Cosa fare nella vita: scopri come trovare la propria strada

/ /
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin

Cosa fare nella vita? Come trovare la propria strada? Non so cosa fare della mia vita! Queste sono domande e affermazioni che almeno una volta ti sarai posto, o da bambino, oppure cominciando un nuovo percorso di studio o professionale.

Ti dico subito che si tratta di una questione delicata, e trovare la risposta può richiedere del tempo. Sono pochi infatti coloro che fin da giovani hanno chiaro in mente cosa fare nella vita, e a loro soltanto la questione di trovare la propria strada risulta di immediata risoluzione.

È il caso ad esempio del celeberrimo cantautore Ed Sheeran, che ama raccontare spesso che sin dalla tenera età aveva chiaro in mente il suo percorso, la sua carriera e vocazione, quella del cantante.

Oppure si tratta di attori famosi che, magari spinti anche da influenze familiari, hanno cominciato la loro professione da giovanissimi; il loro successo in questo campo li ha spinti a non cercare altre strade nella vita.

Per loro e per gli altri che si sono trovati in casi simili la domanda di cosa fare nella vita ha avuto una risposta naturale, ma per gli altri, che sono la maggioranza, la questione è sicuramente più complicata.

Per molti il prossimo passo, il futuro verso cui andare, risulta solo la conseguenza degli avvenimenti a cui sono soggetti passivamente ogni giorno. Per i pochi restanti, che sono la minoranza, è invece il frutto di scelte oculate, di analisi approfondite e di acute osservazioni.

Solo pochi vogliono e sono in grado infatti di pianificare i propri obiettivi e seguire fedelmente i piani, fino a raggiungere in effetti quello che si erano prefissati di fare. È inevitabile che costoro siano quelli che riescono a spiccare nella società, o che perlomeno si sentono realizzati in quanto ottengono quello che vogliono dalla vita.

Ognuno di noi del resto scopre la propria vocazione in tempi diversi, e ciò dipende da una molteplicità di fattori.

In questo articolo su cosa fare nella vita troverai sicuramente degli utili suggerimenti che ti metteranno nella giusta predisposizione per iniziare quel percorso che ti porterà a trovare la tua strada.

Non so cosa fare nella vita: cause dell’assenza di obiettivi

L’assenza di una direzione, di un obiettivo verso il quale orientare le proprie forze, è un senso comune a molti, giovani e meno giovani. Vuoi che essi debbano incominciare l’università o che si buttino nel mondo del lavoro per la prima volta, essi si trovano attanagliati da un senso di indecisione riguardo quale sia la migliore strada da percorrere.

Perchè le persone non sanno cosa fare nella vita

Molti studiosi concordano sull’opinione che la principale causa sia da imputarsi al nostro ormai antiquato e obsoleto sistema di studi liceale e universitario, che non è stato capace di adattarsi al rapido correre degli eventi.

Gestite dalle vecchie istituzioni (dai cosiddetti baroni, i quali sono volti di più a curare i propri interessi piuttosto che a favorire una sana crescita degli alunni) le università odierne sono un concentrato teorico che si discosta anni luce dalla realtà che i giovani troveranno in verità nella vita.

Teoria, teoria, ancora teoria. Le università italiane mancano di quella che possiamo definire “educazione alla vita“, che rappresenta la disciplina che permette ad un giovane di capire cosa davvero conti per lui, quali sono i suoi desideri, riassumendo: cosa lo renderebbe felice e realizzato.

Che cosa vuoi fare una volta finita l’università?

Il 90% degli studenti risponde: “Mah, qualcosa legato al mio percorso di studi”. Senza sapere di preciso cosa sia, soltanto pensando che avendo intrapreso quella facoltà sembra logico continuare su quella strada.

Piuttosto che frequentare università di questo tipo, a questo punto sarebbe meglio una volta finiti gli studi superiori andare là fuori e fare delle esperienze di vita, un po’ alla Gabri Way. L’università non ti garantisce più un posto di lavoro sicuro, i dogmi del passato su cui si fondano i consigli dei tuoi genitori non valgono più, la società è radicalmente cambiata.

Ci sono molte figure di successo in Italia e nel mondo che o non hanno frequentato l’università, oppure si sono rese conto successivamente della sua limitatezza. Mark Zuckerberg o Steve Jobs sono solo alcuni esempi lampanti.

