Come Fare Email Marketing nel 2019 e Quali Piattaforme Utilizzare

email marketing
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Se hai un business online già avviato oppure hai appena aperto il tuo blog, il tuo canale YouTube o stai iniziando a fare affiliate marketing con le Facebook Ads, devi essere consapevole dell’importanza che riveste l’email marketing all’interno della tua strategia di acquisizione clienti.

Nella stragrande maggioranza dei casi, infatti, il tuo potenziale cliente non acquisterà immediatamente dopo aver navigato sulla tua sales page o dopo aver cliccato sul tuo link di affiliazione. Questo è ancor più vero quando i prodotti che vendi iniziano ad avere dei prezzi elevati (a partire dai 200 euro in su).

In questi casi si renderà necessaria una fase di “indottrinamento” finalizzata a far comprendere al cliente che il tuo prodotto o servizio è esattamente ciò che risolve le sue esigenze ed i suoi problemi. Questa fase di indottrinamento sarà appunto svolta tramite l’email marketing.

In questo articolo scoprirai cos’è l’email marketing, come fare email marketing senza spammare o farsi percepire come fastidioso dai tuoi potenziali clienti, come creare un database di contatti ai quali inviare le tue email e quali piattaforme o software utilizzare per fare email marketing in maniera profittevole.

Prima di iniziare, però, dal momento che ti interessa il mondo del business online e vuoi capire come aumentare i profitti grazie al digitale, ti voglio fare un regalo. Di seguito trovi il primo capitolo del mio ebook “Fare Soldi Con Un Blog“:

fare soldi con un blog capitolo gratis

Ricevi l’estratto gratuito di “Fare Soldi Con Un Blog”. Leggendolo scoprirai:

  • Le prime scelte da effettuare prima di avviare un blog di successo
  • Perché il blog offre ancora un’opportunità di guadagno enorme nel 2019
  • Le principali fonti di traffico e di guadagno di un blog

All’interno dell’ebook spiego come passo dopo passo quali sono le tecniche e le strategie che mi hanno portato, in poco più di un anno, a creare un blog che genera guadagni per oltre 10.000 euro al mese, partendo totalmente da zero. Se ti interessa, trovi la presentazione del manuale su questa pagina.

Cos’è l’email marketing nel 2019

Cos’è e a cosa serve l’email marketing? Le persone leggono ancora le email? E come è possibile aumentare il fatturato grazie all’email marketing?

Se fermassimo una persona a caso per la strada e gli chiedessimo come percepisce lo strumento “email”, questa ci risponderebbe probabilmente in uno di questi due modi:

  1. Email = lavoro
  2. Email = spam

La maggior parte delle persone, infatti, utilizza lo strumento della posta elettronica per scambiare messaggi con capi e colleghi e, quando non riceve email di lavoro, associa i messaggi nella propria casella di posta a truffe online oppure a proposte commerciali che cercano di vendere qualunque cosa.

Con queste premesse è assolutamente normale avere una percezione negativa delle email. Inviare una proposta commerciale ad uno sconosciuto non ti porterà a grandi risultati ed equivale ad una grandissima rottura di scatole per chi riceve questo tipo di messaggi.

come fare email marketing

Spesso allora le persone non aprono neppure le mail che ricevono e si limitano a spostare nel cestino quasi tutti i messaggi di posta elettronica. Quasi tutti, appunto.

Il nostro obiettivo è fare in modo che le email che inviamo ai nostri potenziali clienti siano aperte e lette e che riescano a persuadere l’utente ad effettuare l’azione che noi vogliamo venga compiuta, sia essa acquistare un nostro prodotto sia acquistare un prodotto in affiliazione (leggi questo articolo per scoprire cosa sono le affiliazioni).

Come fare email marketing automation in modo profittevole

Per raggiungere l’obiettivo di cui ti ho appena parlato, ossia fare in modo che le persone acquistino ciò che vogliamo, devi mettere in piedi un sistema di email marketing che sia integrato con il blog, con i tuoi contenuti o con la tua fonte di traffico principale, sia essa YouTube oppure le Facebook e Instagram Ads.

La fonte di traffico è sempre il punto di partenza di un processo di marketing. Il motivo è che dalla fonte di traffico arrivano i potenziali clienti interessati ai tuoi prodotti ed è su queste persone che devi lavorare bene con le email (se vuoi sapere come generare oltre un milione di visitatori all’anno con il tuo blog, ti suggerisco di approfondire con questa guida).

