sembrasse di avere i requisiti giusti per ottenere un colloquio, sei stato scartato.

Non è nulla di drammatico, sia chiaro!!

Però il tempo, l’energia e la motivazione che perdi quando il tuo cv non viene preso in considerazione è qualcosa che mina la tua autostima e questa non è per niente una cosa positiva.

Evita il CV formato europeo

Tutti ti consigliano di utilizzare il curriculum vitae in formato europeo. Sicuramente hanno dei buoni motivi per consigliartelo, ma dobbiamo analizzare insieme i vantaggi e gli svantaggi di questa pratica.

I vantaggi del curriculum formato europeo

1. è un formato standardizzato e riconoscibile da tutte le aziende e pubbliche amministrazioni, anche all’estero

2. alcuni datori di lavoro e pubbliche amministrazioni richiedono esplicitamente il cv in questo formato

3. è facilissimo scaricarlo e compilarlo con le tue informazioni

Gli svantaggi del curriculum formato europeo

1. non è graficamente accattivante

2. ti obbliga a presentare le informazioni in un modo standard e noioso

3. ti uniforma a tutti gli altri candidati

A mio avviso, riuscirsi a distinguere dagli altri candidati e a catturare sin da subito l’attenzione del recruiter, sono fattori fondamentali per il successo nel trovare lavoro.

Immagina di inviare il tuo curriculum in formato europeo ad un’azienda. Colui che si occuperà della selezione dei candidati, dopo aver guardato decine di cv tutti uguali, darà un rapido sguardo anche al tuo, lo leggerà rapidamente prestando poca attenzione alle informazioni, e passerà oltre.

Avrai quindi capito che devi trovare un modo per distinguerti dalla massa. Non ti preoccupare perché ti stiamo per presentare la soluzione definitiva, che si chiama Canva.

Cos’è Canva?

Canva è un software online di grafica, per non esperti di grafica. Ti permette di effettuare lavori stupendi per ogni tipo di esigenza che tu possa avere. Esistono già dei formati di cv pre-impostanti, chiari, accattivanti a livello grafico, e totalmente personalizzabili. La cosa fantastica è che è tutto totalmente gratuito!

In questo articolo non possio spiegarti come usare Canva, ma è piuttosto intuitivo, e ce la farai sicuramente da solo. Ciò che farò è spiegarti cosa devi inserire nel tuo cv e fornirti un esempio pratico di curriculum realizzato su Canva, secondo il mio metodo.

canva grafica

Scegli uno dei vari template gratuiti a tua disposizione:

curriculum vitae canva

Qui sopra trovi solo alcuni esempi, tra le decine di template gratuiti che esistono. Scegli quello che ti piace di più ed inizia a lavorarci. Puoi modificarlo facilmente e adattarlo alle tue necessità.

Le regole da seguire

Ora possiamo iniziare a vedere quali sono le regole fondamentali relative a come fare un curriculum vitae vincente.

1. Attieniti ad una pagina

come scrivere un curriculum una paginaCome vedi anche dagli esempi sopra, il cv deve essere di una pagina. Se non riesci a colpire le aziende con un curriculum di una pagina, stai sicuro che non ci riuscirai con un cv più lungo, di 2 o 3 pagine.

Non farai altro che annoiare chi lo legge e dimostrare che non hai capacità di sintesi.

2. Evidenzia la tua qualifica

In cima al curriculum, o comunque in una posizione che abbia un forte risalto, inserisci la tua qualifica professionale oppure il posto di lavoro che ti piacerebbe ricoprire. Tutto il tuo cv sarà costruito intorno a questa tua qualifica.

3. Come fare un curriculum vitae: presentati

Inserisci un’introduzione in cui ti presenti a chi ti sta per leggere. La presentazione deve mettere in evidenza quali sono le tue qualità personali più importanti e le tue ambizioni.

Devi cercare di mettere in luce, in poche righe, i lati migliori del tuo carattere e farli percepire come dei benefici per chi legge.

Se sei una persona estroversa e gentile e le posizioni per cui intendi candidarti prevedono una forte componente di team working, sarà opportuno mettere in evidenza queste caratteristiche.

Se hai intenzione di candidarti per lavori che prevedano poche responsabilità e una certa ripetitività nella mansione, come lo sportellista di banca, essere dotati di spirito imprenditoriale sarà una caratteristica che non si sposa alla perfezione con questo tipo di ruolo. In questo caso, meglio evidenziare che sei una persona precisa e ben organizzata.