I problemi che derivano dall’assenza di obiettivi

L’assenza di un obiettivo, uno scopo, una mission nella vita porta le persone ad avere una o più tra le seguenti peculiarità:

  • Essere guidati dagli agenti esterni: non avendo una idea chiara su quello che vogliono fare nella vita, la carriera di molti risulta essere solo il frutto dei fattori esterni che sono di volta in volta intercorsi. Si ha quindi una totale assenza di controllo su di sé. Può essere anche accaduto che, pur avendo uno scopo, durante il caos degli eventi quotidiani, non si è stati capaci di avere sufficiente motivazione a contenuare e mantenere la propria strada;

 

  • Essere bombardati da un eccesso di informazioni: con le moderne tecnologie oggigiorno siamo in ogni momento soggetto ad un continuo flusso di notizie, proveniente dai social, media, pubblicità e dagli ambienti che frequentiamo continuamente. Di certo non possiamo reggere un flusso così ingente di informazioni. È necessario dare priorità a quello che conta veramente per noi. E come si decide cosa è importante per noi? Sì, è proprio così, fissando degli obiettivi;

 

  • Essere troppo occupati per coltivare le proprie passioni: se sei appassionato al tuo lavoro, allora sei una persona fortunata. Tuttavia, per la maggior parte delle persone, il lavoro rappresenta solo un mero mezzo per pagare bollette, affitto/mutuo e spese varie. Ma la cosa più grave è il tempo che questo sottrae a quello che conta per noi veramente, alle nostre passioni. Ricorda, senza passione non c’è successo nella vita. Sono fermamente convinto di questo. Ti invito a guardare questo bel video sull’argomento.

Tornerò sull’argomento delle passioni più avanti in questo articolo. Per ora ti ho presentato la situazione che più frequentemente si presenta tra giovani e non solo. Ma vediamo ora quali sono i prerequisiti fondamentali per capire cosa fare nella vita.

Non so cosa fare della mia vita: comincia dal perchè

Conduciamo la nostra vita seguendo dettami imposti dalla società. Frequentiamo scuole, università e poi iniziamo a lavorare. Formiamo famiglie e diamo alla luce nuove vite.

Siamo così presi dalle attività di ogni giorno che non diamo importanza né guardiamo al motivo finale, al disegno che sta sopra a tutto quello che facciamo e che dovrebbe dettare le nostre azioni e decisioni.

Siamo spesso come cavalli con i paraocchi, decidiamo dove lavorare in base alla facoltà nella quale abbiamo studiato e non capiamo invece che per decidere cosa fare nella vita, bisogna prima di tutto conoscere sé stessi.

Non puoi pensare che il primo lavoro che trovi sia quello che vada bene per il resto della tua vita. E lo stesso vale per il tuo partner. Molti si limitano ad avere un lavoro e un(a) ragazzo(a) nella vita. Ma se non provi e non esplori cose diverse non potrai mai capire quello che funziona davvero per te, quello per cui sei portato e quello che ti farà raggiungere successo e felicità nella vita.

non so cosa fare della mia vita

Scegliere cosa fare nella vita non è affatto semplice

Come ti ho già detto solo a pochi la propria strada si palesa con semplicità e fin dalla tenera età. Possono essere questi cantanti che hanno cominciato da bambini o attori figli d’arte. I primi successi li hanno spinti ad andare avanti e si può dire che loro non si siano nemmeno posti la questione. Hanno sempre saputo quello che volevano fare, guidati da passione, ambizione, o molto semplicemente dalla vision dei propri genitori.

Ma per gli altri, che sono la stragrande maggioranza, la questione non è altrettanto immediata. Trovare la propria passione richiede tempo e sforzo continuo. Alcuni riescono dopo anni, altri non tentano nemmeno, intimoriti dalla mole di lavoro che questa ricerca richiede.

Ma ti posso assicurare che i benefici che ne trarrai supereranno di gran lunga tutti gli sforzi che avrai compiuto in questa indagine. Non ha senso infatti vivere seguendo il percorso degli altri, alla fine non sarai felice facendo così.

Il tuo scopo nella vita deve rispecchiare la tua natura

Sei un uomo di mezza età. Hai un lavoro dignitoso e magari anche una famiglia, diciamo con due figli. Ti alzi tutte le mattine per andare al lavoro, discuti dei problemi relativi al business con i tuoi colleghi finché non sono le 5 del pomeriggio. Torni quindi a casa, metti i bambini a letto e poi ti rilassi un po’ con tua moglie davanti alla tv.

Cosa c’è di sbagliato in questo? Assolutamente niente. Se questa è la vita che hai scelto e in questo modo ti senti compiutamente realizzato e autentico continua così. Facendo così sarai felice perché così hai deciso di vivere.

Sì, è stata una tua scelta. E come tale rispecchia quello che vuoi essere e come vuoi trascorrere la tua esistenza.

Quello che ti voglio far notare in questo discorso è che l’obiettivo di vita che ti puoi porre non deve essere necessariamente ambizioso, ma è fondamentale che questo rispecchi la tua vera autenticità, la tua vera natura.