Una parte di questi visitatori sarà pronta ad acquistare subito il prodotto o servizio che gli offrirai. La maggior parte delle persone, però, ogni volta che leggerà un tuo articolo, non si dimostrerà subito pronta ad acquistare qualcosa.

come fare email marketing automation

Può trovare molto interessanti i contenuti, può ricordarsi il tuo brand o personal brand, può anche cliccare sui link affiliati o visitare la tua landing page, ma la verità è che solamente una minima parte di questi utenti poi effettuerà un’azione di conversione.

Il problema è che, una volta che l’utente avrà abbandonato il tuo blog, il “controllo” che avrai su di esso e la possibilità di monitorare le sue azioni sarà praticamente pari a zero. Magari l’utente era anche molto interessato a ciò che ha trovato nel blog, ma è probabile che nel giro di poche ore o giorni il suo interesse sarà svanito oppure egli si sarà dimenticato di ciò che stava cercando.

Il tuo obiettivo è allora quello di ottenere un contatto che ti permetta di continuare a comunicare con un utente, a prescindere dal fatto che egli ritorni o meno sul tuo blog. Una volta che avrai ottenuto la mail del potenziale cliente, potrai continuare a parlare con lui ed a persuaderlo fino a raggiungere l’obiettivo di conversione che ti sei prefissato.

Come costruire un database di email

Il processo che ti consentirà di costruire il tuo database di contatti email parte dai cosiddetti touch point. Questi touch point saranno fondamentali per ottenere l’indirizzo email dei tuoi utenti ed avere, di conseguenza, la possibilità di comunicare con loro ogni giorno.

I touch point sono dei veri e propri punti di contatto tra te ed il tuo potenziale cliente e prevedono l’utilizzo di un lead magnet per riuscire ad ottenere il contatto email da parte del cliente. Un lead magnet è un contenuto gratuito che regalerai ai tuoi utenti in cambio del loro indirizzo email (ed eventualmente altre informazioni che ti aiuteranno a definire in modo preciso le loro esigenze ed i loro bisogni).

Esempi pratici di lead magnet per l’email marketing

Rivolgiamo l’attenzione ad un esempio pratico di lead magnet: quello di Francesca Ruvolo con il suo wildflowermood.it.

Francesca è una nomade digitale che va a coprire due nicchie complementari tra loro: quella del travel e quella del business online. Infatti nel suo blog, e nel suo canale YouTube, parla sia dei suoi viaggi in giro per il pianeta, sia di come sviluppare un business online profittevole utilizzando i social network.

All’interno dell’home page del suo blog, troviamo il lead magnet:

Si tratta di una guida gratuita che promette di aiutare il target di utenti (e clienti) del blog ad organizzare viaggi senza spendere troppo. Una delle esigenze più forti di un nomade digitale, infatti, è quella di mettere in pratica un’attività costosa come viaggiare spendendo il meno possibile, e coniugarla con il proprio lavoro che è possibile svolgere praticamente ovunque con un PC portatile.

Cambiamo totalmente nicchia di mercato, orientando la nostra analisi verso il blog melarossa.it, che si occupa di nutraceutica e benessere. Ecco la home page:

Da un lato, ci sono gli ultimi articoli pubblicati, mentre all’interno della sidebar c’è una call to action che invita l’utente ad accedere ad una pagina all’interno della quale potrà compilare un modulo che lo porterà a lasciare il suo contatto mail per ricevere una dieta personalizzata.

Un lead magnet non è necessariamente un estratto gratuito di un ebook. Un lead magnet può anche essere un:

  • webinar
  • modulo di un videocorso
  • white paper
  • statistiche e ricerche
  • case study
  • template
  • sconti e versioni trial

Se vuoi avere accesso ad altri esempi pratici e strategie di acquisizione clienti online (e ad un trucchetto segreto che ti permetterà di ottenere centinaia di contatti email al giorno), puoi scaricare l’e-book “Fare Soldi Con Un Blog”, che trovi su questa pagina.

Software email marketing: qual è la miglior piattaforma?

Io utilizzo ActiveCampaign come software per la mia strategia di email marketing. Il motivo è che si tratta di uno strumento estremamente intuitivo e semplice da utilizzare.

active campaign email marketing per blog

Nulla però ti vieta di utilizzare altri software come GetResponse, MailChimp o Aweber: ciò che è davvero importante è comprendere la strategia di email marketing che dovrai utilizzare per convertire i tuoi lead in clienti (il software che utilizzerai è relativamente importante).