In generale, evita di essere eccessivamente prolisso nella presentazione e non essere presuntuoso. A volte, si rischia di cadere nel ridicolo quando si cerca di voler fare colpo a tutti i costi sui recruiter e si finisce per generare il cosiddetto “effetto superman”, ovvero un candidato che ha delle qualità talmente perfette, a tal punto da sembrare poco realistico.

4. Seleziona le tue esperienze professionali

Probabilmente avrai letto spesso in giro che è importante inserire tutte, ma proprio tutte le esperienze professionali, che hai accumulato in vita tua.

Niente di più falso!

Ricorda che devi contenere tutte le informazioni del cv in una pagina, e allo stesso tempo, devi essere efficace.

Se ti candidi per lavorare in una clinica privata come fisioterapista, evita di inserire tutti quei lavoretti estivi come il cameriere o il bagnino, che sicuramente denotano un certo spirito di sacrificio, ma che possono essere sicuramente sacrificabili nei confronti di ruoli più contestuali all’ambito di riferimento.

E’ evidente, allora, che devi selezionare le esperienze lavorative e presentare solamente quelle realmente coerenti ed attinenti al lavoro che stai cercando di aggiudicarti.

Ricordati inoltre di seguire un ordine cronologico inverso nel presentare la lista delle tue esperienze lavorative. Parti quindi da quella più recente e significativa.

5. Come fare un curriculum vitae: sii schematico

Una delle caratteristiche più apprezzate è la tua capacità di organizzare analiticamente i concetti che esprimi.

Per questo motivo, quando presenti le tue esperienze professionali o quelle scolastico/universitarie, sarebbe magnifico se riuscissi a descriverle con un breve elenco puntato.

Infatti è molto più comodo ed efficace, per chi legge, avere a che fare con un elenco puntato, piuttosto che con lunghe e noiose frasi.

Ecco un esempio pratico, da cui puoi prendere spunto 🙂

come scrivere un curriculum vitae efficace

6. Evidenzia le tue skill

Riserva una sezione del tuo cv per indicare in modo schematico (facendo una lista) tutte le principali skill che possiedi. Includi sia le cosiddette soft skill – come leadership, team working e problem solving – sia tutte le competenze tecniche legate al tuo settore che senti di possedere.

Quando scegli quali skill inserire, non usare termini troppo generici o che non suscitino immediatamente l’idea di un vantaggio nella mente di chi legge il tuo curriculum.

Ragiona invece per parole chiave, e sii estremamente specifico su quello che sai fare. Mettiti anche nei panni del recruiter, ed usa dei termini che possa immediatamente comprendere ed apprezzare come utili per la sua azienda.

7. Usa una tua foto professionale

Come fare un curriculum vitae professionale?

Devi anche avere una tua foto professionale. Contatta un tuo amico molto bravo a scattare foto, oppure rivolgiti ad un fotografo professionista. Investi una giornata del tuo tempo, se necessario anche qualche soldo, e fatti scattare la foto più bella della tua vita. 

Puoi essere sicuro che ne varrà la pena, perché una foto professionale è un elemento di cui un cv efficace non può fare a meno, ed è la prima cosa su cui cade l’occhio di chi lo legge.

Assicurati che nella foto sia chiaramente visibile il tuo volto con espressione seria ma positiva, e che la foto ti doni professionalità e valore.

8. Differenziati

Questo significa che, ogni volta che mi candido per una posizione diversa, dovrò modificare il cv?

Esatto! Non stai giocando al “Gratta & Vinci”, non vale la regola del “più curriculum invii, più hai speranze di trovare qualcuno che ti assuma.”

Si tratta della tua carriera lavorativa, ed è qualcosa che va presa molto seriamente, e sulla quale devi investire molto del tuo tempo 😉

Di conseguenza, dovrai adattare il tuo cv in base al lavoro per cui hai intenzione di candidarti, seguendo questa distinzione:

Se vuoi candidarti per posizioni totalmente diverse tra loro, ti servono 2 cv totalmente diversi.

Se invece vuoi candidarti per posizioni relative allo stesso settore (es. contabilità), puoi usare un unico cv. Dovrai però avere l’accortezza di apportare al documento qualche piccola modifica, inserendo le parole chiave più importanti in relazione all’offerta di lavoro per cui ti stai candidando.

come scrivere un curriculum perfettoNon è che devi sempre stravolgere totalmente quello che prepari, ma anche delle piccole modifiche possono fare la differenza tra fare un curriculum vincente ed efficace ed uno che viene cestinato.

Cura con attenzione i minimi dettagli, evidenzia ciò che ha realmente valore per il tuo futuro datore di lavoro e fai cadere la sua attenzione su ciò che potrebbe veramente apprezzare.