È solo quando i nostri obiettivi sono davvero in linea con il nostro modo di essere che potremo realizzarci compiutamente e sentirci felici.

Comincia dal perché e troverai lo scopo della vita

E allora nel fissare i tuoi obiettivi e decidere cosa fare nella vita comincia dal perché.

Quale è la cosa che se raggiunta ti darebbe davvero la felicità e il completo appagamento?

Cos’è il successo per te? Si tratta di fama e ricchezza? Oppure vuoi semplicemente avere una bella famiglia?

Quale impatto vuoi avere sul mondo e per cosa vuoi essere ricordato?

Vuoi semplicemente vivere la tua vita oppure vuoi creare un mondo migliore e dire la tua? Diventare talmente influente da avere davvero modo di incidere sulla esistenza anche delle altre persone, perchè diciamolo, è questo quello che i grandi fanno.

Qualsiasi sia il tuo scopo nella vita, l’importante è che, una volta che sia deciso, tu ti dedichi con dedizione a realizzarlo, che le tue azioni siano influenzate dalla tua vision, che i primi successi ti diano la spinta per continuare con ancora maggiore entusiasmo.

Fin quando, alla fine del tuo percorso, potrai dire ce l’ho fatta. Sono soddisfatto della mia vita. E questa è una cosa impagabile e giustifica mille volte lo sforzo che hai fatto durante la tua strada.

Qui di seguito ti elencherò 6 motivi per cui è fondamentale scoprire la propria passione, e poi successivamente vedremo insieme un processo che potrai seguire per capire cosa fare nella vita.

non so cosa fare della mia vita

6 motivi per cui è fondamentale trovare la propria strada

Trovare la propria passione nella vita ti permetterà di avere una serie di vantaggi e di diventare la migliore versione di te stesso. Vediamo quali.

1. Realizzare il tuo vero potenziale

Sapere cosa fare nella vita ti permetterà di migliorarti fino ai massimi livelli possibili, realizzando il tuo vero potenziale.

Tutti noi abbiamo dei talenti naturali, che rimangono tali fin quando non decidiamo di coltivarli, fino a diventare maestri in determinati campi, sviluppando in questo modo delle passioni.

Per trasformare i tuoi talenti naturali in reali punti di forza devi imparare a svilupparli regolarmente e con dedizione. Successivamente potrai anche acquisire delle skill che non ti appartengono per natura.

In ogni caso non potrai dire di aver raggiunto il tuo vero potenziale, se non avrai trovato la tua passione.

2. Eliminare coincidenze e casualità dalla tua vita

Avere uno scopo nella vita ti permetterà di avere maggiore chiarezza in quello che fai. Potrai decidere verso dove muoverti ed eviterai decisioni avventate o prese a caso.

Eviterai o perlomeno ridurrai il rischio di ritornare sui tuoi passi, procedendo sempre dritto verso la meta.

Sarai più consapevole di quello che fai, perché saprai dove vuoi arrivare e quello che vuoi ottenere; per questo il tuo prossimo passo non sarà frutto di coincidenze o casi fortuiti, ma dipenderà da una attenta analisi e pianificazione.

Pianificazione delle skill che vuoi sviluppare al fine di essere in grado di raggiungere i tuoi obiettivi. Dovrai avere una visione ampia delle cose, non focalizzarti sulla singola attività ma vedere il tutto nella sua interezza.

Potrai avere delle opportunità durante la tua strada, ma solo alcune di esse ti avvicineranno al tuo obiettivo finale. Devi imparare a distinguere le cose che ti possono aiutare da quelle che ti ostacolano.

Esempio: ti viene proposta un’offerta di lavoro. Cosa fai? Prima di tutto dovrai analizzare i pro e i contro legati a questa, e anche nel caso in cui deciderai di accettare, devi pensare a come questa nuova professione si inquadrerà nel disegno globale della tua vita. Se questo sarà un lavoro temporaneo e per quanto durerà ad esempio.

C’è una citazione molto famosa di Herman Hesse che fa proprio al caso nostro:

la maggior parte degli uomini sono come una foglia secca frase siddhartha herman hesse

3. Essere più felice

Se sarai riuscito a trovare la tua strada nella vita, a scoprire e a sviluppare le tue passioni, sarai in grado di vivere un’esistenza sicuramente più felice.

Saprai di stare facendo la cosa giusta, e ogni piccolo successo ti spingerà a voler lavorare ancora più duramente, ancora più a fondo.

