Come trovare la propria strada nella vita: le 3 fasi da seguire

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Come trovare la propria strada nella vita? La questione non è affatto banale, visto che tutti ci siamo trovati almeno una volta a chiederci quale strada prendere da un punto di vista professionale.

Ogni essere umano – indipendentemente da sesso, età, provenienza ed estrazione sociale – nutre il profondo desiderio di individuare un lavoro che lo renda pienamente felice ed appagato, in modo da intraprendere una carriera di successo, piena di soddisfazioni ed in linea con le proprie capacità e propensioni naturali.

Tuttavia è più facile a dirsi che a farsi, non è vero?

I nostri antenati non si ponevano neppure il problema: la donna doveva fare la casalinga ed allevare i figli, mentre l’uomo doveva coltivare la terra, fare qualche lavoro manuale o al massimo guidare la carrozza con i cavalli.

Ognuno aveva il suo ruolo, ed il lavoro era vissuto come un qualcosa di necessario alla sopravvivenza, ma che raramente poteva garantire appagamento e realizzazione.

A seguito della rivoluzione industriale, e ancor più con la recente rivoluzione digitale, le opzioni lavorative (e le offerte universitarie) si sono letteralmente moltiplicate, le professioni hanno raggiunto un livello di specializzazione davvero sorprendente, e via via è nata in noi la giusta pretesa di non lavorare solo per il sostentamento, ma anche per realizzare qualcosa di più significativo nella nostra vita.

E’ quindi una fortuna che al giorno d’oggi ciascuno di noi disponga di un’ampia possibilità di scelta, ma questa abbondanza di opzioni molto spesso ci paralizza e ci lascia fortemente indecisi su cosa fare nella vita.

Se quindi sei confuso e ti stai chiedendo come capire che lavoro fare, o quale università scegliere, ti capisco benissimo: pure io ci sono passato.

Purtroppo i nostri genitori, il sistema scolastico, l’università, le aziende e più in generale la nostra società, non sono quasi mai in grado di darci dei giusti consigli su come trovare la propria strada nella vita. Forse in futuro le cose cambieranno, e ciascuno di noi potrà usufruire di servizi di orientamento professionale molto accurati, ma per adesso siamo costretti a fare tutto da soli.

Tramite questo articolo cercherò di fornirti alcuni preziosi consigli su come trovare la propria strada professionale. Se poi vorrai approfondire ti invito a leggere uno di questi 6 libri, che ti aiuteranno a comprendere le tue predisposizioni naturali e scegliere di conseguenza il tipo di carriera che fa davvero per te.

Come trovare la propria strada: il metodo

Il metodo che voglio proporti non è rapido e immediato: ti consiglio di diffidare sempre da chi ti promette soluzioni infallibili e poco faticose, soprattutto in ambito professionale. In fondo si tratta della decisione più importante della tua vita, e non puoi prenderla con leggerezza e senza aver fatto tutte le dovute considerazioni.

Attraverseremo insieme 3 differenti fasi: quella dell’introspezione, quella dell’esplorazione, e per finire quella della creazione. Sei pronto? Ora iniziamo a fare sul serio!

come trovare la propria strada nella vita

1. La fase dell’introspezione

Per trovare la propria passione e scoprire cosa fare nella vita è necessario innanzitutto guardare dentro di sé, comprendere la propria natura e le proprie inclinazioni caratteriali.

Ogni persona ha dei doni unici ed irripetibili, dei talenti innati, degli ambiti in cui può raggiungere l’eccellenza con estrema facilità rispetto alle altre persone.

Per quanto tu possa in questa fase sentirti confuso e spaesato, ti assicuro che anche te hai qualcosa di speciale che ti rende diverso da tutti gli altri. Non ti resta che scoprirlo e vivere di conseguenza.

Può trattarsi di qualunque cosa: magari sei bravissimo a scrivere, a fare i conti, ad aiutare le persone, oppure a disegnare. Ciascuna di queste abilità può rappresentare un ottimo punto di partenza per sviluppare la tua carriera futura!

Inizia allora a porti le seguenti domande:

  • Quali sono le mie più grandi passioni?
  • Quali sono le cose che mi riescono naturalmente bene, anche se non mi impegno?
  • In cosa sento di poter essere davvero di aiuto agli altri?
  • Quale materia o area professionale mi interessa particolarmente?
  • Quali sono le persone che stimo di più al mondo? Cosa fanno?
  • Che lavoro farei, almeno temporaneamente, anche senza essere pagato?
  • In quale materia scolastica andavo meglio?
  • Cosa sognavo di fare da bambino?

Rispondendo ai seguenti quesiti riuscirai a fare più chiarezza su ciò che potenzialmente potrebbe piacerti fare, e su ciò per cui saresti portato. Ma non si tratta solo di questo: come spiego nel mio articolo sull’ikigai, per trovare la propria strada ed il senso della propria esistenza è necessario mettere a sistema ciò che si ama fare, con ciò che è effettivamente richiesto sul mercato.

Sarebbe inutile cercare di specializzarsi in una professione inesistente o in forte calo, oppure scegliere una facoltà universitaria che offre pochissime opportunità di carriera. Ecco perché è importante porsi anche una serie di ulteriori domande, come le seguenti:

Mettendo a sistema le tue risposte, dovresti almeno trovare qualche idea da cui partire per la cosiddetta fase dell’esplorazione.