Come fare un curriculum vitae perfetto: personalizza!

Ora che sei in grado di empatizzare con l’azienda, devi compiere un ulteriore step in avanti.

Se riesci a captare quali sono le esigenze precise dell’azienda tramite ciò che viene inserito nella descrizione dell’offerta di lavoro e riesci a selezionare le informazioni di valore, in modo tale da comunicare al selezionatore che il tuo profilo è ciò che aderisce alla posizione…allora hai fatto bingo!

In questo caso puoi stare certo/a che il selezionatore sarà entusiasta di prendere in esame la tua candidatura e di fissare un colloquio conoscitivo.

Cerchiamo di fare un esempio pratico, perché è ciò che potrebbe aiutarti a chiarire ulteriormente il concetto.

Andiamo su Linkedin, che è il portale per il lavoro migliore al mondo, e cerchiamo un annuncio qualsiasi nella città di Firenze.

cercare lavoro linkedin

Scegliamo l’annuncio che ci compare per primo. Interessante, no?

E’ una posizione per Addetto Analisi e Seguito, nell’area Marketing di un colosso del settore finanziario, come Findomestic.

Clicchiamo sulla posizione e leggiamo la job description

job description curriculum vitae

Ora cerchiamo di empatizzare con le esigenze aziendali…e analizziamo le informazioni principali.

Findomestic cerca:

1. giovani laureati in statistica o matematica

2. che si occupano di Campaign Management (se non sai cosa è, non è un problema..basta cercare su google)

3. che siano in possesso di competenze di base per una persona laureata in statistica e matematica

Cosa desumere da questi 3 punti?

Come accade per la quasi totalità delle posizioni cosiddette entry-level, i requisiti non costituiscono una barriera all’ingresso per i candidati.

Le competenze richieste, infatti, non sono un ostacolo particolarmente grande per tutti coloro che hanno conseguito una laurea in statistica o matematica.

E Findomestic non si aspetta di ricevere cv da candidati senior con molti anni di esperienza.

Allora, se i requisiti per accede a questa posizione non sono discriminanti, cosa fa la differenza in fase di screening dei curriculum?

La fa la presentazione delle informazioni sul tuo cv…e la grafica del cv stesso.

Un curriculum brutto, compilato con il modello europeo, secondo te ha le stesse possibilità di passare una selezione di un cv graficamente accattivante e veloce da leggere?

Se la tua risposta è sì…beh, quello che ho detto finora non è servito praticamente a niente!

Se la tua risposta è no…continua a leggere l’articolo.

Come fare un curriculum vitae per questa posizione?

Personalmente mi candiderei a questa offerta con un qualcosa di simile a questo:esempio curriculum vitae banca

Come vedi, ho cercato di adattare la mia presentazione alle esigenze aziendali, spiegando i motivi per i quali mi reputo adatto ad una posizione di questo tipo e gli obiettivi che posso aiutare a far raggiungere all’azienda.

Inoltre, a livello grafico, ho cercato di proporre un cv con un forte impatto visivo ed emozionale, che mi possa consentire di spiccare notevolmente sul cv dei miei concorrenti (che ti assicuro, per la maggior parte delle persone sarà il modello europeo).

Dal momento che si tratta di una posizione di tipo statistico/matematico, ho pensato di inserire un grafico a barre e un grafico a torta.

Infine, come ciliegina sulla torta, ho utilizzato gli stessi colori del logo di Findomestic, in modo tale da creare una fluidità cognitiva con il brand. Questo è un piccolo dettaglio che lavora a livello inconscio e che potrebbe favorire la scelta del selezionatore di far ricadere la sua scelta su di me.

Ultima cosa che ti faccio notare: stile sobrio. Come richiede un ambiente serioso come quello di una banca 😉

Modelli di curriculum vitae

E’ vero che il cvdeve essere personalizzato e i contenuti, come abbiamo visto qualche riga più in alto, devono essere assolutamente adattati alla posizione e alle esigenze aziendali.

Tuttavia è altrettanto vero che determinati tipi di aziende si aspettano un determinato tipo di presentazione da parte dell’utente.

Posto che il curriculum vitae formato modello europeo avrà il solo effetto (negativo) di uniformarti agli altri candidati appiattendo le tue competenze distintive, è altrettanto vero che se ti candidi, ad esempio, per una posizione di designer, farai una buona figura se nel tuo cv ci saranno degli elementi grafici che suggeriscono che hai delle potenzialità interessanti come designer.