4. Avere soldi e abbondanza

Le persone che trovano uno scopo per la loro vita, sono anche quelle che guadagnano di più, che hanno più abbondanza. Sono coloro che hanno saputo distinguersi tra la massa. Sono coloro che hanno imparato più degli altri, che hanno combattuto più degli altri, e che hanno ottenuto più degli altri.

Per alcuni essere ricco è l’obiettivo principale della vita. Per altri viene invece di conseguenza, dopo aver trovato la propria passione e aver scoperto il modo di metterla al servizio del mondo, dando valore, e ricevendone tantissimo in cambio. Sta’ di fatto che porsi come obiettivo quello di guadagnare di più non è di per sé automotivante, è  la tua vision a spingerti oltre.

5. Avere successo nelle relazioni

Le persone che sanno dove stanno andando, che hanno una passione e un progetto chiaro di vita, sono come delle calamite nei confronti degli altri, ed hanno automaticamente un successo molto più grande nelle relazioni, vuoi che siano di conoscenze, di amicizia, o di amore.

Può accadere che ti troverai circondato di persone che condividono la tua vision. Oppure attirerai persone a cui piace quello che fai e che vogliono far parte della tua vita e seguirti.

6. Dare un vero contributo al mondo

Sviluppandoti al massimo delle tue potenzialità nel mondo del lavoro, delle relazioni e non solo, riuscirai a dare un vero contributo al mondo, a influenzare l’esistenza degli altri in modo positivo e ad essere ricordato per le belle azioni che hai fatto.

Perché si sa, una volta che la nostra vita si conclude, di noi rimane solo il ricordo. E solo i grandi, coloro che hanno eccelso in una delle grandi aree della vita, hanno saputo portare il loro ricordo fino ai giorni nostri.

Cosa fare nella vita

Ma allora Come trovare la propria passione? Continua a leggere, ti fornirò preziosi suggerimenti su come fare!

Per renderti le cose ancora più chiare ti suddividerò il processo in tre fasi:

  • fase dell’introspezione;
  • fase dell’esplorazione;
  • fase della creazione.

Come trovare la propria strada: la fase dell’introspezione

“Non so cosa fare della mia vita”: guarda dentro di te!

Per trovare la propria passione e scoprire cosa fare nella vita occorre in una prima fase che tu vada a scoprire te stesso. Bisogna a questo stadio che tu guardi dentro di te e cerchi di capire meglio come sei fatto, ovvero la tua natura.

Si tratta di un passo fondamentale, in quanto ti ho già detto che gli obiettivi di vita per poter funzionare devono rispecchiare la tua autenticità. Vediamo dunque come fare.

I test sulla personalità

Un modo molto interessante per capire te stesso e la tua natura riguarda l’utilizzo dei test sulla personalità. In questa sede te ne propongo un paio dei più rilevanti.

Il Test sulla personalità di Myers-Briggs

Il Test di Myers-Briggs deve il suo nome alle due pioniere (madre e figlia) dello studio della personalità, che condussero queste ricerche durante la seconda guerra mondiale. Il test si basa su appositi questionari psicometrici, è disponibile online gratuitamente, lo trovi qui.

Il test richiede una decina di minuti e permette di individuare la tua personalità tra 16 tipi differenti. Per ogni tipo ti vengono forniti i punti di forza e di debolezza, nonché il comportamento che ne deriva nel mondo del lavoro, delle relazioni, delle amicizie e della famiglia. Il mio tipo di personalità è ad esempio indicato con la sigla ESTJ executive. Qual è il tuo? Scoprilo qui.

A mio parere è molto utile per capire quali siano i tuoi tratti distintivi e a indirizzare la tua carriera lavorativa di conseguenza. Ti dà un’idea anche dei possibili interessi che puoi avere nella vita.

Il Gallup Personal Strenghts

Questo test ti permette in primis di individuare i tuoi 5 principali punti di forza, ovvero le caratteristiche che maggiormente ti contraddistinguono. Lo trovi qui, al costo di $19,99.

Per ognuna di queste caratteristiche ti viene fornita una breve descrizione e le peculiarità di chi le possiede.

Molte grandi aziende danno la possibilità ai propri impiegati di usufruirne gratuitamente. Risulta fondamentale per i manager ai fini della buona gestione del personale in quanto permette di individuare rapidamente le caratteristiche salienti di ciascuno degli impiegati.

Domande per trovare la propria strada

Un altro esercizio molto efficace che si può fare per trovare la propria strada e capire cosa fare nella vita è rispondere ad una serie di domande su di te. Analizzando le risposte e cercando i punti comuni tra di queste potrai farti un’idea più precisa di quello che ti può piacere e che può diventare la tua passione.

Potrai verificare l’attendibilità di quanto scoperto con queste domande nella fase successiva. Ma veniamo alle domande.