2. La fase dell’esplorazione

Dopo un’accurata introspezione, è necessario che tu passi all’azione iniziando ad esplorare il mondo che ti circonda, e lanciandoti in diverse esperienze formative e professionali per capire se possono davvero fare per te o meno.

La verità è una sola: nessuno di noi ha la certezza di fare la cosa giusta quando si trova a scegliere che università prendere o che lavoro fare. Si tratta sempre di una scommessa.

Il segreto è provare mille cose nuove, senza la pretesa di trovare la propria strada al primo tentativo. Ogni errore, ogni esperienza negativa, ogni fallimento ti porterà più vicino al tuo obiettivo, dato che ti permetterà di eliminare una possibilità dalla tua lista.

Ecco allora alcuni suggerimenti operativi che mi sento di darti:

  • Prova dei lavori anche molto differenti l’uno dall’altro, soprattutto all’inizio della tua carriera
  • Iscriviti all’università solo se sei abbastanza convinto che vorrai lavorare in quel settore
  • Durante l’università inizia a lavorare
  • Non aspettare la fine dell’università per chiederti “cosa fare della mia vita?
  • Se non sai che facoltà prendere, per il momento non iscriverti all’università!
  • Se vedi che un lavoro non ti piace, non temporeggiare: cambia subito!
  • Segui qualche corso di formazione online o dal vivo sugli argomenti che ti interessano

Ad ogni nuovo lavoro potrai scoprire sempre nuove sfaccettature della tua personalità e del mercato del lavoro, restringendo progressivamente il campo di azione. Ogni volta potrai capire cosa ti piace e cosa non ti piace di quella professione e decidere verso dove muoverti.

Il tutto sarà ancora più efficace se di volta in volta cambierai città, o addirittura nazione. La tua visione delle cose non sarà più relativa ad un contesto locale, ma si allargherà progressivamente. Ti arricchirai come persona e troverai sicuramente la tua strada.

trovare la propria strada

3. La fase della creazione

Nelle prime due fasi del nostro processo volto a capire come trovare la propria strada, hai guardato dentro di te e hai poi cercato di esplorare attraverso nuove esperienze il mondo che ti circonda. Con le informazioni che hai ricavato è ora giunto il momento di mettere tutto insieme, abbandonare ogni indugio ed iniziare a creare la vita che davvero desideri!

Spesso, anche dopo aver sperimentato tante cose diverse, ci si sente insicuri su cosa fare nella vita e si teme che ci sia qualcosa di sbagliato dentro di noi. La verità è che è del tutto normale, e qualunque professionista di ogni settore a volte fantastica su come sarebbe stata la sua vita se avesse intrapreso una carriera diversa.

Il nostro cervello funziona così, e dobbiamo accettarlo: non esiste nessun “momento eureka”, in cui tutto finalmente ci risulta chiaro e non abbiamo più alcun dubbio su quale sia il lavoro ideale per noi.

Ad un certo punto siamo chiamati a prendere una decisione, anche se imperfetta, e a rinunciare a tutte le altre possibili alternative che stavamo valutando.

Prendere una decisione concreta su chi vogliamo essere ci aiuterà tantissimo a raggiungere il successo professionale, a diventare davvero bravi in quello che facciamo, e ad iniziare ad amare il nostro lavoro.

Infatti molto spesso va proprio così: si sceglie una professione un po’ per curiosità o per interesse superficiale, ma poi col tempo si diventa sempre più bravi ed appassionati in quella cosa, fino a convincerci che è proprio quella la nostra strada.

Ti lascio con questo video di Cecilia Sardeo, che spiega molto bene il concetto:

Come trovare la propria strada a 30 anni

Se ti stai chiedendo come trovare la propria strada a 30 anni, molto probabilmente sei preoccupato, spaventato o addirittura terrorizzato. Senti di non essere più un ragazzino, e ti senti quasi in colpa per non essere ancora riuscito a scegliere il percorso professionale che fa per te.

Qualunque sia il tuo punto di partenza, voglio che tu sappia che viviamo in un mondo fluido e pieno di opportunità. Nell’attuale mercato del lavoro è sufficiente un anno di pratica e formazione intensa per qualificarsi ed iniziare ad operare con successo in un determinato settore.

Anche se dovessi iniziare proprio da zero (nessuna laurea, zero esperienze professionali, zero idee su cosa fare nella vita… e la cosa è altamente improbabile), avresti comunque la possibilità di formarti, trovare un lavoro ed impostare la tua carriera da dipendente o da freelance nel giro di un anno.

Ad esempio puoi tentare un lavoro nuovo ogni anno per 5 anni, e poi prendere una decisione finale su cosa fare nella vita quando avrai 35 anni. Saresti ancora giovanissimo 😉

Per approfondire questo metodo, e scoprire le migliori strategie di sviluppo della tua carriera ti invito a leggere il mio ebook Trovare Lavoro In Italia Oggi.

Scopri la giusta mentalità, i migliori strumenti e la candidatura perfetta per trovare facilmente un lavoro in Italia nel 2020

Siamo giunti al termine di questo lungo articolo su come trovare la propria strada nella vita. Sono sicuro che ne trarrai utilità, e mi auguro tu possa realizzare i tuoi sogni e dare un grande contributo a questo mondo.

A presto!

Alessandro
Alessandro
Ciao! Mi chiamo Alessandro e sono co-fondatore di Carica Vincente. Mi occupo di comunicazione efficace, crescita personale e psicologia dei rapporti di coppia. Su questa pagina trovi tutti i manuali scritti da me e dal mio team.

Leggi anche:

Lascia un commento