Guadagnare con Instagram: 9 strategie per fare soldi

Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Google+

In che modo è possibile guadagnare con Instagram?

Quali sono le tecniche e le strategie che permettono di fare soldi con questo social network, che negli ultimi due anni ha raggiunto ben 800 milioni di utenti?

Ho studiato i profili di centinaia di utenti per capire come è possibile guadagnare con Instagram e ho cercato di definire quali sono i modelli di business più utilizzati e più performanti.

Questo mi ha permesso di definire 9 strategie che ti consentiranno di iniziare a fare soldi con Instagram.

La guida che ho preparato è adatta sia ai marketer, che desiderano approfondire lo studio dei modelli di business legati ad Instagram, sia a coloro che hanno aperto, o stanno per aprire, il loro primo profilo. Ti garantisco che con queste strategie riuscirai ad incassare il tuo primo euro entro un mese.

Prima di iniziare, se i tuoi obiettivi sono:

  • far crescere velocemente il tuo account
  • costruire una presenza rilevante su Instagram
  • guadagnare denaro con il tuo profilo

ti suggerisco il miglior corso in circolazione su questo argomento: Instagram On Fire

Si tratta di un corso realizzato da Dario Vignali e Stefano Mongardi: i maggiori esperti italiani sulle strategie di crescita e monetizzazione di account Instagram.

A mio avviso è la risorsa più avanzata in Italia sull’argomento e ti consentirà di sfruttare tutte le opportunità legate ad una presenza professionale su Instagram. Sono sempre di più le persone che guadagnano grazie ad Instagram e sempre di più le aziende che cercano collaborazioni con micro-influencers.

Scaricando il report gratuito di Instagram On Fire avrai le prime strategie da utilizzare per muoverti in questa direzione e il link di accesso ad una community di persone che stanno già guadagnando migliaia di euro con Instagram.

1. Guadagnare con Instagram: vendi le tue foto

Nell’epoca dei blog e dei siti internet in generale, c’è un enorme bisogno di utilizzare immagini originali.

Ti sarà sicuramente capitato di utilizzare portali come Unsplash o Pixabay per scaricare foto da utilizzare per i tuoi progetti. Questo tipo di strategia dipende molto dalle tue abilità nella fotografia, quindi non aspettarti di guadagnare con Instagram migliaia di euro se non sei in grado di utilizzare bene lo smartphone o la macchina fotografica per fare foto.

In ogni caso, se sei capace di interpretare efficacemente le esigenze delle aziende e dei marketer, sarai anche in grado di monetizzare con questo tipo di strategia.

Alcuni suggerimenti per rendere irresistibili le tue foto…

Ci tengo a specificare che non si tratta di un tutorial sulla fotografia, ma dal momento che devi vendere le tue foto a dei brand, devi anche essere in grado di intercettarne i bisogni, in termini di marketing.

1. I brand vogliono contenuti originali – i brand, di piccole o grandi aziende che siano, amano l’autenticità. Di conseguenza, saranno disposti ad acquistare le tue foto solamente se appartengono a delle situazioni verosimili.

Ad esempio, conosci Snapwire? E’ un marketplace che si occupa esclusivamente di foto pubblicate sui social network.

Pensa che un’azienda farmaceutica canadese ha pagato 6.000 dollari per una foto con delle persone che correvano una sopra all’altra.

come guadagnare su instagram snapwire

2. Abbandona il formato quadrato – Instagram prevede un formato quadrato (1:1) per le sue foto e le persone si sono abituate in questo modo, ma io ti raccomando anche di realizzare delle foto in formato orizzontale o verticale. Questo perché le foto professionali generalmente non sono quadrate.

Con il formato verticale potresti avere dei problemi legati alla miniatura, ma potrai inserire più dettagli nella foto e dargli un tocco artistico superiore. In alternativa, puoi optare per il formato orizzontale. Instagram ti consente di inserire foto e video con proporzioni tra 1:91 e 4:5.

3. Sfrutta i confini bianchi – Un’artista professionista sa fare in modo che l’attenzione dell’osservatore si depositi esattamente dove vuole lui. Gli artisti sanno come utilizzare gli spazi vuoti e sono capaci di ottenere le proporzioni tra i soggetti più spettacolari in un’immagine. Se utilizzi i bordi bianchi, puoi anche controllare come viene pubblicata la tua foto nel feed (ma ricorda sempre che l’algoritmo di Instagram mostra le miniature delle tue foto come quadrati ritagliati al centro).