Allo stesso modo, eviterei di inviare un cv troppo “vivace” per lavori che richiedono una certa formalità, come lo sportellista bancario, l’agente assicurativo o il consulente per aziende come Accenture o KPMG.

Esempi di curriculum vitae già compilati

Vediamo allora, qui di seguito alcuni esempi di curriculum vitae già compilati, che si adattano ad alcune tra le posizioni lavorative per le quali c’è una grande domanda di lavoro.

Il suggerimento che ti posso dare, in questo caso, è di prendere spunto da questi modelli e di cercare di calibrali, nella maniera più aderente possibile, alla job description.

Solamente in questo modo sarai in grado di effettuare una presentazione veramente efficace nei confronti dell’azienda per la quale vuoi lavorare.

Prima di iniziare questa carrellata di esempi di cv già compilati, ti invito in ogni caso a sperimentare e testare. Solo così sarai in grado di raggiungere la soluzione più efficace, che sarà in grado di farti trasformare questi cv in veri e propri colloqui di lavoro.

Agente di commercio

Come fare un curriculum da agente di commercio?

Opterei per una soluzione sobria ed ordinata, anche in questo caso. Di seguito, trovi un valido esempio:

Come fare un curriculum agente di commercioCome fare un curriculum agente di commercio

Infermiere

Come fare un curriculum per infermiere?

Anche qui, direi che una soluzione sobria e precisa è la scelta più giusta. Di seguito, trovi un valido esempio:

Come fare un curriculum per infermiere

Operaio

Come fare un curriculum per operaio?

Un pizzico di fantasia e creatività, ma senza esagerare potrebbe essere una buona soluzione. In questo caso, devi comunque rimanere serioso e non esagerare con la vivacità. Di seguito, trovi un valido esempio:

Come fare un curriculum operaio

Autisti

Come fare un curriculum vitae per autisti?

Stesso discorso del cv per gli operai. Sobrietà, ma con un pizzico di originalità che servirà a farti distinguere dagli altri.Di seguito, trovi un valido esempio:

Come scrivere un curriculum vitae per autisti

Call Center

Come fare un curriculum vitae per call center?

In questo caso punterei un po’ più sulla creatività, perché si presuppone che il lavoro di call center sia un lavoro di proposizione commerciale e, di conseguenza, suggerire al selezionatore che si è dotati di un pizzico di creatività in più, potrebbe essere un buon segnale da comunicare. Di seguito, trovi un valido esempio:

Come scrivere un curriculum vitae per call center

Estetista

Come fare un curriculum vitae per estetista?

Qui direi proprio che libertà espressiva, creatività e fantasia sono molto apprezzate. D’altronde l’estetista è un lavoro che richiede una certa capacità di fare empatia anche con le richieste più particolari dei clienti e, di conseguenza, persone con schemi mentali molto rigidi non saranno i profili più indicati per ricoprire questo tipo di ruolo.

Di seguito, trovi un valido esempio:

Come scrivere un curriculum vitae per estetista

Come ultimo suggerimento, non posso far altro che consigliarti il miglior corso in circolazione per trovare lavoro e fare carriera: Career Accelerator.

Luca Mastella, uno dei creatori del corso, offre anche la possibilità di partecipare ad un webinar settimanale gratuito che che spiega quali sono le tecniche migliori per preparare il curriculum vitae, la lettera di presentazione ed il colloquio di lavoro. Puoi iscriverti gratuitamente da qui:

Ti segnalo, di seguito, altri articoli di approfondimento che potrebbero interessarti:

  1. Come fare una lettera di presentazione efficace
  2. Non trovo lavoro: ecco spiegato quello che devi fare
  3. Colloquio di lavoro: domande e risposte, cosa dire e come vestirsi
  4. Come cambiare lavoro: consigli per superare la paura di cambiare
  5. Come trovare lavoro con LinkedIn in Italia e all’estero
  6. Come capire che lavoro fare nella vita

Se hai trovato utilità in questo articolo dedicato a come fare un curriculum vitae, ti chiedo di dargli una valutazione di 5 stelle, e di seguire Carica Vincente sul blog, ma anche su Facebook e su Instagram.

Come fare un curriculum vitae perfetto: modelli per ogni lavoro!
voto 5 (su 10 totali)

Articoli correlati

Ciao! Mi chiamo Lorenzo e sono co-fondatore di Carica Vincente. Nella vita mi occupo di web marketing e sviluppo di carriera, e mi appassionano l’economia ed il business a 360 gradi. Se vuoi una consulenza, sentiti libero/a di inviarmi una mail o scrivimi su LinkedIn 😉

Lascia un commento