1. Quali sono le cose che più ti appassionano?

Ti ho già parlato di quanto sia importante avere delle passioni nella vita. Le persone che hanno seguito le proprie passioni sono state molto spesso quelle che hanno avuto più successo.

Allora domandati ad esempio: Che cosa ti piace fare? Che cosa ti rende realizzato? Seguire le proprie passioni è molto importante e può portarti lontano nella vita.

Non hai passioni particolari? Più avanti ti dimostrerò che chiunque, con un po’ di impegno, può sviluppare delle proprie passioni.

2. Di quale materia leggeresti 500 libri senza annoiarti?

Uno dei modi attraverso cui si scopre di avere degli interessi, che successivamente si possono tramutare in passioni, è la lettura e lo studio in generale.

È durante le scuole superiori e l’università che si scopre di avere delle predisposizioni e delle materie che più ci piacciono. Ciò non vuol dire che il nostro apprendimento non avvenga anche successivamente, anzi.

Molti fanno l’errore di smettere di studiare una volta conclusasi la fase liceale/universitaria. Ti consiglio invece di continuare ad applicarti e imparare sempre cose nuove, che possano ampliare i tuoi orizzonti e portarti più lontano.

3. Cosa faresti per 5 anni senza essere pagato?

Molti di noi fanno delle cose solo perchè costretti. E per molti lavorare è una tra queste. Si dice sempre che il lavoro perfetto è quello che non pesa, che fai per passione.

E allora qual è quella professione, quella attività che faresti senza essere pagato? Quel lavoro che faresti solo perchè sei interessato a saperne di più e a sviluppare la tua conoscenza in quel campo? La professione per la quale senti di avere una connessione profonda, che ti fa dire: “Voglio fare questo nella vita“?

4. Che cosa ti piaceva fare da bambino?

Molto spesso le nostre naturali predisposizioni si vedono fin da giovanissimi. In questa età infatti si comincia l’apprendimento ed è una fase costituita da una moltitudine di scoperte.

Pensa in particolare a quali sogni, a quali passioni avevi da bambino e che per uno motivo o per un altro non si sono concretizzate e sono state ributtate sotto il tappeto.

Ricorda: non è mai troppo tardi per realizzare i propri sogni. Quindi se ti sei ormai messo in testa che ci dovevi pensare prima, non è assolutamente vero. Sei sempre in tempo per cambiare la tua vita; la differenza è solamente che con l’avanzare dell’età siamo sempre meno inclini al cambiamento e ci sedimentiamo nella routine quotidiana.

Ma se avrai il coraggio di prendere in mano la tua vita, i risultati che otterrai saranno sorprendenti.

5. Come trascorreresti il tempo se non avessi limitazioni finanziarie di alcun genere?

Questa è una delle mie preferite. Molto spesso abbiamo un sogno ma sono gli elementi esterni, i fattori ambientali, le influenze familiari che ci fanno desistere e dire:”Non ce la posso fare”.

E allora cosa faresti se non avvessi limiti finanziarie? Se avessi la possibilità materiale di fare qualsiasi cosa nella vita, cosa sceglieresti di fare?

Nel decidere cosa fare nella vita, ti suggerisco di fissare degli obiettivi ambiziosi. Perchè sono tutti capaci a raggiungere obiettivi facili, ma solo quelli ambiziosi e difficili ti faranno cambattere di più e arrivare più alto.

6. Quali sono le persone famose che ti ispirano di più?

Tutti noi abbiamo degli idoli. Allora chiediti ad esempio: Quali sono le persone che ti fanno desiderare di essere come loro? Gli uomini che ti fanno dire “voglio avere anche io la sua fortuna”?

E domandati anche per quale motivo. Si tratta del lavoro che svolgono? Si tratta della molteplicità di relazioni che intrattengono? Oppure di particolari caratteristiche che hanno sviluppato ai massimi livelli e che anche tu vorresti avere?

Ebbene, rispondere a questa domanda ti può dare un chiaro indizio su quello che conta davvero per te.

7. Cosa invece non ti piace fare?

Ho lasciato per ultima questa domanda volutamente. Il motivo ti sarà subito chiaro: individuare cosa non ti piace fare è importante, in quanto ti porta a escludere ciò che non vorresti fare assolutamente nella vita, ma non è risolutivo.

Ho sentito infatti molti giovani dire ad esempio: “So solo quello che non vorrei fare nella vita”. Rispondere pertanto a questa domanda restringe solamente il campo di ricerca, senza darti una risposta esatta.

Combinata alle altre domande, tuttavia, può essere estremamente efficace.