4. Utilizza lo stile flatlays – Questa è una tecnica che spacca! Realizzare foto del genere è un modo fantastico per promuovere se stessi e dimostrare la propria competenza. In pratica si tratta di una varietà di elementi combinati insieme su una superficie e fotografati dall’alto.

flatlays

Presta attenzione alla preparazione dell’immagine, in modo tale che sia visivamente accattivante, all’illuminazione, alla tavolozza dei colori e all’angolo di ripresa. Non si tratta tanto di un insieme di prodotti, ma piuttosto di saper creare una narrazione avvincente. Puoi anche utilizzare del testo per raggiungere più facilmente questo obiettivo.

come guadagnare con instagram

Questo tipo di creazioni ti garantiranno un certo grado di differenziazione rispetto ai tuoi competitor 😉

Instagram è il mezzo più potente in assoluto per promuovere le tue foto (molto di più di qualsiasi altra piattaforma che ti permette di caricare i tuoi contenuti) e ti consente di utilizzare hashtag pertinenti alla tipologia dei tuoi contenuti. Inoltre appena pubblichi una foto ricevi un feedback immediato sulla bontà del lavoro che hai fatto grazie a like, commenti e repost.

Come fotografo, puoi usare Instagram come il tuo diario quotidiano, ed iniziare ad lentrare in contatto con i tuoi potenziali clienti grazie ai Direct Message (DM), che secondo Gary Vaynerchuk sono uno strumento senza precedenti nella storia, per entrare in contatto rapidamente con le persone che non si conoscono.

CASO STUDIO: Come guadagnare con Instagram 15.000 dollari in un giorno solo

Ti presento l’eccezionale caso di Daniel Arnold, un fotografo di New York che trascorreva 8 ore della sua giornata a passeggiare e fotografare la Grande Mela con il suo iPhone. Il problema era che non sapeva come questo gli avrebbe consentito di campare 😀

Così nel giorno del suo 34° compleanno decise di vendere gran parte delle foto che aveva sul suo profilo Instagram. Daniel, come vedi, fotografa soprattutto persone e così inviò un Direct Message a tutti i suoi follower informandoli di questa decisione e gli chiese di inviargli uno screenshot con la foto che preferivano.

Sai che successe?

Ricevette richieste di acquisto per le sue foto per un totale di 15.000 dollari e alcune sue foto vennero addirittura valutate 1.000 dollari, come quella scattata al Babbo Natale senza pantaloni nella metropolitana. Pazzesco vero?

arnold daniel instagram

Foap e altri 4 marketplace

Vediamo insieme quali sono i migliori marketplace per vendere le tue foto e guadagnare con Instagram.

Foap è uno dei marketplace più popolari per ciò che riguarda la vendita di foto di Instagram e di social network in generale.

Come funziona?

1. Ti iscrivi

2. Costruisci il tuo profilo

3. Crei un portafoglio con le migliori immagini che vorresti vendere

4. Guadagni 5€ per ogni immagine che viene acquistata (puoi vendere la stessa immagine un numero illimitato di volte)

Una delle funzioni più apprezzate di Foap è quella che ti permette di partecipare alle FOAP Missions.

Alcuni dei più grandi brand del mondo promuovono dei contest a cui ci si può iscrivere partecipando con le proprie foto. Ti troverai di fronte ad un numero molto elevato di concorrenti, ma se la tua foto viene scelta potrai guadagnare 100€ e addirittura, in alcune missioni, puoi arrivare a guadagnarne anche 500.

 

foap

Oltre a Foap ti suggerisco di utilizzare anche questi altri 4 marketplace.

Il mio suggerimento è quello di registrarti e provare a vendere le tue foto su ognuno di essi, senza focalizzarti esclusivamente su uno. In questo modo avrai più chance di guadagnare con Instagram.

1. 500px – questa è una community di fotografi con oltre 80 milioni di foto. Ti consente di creare un profilo, dove inserire le informazioni di contatto e iniziare a mettere in mostra le tue foto.

Su 500px il massimo importo pagato per una foto è stato 20.000 euro.

Ecco alcune strategie che ti aiuteranno a vendere di più:

1. Utilizza 4-5 parole chiave per ogni foto – ti aiuteranno a essere trovato dai potenziali acquirenti

2. Cerca di trovare una nicchia o uno stile che in pochi stanno utilizzando

3. Condividi alcune foto esclusivamente su 500px (e non su altri marketplace) per poter negoziare prezzi più alti

4. Assicurati di aver aggiunto le informazioni di conatto

Questa può essere un ottima fonte di guadagno passivo, come dice il fondatore di 500px, che sostiene che lui stesso ha guadagnato 1.600 dollari in appena 2 mesi.