Dopo aver effettuato la registrazione ad ActiveCampaign (tramite questo link puoi sfruttare una prova gratuita di 14 giorni, prima di passare alla versione a pagamento), avrai accesso alle seguenti funzionalità:

  • Campagne: ti consente di inviare una email singola alla tua lista di contatti.
  • Automazioni: ti permette di inviare una serie di email consecutive ai tuoi contatti, ad intervalli di tempo personalizzabili.
  • Contatti: in questa sezione verranno inclusi tutti i contatti che possiedi, e per ognuno di essi sarà possibile assegnare punteggi e tag ed escluderli o aggiungerli ad una singola automazione o campagna.
  • Liste: servono a raggruppare i contatti sulla base dell’appartenenza ad una determinata nicchia, caratteristica socio-demografica, interesse o prodotto da offrire.
  • Conversazioni: qui puoi implementare chat automatiche sul tuo sito (visibile anche solamente ad un segmento specifico di contatti) con lo scopo di acquisire contatti o vendere i tuoi prodotti o servizi.
  • Moduli: sezione nella quale puoi creare moduli da aggiungere alle tue pagine web per acquisire contatti.
  • Statistiche: ti mostra i tassi di apertura, click e unsubscribe delle tue campagne di e-mail marketing. Ti permette di capire quali email vengono aperte di più e quali invece vengono ignorate dai contatti delle tue liste.

Ho dedicato un intero ebook all’email marketing per un blog: all’interno di esso troverai tecniche e tutorial che ti guideranno passo passo nella costruzione di un’automazione con la quale potrai convertire i tuoi clienti. Puoi scaricare l’ebook qui.

Creare una sequenza di email: consigli pratici

Ai contatti che entreranno a far parte della tua lista, invierai una sequenza di email che avrà l’obiettivo di persuaderli ad acquistare i tuoi prodotti e servizi oppure quelli dei tuoi partner in affiliazione.

Cosa devi scrivere in queste mail?

Da un lato, devi continuare a dare valore gratuitamente ai tuoi contatti. Il tuo scopo è quello di far cadere le ultime indecisioni di queste persone e finalmente spingerle all’acquisto.

Dall’altro lato, devi continuare ad inserire i tuoi link (alla landing page o link affiliati) nella mail, ricordando ai tuoi utenti il motivo per il quale gli stai inviando una sequenza di email: acquistare quella che ritieni essere la soluzione ai loro problemi e alle loro esigenze.

Ti consiglio di inviare email che ai tuoi lead con cadenza quotidiana: ogni 24 ore invierai una email automatica ai contatti che si iscrivono alla tua automazione.

Come creare nel concreto una sequenza di email automatica?

Per scoprirlo ti invito ad acquistare l’ebook “Email Marketing Per Il Blog” che potrai trovare su questa pagina insieme a “Fare Soldi Con Un Blog”.

Questo ebook ti guiderà nella creazione di una strategia di email marketing efficace per aumentare in modo straordinario i guadagni provenienti dalle tue liste di contatti. In particolare scoprirai:

  • come accrescere in modo rapido la tua mailing list
  • quali tool utilizzare per l’email marketing
  • come creare un funnel di vendita efficace
  • come sfruttare i quiz per ottenere lead caldi
  • come usare il copywriting per scrivere email efficaci

Ti ringrazio per essere arrivato fino alla fine dell’articolo. Per altri contenuti su questo argomento, ti invito a visitare la categoria Blogging del nostro blog Carica Vincente.

Lorenzo
Lorenzo
Ciao! Mi chiamo Lorenzo e sono co-fondatore di Carica Vincente. Nella vita mi occupo di web marketing e sviluppo di carriera, e mi appassionano l'economia ed il business a 360 gradi. Sono autore dell'e-book Instagram Business Pro. Se vuoi una consulenza privata con me relativa a carriera, Instagram o business online, puoi prenotarla su questa pagina

Leggi anche:

Lascia un commento

fare soldi con un blog capitolo gratis

Ricevi GRATIS le prime 30 pagine di "Fare Soldi Con Un Blog" e scopri:

  • Le prime scelte da effettuare prima di avviare un blog di successo
  • Perché il blog offre ancora un'opportunità di guadagno enorme nel 2019
  • Le principali fonti di traffico e di guadagno di un blog