Un libro molto utile al riguardo scritto da Peter Drucker è Managing Oneself. Lo trovi quiDi seguito un video in cui Marco Montemagno lo descrive a grandi linee.

Attraverso la fase dell’introspezione hai potuto acquisire maggiori conoscenze sulla tua natura e su quello che potresti fare nella vita. Ma una idea rimane tale fin quando non la si mette in pratica. È giunta l’ora di passare alla fase successiva.

cosa fare nella vita

Come trovare la propria strada: la fase dell’esplorazione

“Non so cosa fare della mia vita”: esplora il mondo che ti circonda!

Un’idea rimane tale fin quando non si concretizza, fin quando non viene applicata. Con la prima fase hai potuto cercare dentro di te, scoprendo quali sono i tuoi possibili campi di interesse, ma non è detto che questi siano quelli che funzionano veramente per te.

Per quanto ti possa concentrare sui tuoi interessi, fin quando non ti applichi e non sperimenti, non potrai davvero capire cosa fare nella vita.

Prova mille cose nuove!

Molti una volta conclusa l’università si buttano sul primo lavoro che trovano e ci rimangono per anni e anni. Fino a quando un giorno capiscono che non è la cosa che fa per loro, ma è già tardi secondo la loro prospettiva.

Sentirai pronunciare parole come: “Ormai ho preso questa strada, tanto vale rimanerci”, oppure “Ormai comincio ad avere una certa età”.

Posto che non è mai troppo tardi per cambiare la propria vita, ancora meglio è decidere fin da giovani quello che si vuole fare per avere più tempo per lavorarci e sviluppare le capacità necessarie per eccellere.

Ebbene la maggior parte di noi uscendo dall’università non ha la più pallida idea di quello che significa lavorare e della professione che vorrebbe fare nella vita. Molti scelgono semplicemente un lavoro collegato al proprio percorso di studi per essere coerenti, sempre secondo il loro parere.

Quello che ti suggerisco di fare è invece provare lavori molto differenti l’uno dall’altro, sopratutto all’inizio della tua carriera professionale.

Se vedi che un lavoro non funziona, non temporeggiare, cambia subito! Se vedi che non stai apprendendo nuove cose e non stai facendo progressi, cambia subito! Personalmente, ogni volta che ho cambiato lavoro si è aperto per me un nuovo periodo di apprendimento che mi ha portato al livello successivo.

Il fatto di provare cose nuove non riguarda solo il lavoro. Prova un nuovo sport, un nuovo hobby, che sia un corso di ballo, di scacchi o qualsiasi altra cosa che hai sempre voluto fare, ma che per vari motivi non hai mai cominciato.

Scopri quello che funziona per te

Facendo lavori differenti, buttandoti in nuovi hobby, conoscendo nuove persone e scambiando le proprie esperienze capirai davvero quello che vuoi fare nella vita.

Ad ogni nuovo lavoro potrai scoprire sempre nuove sfaccettature e restringerai progressivamente il campo di azione. Ogni volta potrai capire cosa ti piace e cosa non ti piace di quella professione e decidere verso dove muoverti.

Sarà ancora più efficace se di volta in volta cambierai città, o addirittura nazione. La tua visione delle cose non sarà più relativa ad un contesto locale, ma si allargherà progressivamente. Ti arricchirai come persona e troverai la tua strada.

cosa fare nella vita

Come trovare la propria strada: la fase della creazione

“Non so cosa fare della mia vita”: combina conoscenze ed esperienze e trova la tua passione

Nelle prime due fasi hai guardato dentro di te e hai poi cercato di esplorare attraverso nuove esperienze il mondo che ti circonda.

Con le informazioni che hai ricavato è ora giunto il momento mettere tutto insieme, passare alla pratica ed iniziare a creare la vita che davvero desideri.

1. Non esiste il momento “eureka”

Ti ho già detto che trovare la propria passione non è un’impresa che si compie dall’oggi al domani. Richiede tempo e sforzo. Perciò scordati del fatto che questa possa essere come un’idea che ti balena all’improvviso in mente. Non funziona semplicemente così.

Preparati ad affrontare un lungo percorso, ad andare a tentativi, ed al non avere sempre le idee chiare. Tuttavia, se manterrai il giusto approccio in questa ricerca, puoi stare tranquillo che ce la farai.

2. Guardare al passato per trovare la propria strada

Attraverso la fase dell’esplorazione hai ottenuto preziose informazioni su quello che ti piace e che non ti piace. Facendo lavori differenti, oltre a provare cose nuove, hai ampliato le tue conoscenze in relazione a quello che ti piace fare. Avrai conosciuto inoltre molte persone che ti avranno arricchito con le loro esperienze.