2. Twenty20 è un altro marketplace per vendere le tue foto su Instagram. Registrati sul sito oppure scarica la loro pu per iPhone. Ogni foto che tu carichi è in vendita, ma sei tu a mantenere i diritti sulla foto e puoi venderla più volte.

Esistono 3 modi per fare soldi su Instagram con questo marketplace:

1. 2€ per ogni foto che vendi

2. Challenge fotografiche (dove maggiore è la competizione è maggiore la ricompensa)

3. Lavori commissionati direttamente dai Brand

3. Snapwire – Questo marketplace ti incoraggia a caricare il maggior numero possibile di foto di alta qualità. Anche in questo caso ti suggerisco di utilizzare parole chiave pertinenti con le tue foto per essere notato dai brand.

All’inizio ti consiglio di partecipare a quante più challenge possibili, perché quando carichi le foto in maniera costante ti vengono assegnati dei punti speciali.

In questo modo, aumenti di livello e crescono le opportunità di guadagnare di più. Snapware prevede 7 livelli, che un utente può raggiungere sulla piattaforma (ad ogni livello i benefit in termini di guadagno sono maggiori).

L’aspetto più interessante di Snapwire è che offre una sezione “acquistati di recente”, che può aiutarti a capire quali sono i requisiti preferiti dagli acquirenti e ispirare le tue future fotografie.

4. LobsterMedia – Puoi iscriverti gratuitamente a questa piattaforma e segnalare le foto del tuo profilo Instagram utilizzando l’hashtag #ilobsterit.

In alternativa puoi anche vendere le tue foto private. Per ogni vendita prendi il 75% del prezzo fissato.

Esistono varie categorie in cui puoi scegliere di creare e vendere le tue foto. Il trucco per vendere è chiedere un prezzo ragionevole e presentare il tuo lavoro nel miglior modo possibile sui tuoi social media (come ti ho già spiegato sopra).conte

Ultimo suggerimento: usa tutti questi Marketplace, se vuoi guadagnare con Instagram, e inserisci le foto con la più alta risoluzione possibile. Evita di concentrare l’attenzione unicamente su uno, tralasciando gli altri 😉

2. Fare soldi su Instagram grazie ai post sponsorizzati

Questa è la tattica più comune per guadagnare con Instagram..

..ma allo stesso tempo non è utilizzabile dai profili con poche centinaia di seguaci!

Il lato positivo è che le persone con centinaia di migliaia di follower vengono pagate anche €5.000 a post.

Esistono due modi per guadagnare con Instagram tramite i post sponsorizzati:

1. approccio orientato al pubblico: pubblichi immagini relative ai tuoi interessi, che mostrano la tua personalità. E’ ovvio che segui una strategia pianificata di pubblicazione dei contenuti, ma allo stesso tempo sei te stesso. Mentre condividi le tue foto e aumenti il tuo engagement in maniera organica, i brand ti inizieranno a contattare;

2. approccio orientato al business: dato che sai che i post sponsorizzati su Instagram possono fruttare molti soldi, ti impegni a pubblicare foto che ipotizzi potrebbero interessare ai brand. Operi in una nicchia redditizia (es. travel, fashion o gaming) e osservi le strategie di pubblicazioni dei brand a cui punti. In questo modo ti fai un’idea ben precisa delle loro esigenze.

Questa seconda strategia prevede che pubblichi solo contenuti di alta qualità, ben studiati e utilizzi hashtag strategici che siano rilevanti per il pubblico del brand. Per te si tratta solamente di business ed è del tutto legittimo fare soldi su Instagram in questo modo, ma almeno cerca di divertirti, altrimenti il rischio è che i contenuti perdano totalmente di spontaneità.

In generale, il suggerimento che mi sento di darti è di mantenere, da un lato, i tuoi contenuti di alta qualità e dall’altro, che siano il più autentici possibili.

Non esagerare con i post sponsorizzati perché se da una parte piacciono alle persone, dall’altra troppi post sponsorizzati potrebbero portare a diminuire la tua credibilità nei confronti dei brand.

Come fare soldi su Instagram con i post sponsorizzati?

Analizziamo ora gli elementi essenziali per guadagnare con Instagram tramite i post sponsorizzati.

