Fare una cosa alla volta ti porterà al successo

fare una cosa alla volta
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Fare una cosa alla volta è la soluzione più efficace e più efficiente. In questo articolo è mia intenzione spiegarti per quale motivo.

Viviamo oggigiorno in una società in cui ci ritroviamo ad essere sommersi dal lavoro e dalle incombenze. Abbiamo spesso la pretesa di poter svolgere più compiti nello stesso momento. Specialmente nelle offerte di lavoro, essere in grado di utilizzare il multitasking figura spesso tra la lista dei requisiti, in quanto si pensa che una persona in grado di fare più cose contemporaneamente sia anche una persona dalle abilità e prestazioni superiori.

In questo articolo ti spiegherò perché si tratti di una credenza sbagliata: la verità è che il multitasking è di per sé controproducente. Nonostante tutto quello che si dica in giro, infatti, non vi è alcun beneficio che derivi dalla sua pratica abituale; al contrario, il multitasking ha degli effetti deleteri sulle tue prestazioni.

Comincerò illustrandoti perché il multitasking non funziona e il motivo per il quale ad esso debba essere preferita l’arte di fare una cosa alla volta, cioè il cosìddetto singletasking (o monotasking). Ma prima ancora di procedere, ti invito a prenderti alcuni minuti per completare questo test, al fine di valutare qual è il tuo livello attuale di produttività!

Scopri quanto sei produttivo!

Fare una cosa alla volta: perché evitare il multitasking

Come ti avevo accennato, il multitasking non dà vantaggi, anzi. Ma allora perché lo facciamo? Semplicemente perché fare più cose alla volta ci fa sembrare e sentire più produttivi. Svolgere più attività nello stesso tempo ci fa sentire efficaci ed efficienti a lungo termine.

Quello che viene chiamato multitasking si traduce in realtà non nel fare più cose contemporaneamente, ma spostare la propria attenzione di continuo da un’attività ad un’altra. Ciò in verità può ridurre le tue performance e anche essere pericoloso.

Pensa al caso in cui si cammina e al contempo si scrive un messaggio sul cellulare, o peggio ancora quando si guida e si usa il telefono. In questi frangenti accade di perdere la cognizione di quello che ci sta intorno, causando non di rado pericolosi incidenti.

Perdiamo in sostanza elementi importanti della realtà che ci circonda, in quanto il nostro cervello non riesce ad elaborare tutte le informazioni che riceve, almeno non in tempi utili.

Il multitasking non è nella nostra natura

Ti voglio dare un suggerimento: quando hai molte cose da fare, e questo può accadere in molti ambiti della tua vita, primo tra tutti il lavoro o lo studio, non hai molto spesso bisogno di farle tutte con un atteggiamento compulsivo, ma piuttosto necessiti di fare prima quello che è più importante. In altre parole, è necessario dare una priorità alle varie attività da fare.

Il nostro cervello non è progettato per il multitasking, al contrario rende al meglio nel fare una cosa alla volta.

Passare continuamente da una attività ad un’altra non espande infatti le capacità della nostra mente, ne aumenta solo il carico cognitivo e lo sforzo mentale che deve sopportare, comportando così una riduzione dell’attenzione che dedichiamo a ciascun compito.

Una cosa molto importante è che questo fenomeno non è legato all’età: sia nei giovani che nei meno giovani la memoria a breve termine, ovvero quella su cui il multitasking va a impattare, è limitata.

Quando infatti stai facendo due attività nello stesso momento, non riuscirai mai a dare la stessa importanza ad entrambe ed una ne risulterà inevitabilmente penalizzata.

Nei meeting, ad esempio, accade spesso che qualcuno si porti un laptop per continuare a lavorare. Succede sostanzialmente che è talmente concentrato nel svolgere le proprie cose che perde parti importanti di ciò che viene detto nelle riunioni.

Il multitasking, inoltre, richiede un sforzo maggiore di energia, facendoti stancare prima, causandoti mal di testa e maggiore stress. Ma veniamo alle conseguenze che derivano dal suo uso regolare, invece di fare una cosa alla volta.

Gli effetti negativi del multitasking

Di seguito ti elencherò gli effetti che più spesso si palesano quando si fanno più cose alla volta:

  • Ripartizione della concentrazione: siccome la nostra memoria a breve termine è limitata, non riusciamo a dare l’attenzione richiesta a svolgere correttamente una determinata attività, vedi l’esempio del guidatore che scrive un messaggio;
  • Peggioramento della capacità di apprendere: un detto dice, “C’è abbastanza tempo per tutto nel corso della giornata. Ma non abbastanza in un intero anno, se fai due cose allo stesso tempo.” Con la riduzione del livello di attenzione dedicata a ciascuna attività, perdiamo lentamente la nostra capacità di imparare;
  • Rallentamento: contrariamente a quanto si pensi, fare due cose contemporaneamente richiede più tempo di quello che sarebbe richiesto nel farne una alla volta;
  • Maggiore probabilità di errori: essendo meno concentrati in quello che facciamo abbiamo maggiori probabilità di non eseguire le attività correttamente;
  • Problemi di memoria: arrivati alla sera di una giornata in cui abbiamo fatto un uso estensivo del multitasking, possiamo far fatica a ricordare i dettagli di tutte le singole attività che abbiamo svolto.

Il monotasking e l’importanza di fare una cosa alla volta

Veniamo ora ai vantaggi che derivano invece dal fare una cosa alla volta. Ti suggerisco di provare almeno per un giorno a fare quanto detto in questo articolo e a condividere le tue esperienze nei commenti.

Se vogliamo davvero inquadrare una figura professionale che ha portato il monotasking ai massimi livelli, questa è quella del chirurgo. Costui deve essere capace di eseguire una serie di compiti, uno alla volta, con livelli di attenzione massimi: ne va la salute, se non ancor peggio, la vita del paziente.