Fai tesoro del tuo passato. A volte basta un pezzo di informazione in più, una persona conosciuta in più per aprirti davanti un mondo nuovo.

Documentati e chiedi informazioni in giro, fai domande ai tuoi conoscenti. Conoscere molte persone vale oro. Ti può connettere ai giusti agganci e raggiungere quello che da solo non sei in grado di fare.

3. Analizzare cosa richiede il mercato

Quando si tratta di sviluppare nuove capacità, vuoi frequentando un corso universitario, oppure quando già sei immerso nel mondo del lavoro, dovresti sempre chiederti: “Quali sono le figure professionali più richieste? Quali tipi di professionisti hanno più probabilità di trovare lavoro? Quali sono le professioni più pagate?”.

Si tratta di un punto fondamentale. Dobbiamo sì tendenzialmente seguire i nostri interessi, ma una parte importante delle nostre decisioni dovrebbe considerare la situazione del mercato del lavoro, che spesso è in continua evoluzione e che cambia da paese a paese.

Ad esempio se la filosofia è la tua passione ma nel mercato italiano la possibilità di trovare lavoro con questa laurea è scarsa, ti consiglio di trovare qualcosa di più richiesto. Ciò non esclude che tu non possa continuare a coltivare la tua passione come hobby, aprendo ad esempio un blog sull’argomento.

4. Combinare i propri talenti

Nel trovare la tua passione dovrai fare uso di tutte le frecce che hai disposizione al tuo arco. Non smettere mai di imparare nella vita, tutti noi abbiamo dei talenti naturali che se abbinati alle giuste conoscenze ci possono portare in alto.

Nel corso della tua vita, specialmente se avrai fatto lavori molto differenti, avrai sviluppato molteplici capacità. Cerca di trovare una professione, un lavoro che le metta in risalto. Le cose che ci riescono meglio sono anche quelle che ci piacciono di più, sono le cose per cui abbiamo passione.

La passione non nasce dall’oggi al domani. Dipende dall’impegno che metti in qualcosa, dal tempo che ci dedichi. Quando ti accorgerai di aver fatto dei progressi e riceverai apprezzamenti dagli altri questo ti spingerà ad andare ancora avanti verso obiettivi più grandi.

5. Trovare la propria strada partendo dagli interessi

Ti ho già accennato nel corso di questo articolo di quanto sia importante indirizzare i propri obiettivi di vita, lavorativi e non solo, verso le proprie passioni.

Tutti noi abbiamo bene o male passioni, cose che ci piace fare, attività durante le quali il tempo vola senza accorgersene. Se tuttavia ti senti di dire di non avere passioni particolari nella vita, di seguito ti parlerò di come sviluppare le tue proprie.

Ti sarai posto a volte la domanda: “Non sono abbastanza soddisfatto nella vita, c’è qualcosa che manca, un tassello. Cosa mi puoi rendere realizzato, felice?”. Ti dico subito che questa domanda non ha una semplice risposta e va contestualizzata caso per caso.

Ti consiglio tuttavia in generale di fare questo: seguire i tuoi interessi. Avrai sempre voluto intraprendere una qualsiasi nuova attività, ma per motivi vari hai sempre rinunciato. Questo può essere ad esempio un corso di ballo, di teatro, marketing, pittura e via dicendo. Può riguardare le cose più disparate, basta che per te sia interessante.

Buttati su questa nuova attività e con il tempo nascerà in te una voglia di continuare, eccellere, una passione. Vorrai saperne sempre di più, essere tra i migliori, fino a quando in alcuni casi potrà diventare anche la tua principale professione.

6. Rendere una passione la propria professione

Una volta che avrai sviluppato una passione, potrai decidere di renderla la tua professione.

Devi in questo caso analizzare la fattibilità della cosa, a seconda delle condizioni del mercato e della possibilità di generare un’entrata sufficiente dalla stessa.

In molti casi una passione può trasformarsi in una professione.

Esempio: una ragazza decide di cominciare a frequentare un corso di ballo perché incuriosita. Dopo qualche anno diventa brava e sviluppa una passione talmente intensa da voler diventare maestra di ballo.

7. In conclusione, decidere in base alla propria visione

Riassumendo, in questo articolo ti ho illustrato i passi necessari a trovare la propria passione. Guarda dentro te stesso, esplora il mondo che ti circonda e punta a diventare la persona che vuoi essere un domani. Pensa alle persone che più ti inspirano e sviluppa una tua vision che ti guidi ogni giorno in tutto quello che fai. Sarai più concentrato, più sul pezzo e raggiungerai risultati sicuramente migliori.

Perciò, chi vuoi essere nella vita?

 

5 libri consigliati su cosa fare nella vita

In questa sezione ti presenterò 5 tra i libri sull’argomento che puoi trovare disponibili in letteratura.


1. Cosa fare nella vita?: Come trovare la propria passione per capire che lavoro fare e superare per sempre la mancanza di motivazione

come capire cosa fare nella vita

In questo libro, scritto da Giuseppe Prota, troverai utili informazioni su come capire cosa vuoi dalla vita e trovare la tua strada. L’autore non si fa pregiudizi, parte da zero e ti aiuta a costruire un’idea precisa di quale lavoro più ti si addice.

Il discorso viene incentrato sulla ricerca delle tue passioni e di come trasformarle a tutti gli effetti nel lavoro dei tuoi sogni.

Inoltre l’autore descrive un metodo per ritrovare la motivazione nelle attività di ogni giorno attraverso lo sviluppo di una visione per la propria vita.

Libro molto utile, te lo consiglio vivamente. Lo trovi qui.


2. Do What you are: Discover the perfect career for you through the secrets of personality type

come trovare la propria strada

Libro scritto da Paul D. Tieger. L’autore incentra il suo discorso sul cercare un lavoro basato sul tuo tipo di personalità. Fa uso del test di Myers-Briggs, di cui ho parlato precedentemente nel corso di questo articolo.

I risultati di questo test ti permettono di individuare la tua personalità tra 16 tipi differenti e di indirizzare congruentemente la tua carriera verso discipline a te affini.

Attraverso una comprensione più profonda dei propri punti di forza, potrai trovare il lavoro giusto per te. Opera interessante, la trovi qui.


3. The Pathfinder: How to Choose or Change Your Career for a Lifetime of Satisfaction and Success

non so cosa fare della mia vita

Libro scritto da Nicholas Lore, fondatore del Rockport Institute, un’istituzione che si occupa di aiutare le persone a scegliere il prossimo passo nel mondo lavorativo e a costruire la carriera dei loro sogni.

L’autore dopo anni di esperienza ha deciso di sintetizzare tutte le conoscenze acquisite in questo libro. Il discorso si basa ancora una volta sul conoscere meglio sé stessi.

Il Rockport Institute ha già aiutato oltre 15 000 persone in più di 35 anni di attività. Ti consiglio vivamente di leggere questo libro. Lo trovi qui.


4. The Crossroads of Should and Must: Find and Follow Your Passion

non so-cosa fare nella vita

Libro scritto da Elle Luna abbastanza recentemente, nel 2015.

La principale tesi dell’autrice è che ci si trovi prima o poi davanti alla domanda: “Come posso trovare e seguire la mia vera strada nella vita?”

A questo punto ci si presenta un bivio. Una strada è quella del Dovrei (Should), rappresentata da quello che gli altri o la società si aspettano da noi. L’altra strada è quella del Devo (Must), ovvero ciò che sentiamo dentro, i nostri sogni.

L’autrice si concentra su come riuscire a distinguere ciò che vogliamo veramente e a perseguire questa strada. Libro illuminate, lo trovi qui.


5. How to find the work you love

cosa fare nella vita

Scritto da Laurence G. Boldt, questo libro incentra il discorso sulla rapidità di come il mercato del lavoro stia cambiando e su come sia necessario al giorno d’oggi indirizzare la propria carriera su ciò che più ci piace. Quello che dovremmo considerare sono 4 elementi principali:

– Integrity (Integrità)

– Service (Servizio)

– Enjoyment (Piacere)

– Excellence (Eccellenza)

Basato sul libro Zen and the Art of Making a Living.


Cosa fare nella vita: qual è il tuo scopo?

Cosa fare nella vita significa in ultima istanza anche trovare uno scopo, un motivo finale, una mission per cui vivere.

Ci spostiamo ora su tutto un altro livello, non solo lavorativo, ma anche esistenziale. Sono queste le domande che dovresti porti:”Quale impatto voglio avere sul mondo?”, “Per cosa voglio essere ricordato?”.

A tal proposito ti voglio lasciare con un bellissimo video dell’autore australiano Ben Angel, scrittore di bestsellers come Flee 9-5: Get 6-7 Figures and do what you love.

Spero tu lo trovi di ispirazione quanto me.

Bene, siamo arrivati alla conclusione di questo lunghissimo articolo. Se sei riuscito a leggerlo tutto, ti faccio i miei complimenti. Ora sai come muoverti per decidere cosa fare nella vita.
Per altri articoli ispirazionali ti consiglio di consultare la categoria Crescita Personale, del nostro blog Carica Vincente.
Cosa fare nella vita: scopri come trovare la propria strada
voto 5 (su 31 totali)

Articoli correlati

Lascia un commento