Non abbiamo in realtà mai bisogno di fare troppe cose tutte insieme. Anche quando pensi di essere sommerso dal lavoro ricorda la regola dell’80/20, nota anche come principio di pareto. Il 20% delle attività che facciamo ha l’80% dell’impatto.

Perciò è fondamentale non fare tutto nell’arco della giornata, ma selezionare solo le cose più importanti.

Perché si sa, il tempo è denaro. Ti dirò di più: possiamo sempre trovare un modo per accrescere le nostre fonti di guadagno, ma lo stesso non vale per il tempo, questo è per sua natura limitato.

E allo stesso modo con cui sei solito monitorare l’ammontare del tuo patrimonio, ti invito a pianificare il tuo tempo. Organizza le tue attività e cerca di attenerti a quanto pianificato. Ci saranno sempre delle distrazioni, dei fuori programma, ma tu prova attivamente a dedicarti ad una cosa alla volta.

Fare una cosa alla volta: 7 benefici

Fare una cosa alla volta porta ad una serie di incredibili vantaggi. In questa sezione vediamo quali.

fare una cosa alla volta

1. Aumento della produttività

Fare una cosa alla volta ti porta a risparmiare tempo,  con conseguente aumento della tua produttività. Abbiamo già parlato della fatica che fa il nostro cervello a spostare continuamente l’attenzione da un compito ad un altro. Perciò focalizzati su di un compito e minimizza le distrazioni. Ti consiglio anche di utilizzare in tal senso la tecnica del pomodoro, ne parlo in questo articolo.

2. Promozione dell’autodisciplina

Avendo pianificato il tuo tempo e le tue attività, essendoti concentrato solo su quello che conta veramente e avendo eliminato le cose superflue, avrai acquisito una disciplina e un rigore tali da avere un maggiore impatto nel mondo del lavoro, della famiglia e delle tue relazioni.

Riuscirai ad avere una vita più bilanciata, in cui nessuna delle aree prende il sopravvento.

3. Risparmio di energie

Il multitasking comporta un dispendio aggiuntivo di energie che deriva dal passare da un compito ad un altro, ed anche un senso di irrequietezza. Facendo una cosa alla volta a fine giornata ti sentirai meno stanco ed anche più contento.

4. Eliminazione delle distrazioni

Se ti metti in testa di fare una cosa alla volta in maniera attiva, ogniqualvolta si presenta una distrazione sarai più incline ad opporti a questa, rimanendo concentrato sulla tua attività principale.

Il tema di come ridurre o eliminare le distrazioni è fondamentale ai fini di una buona gestione del tempo. Troverai maggiori informazioni anche nell’ebook che ho scritto, dal nome Produttività Zen.

5. Aumento della concentrazione

Solo facendo un’attività alla volta potrai raggiungere quel livello di concentrazione e di piena consapevolezza nei confronti di un determinato compito. Rimarrai così focalizzato sul momento presente e sarai pienamente coinvolto in quello che stai facendo. Ciò darà un senso di calma e pace alle tue giornate. In altre parole sarai padrone del tuo tempo.

6. Abbassamento della probabilità di errori

Dedicandoti esclusivamente ad un’attività alla volta, ridurrai drasticamente le tue probabilità di compiere degli errori. Infatti, sarai concentrato al massimo delle tue potenzialità sul tuo compito e non avrai distrazioni in grado di farti perdere il filo.

7. Meno stress

Fare una cosa alla volta ti porta in ultima istanza ad avere minori livelli di stress. Questo perché il multitasking non solo è più stancante, ma causa anche un sovraccarico della tua mente, generando ansia e stress appunto. Praticare il monotasking al contrario, ti permetterà di mantenerti rilassato e produttivo per tutto il tempo.

Impara il monotasking: starter pack

Ecco cosa puoi fare fin da ora per promuovere il monotasking nella tua vita:

  • Prova a mangiare senza consultare di continuo il tuo cellulare;
  • Guarda la TV senza altre distrazioni;
  • Leggi un articolo fino in fondo;
  • Consulta le tue mail solo a intervalli prefissati e non di continuo;
  • Limita gli elementi di distrazione;
  • Pianifica il tuo lavoro e non le scadenze;
  • Evita meeting inutili;
  • Smettila di dire sempre di sì;
  • Non puntare alla perfezione.

Questo non era che un assaggio di alcune tra le tante tecniche che puoi utilizzare per migliorare la tua gestione del tempo. Per tutti gli approfondimenti del caso, ti rimando ad un libro molto approfondito che ho scritto sull’argomento, intitolato Produttività Zen. All’interno, troverai tutte le informazioni di cui hai bisogno per portare il tuo time management al prossimo livello.

  • Gestisci e controlla i tuoi impegni al massimo
  • Migliora le tue capacità di concentrazione
  • Vinci definitivamente la procrastinazione
  • Diventa finalmente superproduttivo
  • Assumi una mentalità di successo

Spero che questo articolo ti sia stato utile. Ti ho mostrato che facendo una cosa alla volta, a fine giornata otterrai di più e sarai meno stanco. Altri consigli utili li trovi nella categoria Produttività del nostro blog Carica Vincente.

Andrea
Andrea
Ciao! Mi chiamo Andrea e sono co-fondatore del progetto Carica Vincente. Mi piace occuparmi di molte cose differenti nella vita, in particolare sono appassionato e grande sostenitore del miglioramento continuo e della crescita personale. Sono autore degli e-book Ultramotivazione e Produttività Zen.

Leggi anche:

Un commento su “Fare una cosa alla volta ti porterà al successo”

Lascia un commento