Innanzitutto devi avere almeno 10.000 follower e un tasso di coinvolgimento particolarmente elevato. Mi riferisco alla quantità di like, commenti e repost nelle storie che generano i tuoi contenuti.

Una volta soddisfatti questi criteri, ecco quello che potresti fare:

1. Crea un post su Instagram che potrebbe interessare dei brand (potrebbe essere una foto o un video)

2. Utilizza un hashtag, una menzione o un link per promuovere un brand

3. Condividilo con i tuoi follower

4. Vieni pagato

Mi spiego meglio con questo caso studio.

CASO STUDIO: Rudy Mancuso e Star Wars

All’uscita del nuovo film di “Star Wars: La Forza Si Risveglia”, nel 2015, un ragazzo di nome Rudy Mancuso creò una sua versione della colonna sonora di Star Wars con il suo cagnolino sulle gambe, che assomigliava a Chewbacca.

guadagnare instagram

Il post ricevette oltre 66.000 like in poche ore e questo permise a Rudy di diventare una piccola celebrità, oltre che di monetizzare grazie alla sua simpaticissima idea 😀

Le 7 migliori piattaforme di influencer marketing

Ecco 7 piatttaforme dedicate all’influencer marketing, che ti permetteranno di iniziare immediatamente a monetizzare il tuo account.

1. Buzzolee – è una piattaforma costituita da un algoritmo che innanzitutto analizza il tuo profilo e ti dà un feedback sulle nicchie di mercato che copri e ai brand a cui potenzialmente potresti interessare. Poi ti permette di analizzare le statistiche dei tuoi principali competitor e ha un lato social, tramite il quale puoi aggiungere influencer per creare una community.

Ogni volta che partecipi ad una campagna ottieni crediti che puoi convertire in buoni da spendere su Amazon e verrai coinvolto più frequentemente nelle attività editoriali di Buzzolee.

2. Voicr – Voicr è la prima piattaforma italiana dedicata all’influncer marketing, che ti paga ogni volta che pubblichi un contenuto di un brand sul tuo profilo. Parti da un guadagno di minimo 10 centesimi a clic e cresci in base all’engagement che riesci a generare sul tuo profilo. Pensa se riuscissi a raggiungere l’obiettivo di 1000 clic a post..niente male, vero? 😉

instagram guadagnare

3. Indahash – è una delle piattaforme più utilizzate ed importanti del mondo e potrai partecipare solamente alle campagne dedicate al paese di registrazione. Fortunatamente c’è anche l’Italia, quindi puoi iniziare da subito a guadagnare con Instagram anche con questa piattaforma.

4. Tribe –  è un’app per iOS e Android ed è un ponte tra agenzie e influencer. Ti permette di controllare quali sono i brand più attivi e di taggare un brand, che potrebbe essere disposto a pagare per il tuo post. In questo modo puoi focalizzare la tua creazione di contenuti indirizzandoli ai brand più caldi.

Qui trovi una tabella che ti indica quanto puoi verosimilmente pensare di guadagnare con Instagram, in base ai tuoi followers.

come guadagnare instagram

5. Influicity – è una piattaforma enorme, dove sono presenti oltre 3 milioni di influencer. Puoi compilare un modulo con i tuoi contatti e presentare velocemente il progetto e la nicchia di mercato dove operi. Una volta che il tuo profilo è stato accettato, avrai l’opportunità di creare contenuti per i brand, ricevere opportunità di guadagno e mettere in mostra i tuoi contenuti.

6. Revfluence – questa è una piattaforma specializzata su nicchie di influencer marketing relative a beauty e fashion. Puoi proporre i tuoi contenuti per le campagne promosse dai brand e poi essere raccomandato dalla piattaforma ai brand stessi, se risulti in linea con le loro esigenze. Puoi arrivare ad essere pagato da 50 a 1000 dollari per ogni post pubblicato su Instagram o shoutout su YouTube.

7. Famebit –  è la piattaforma di influencer marketing di proprietà di Google. Il suo obiettivo è creare opportunità di guadagno su YouTube. Nel modulo di iscrizione puoi proporti anche come influencer per Instagram visto che c’è una partnership che prevede questa opzione.

3. Affiliate marketing

Puoi guadagnare con Instagram anche grazie all’affiliate marketing, che consiste nel promuovere il prodotto di un brand e guadagnare una percentuale, se questo viene acquistato.

Su Instagram puoi pensare di utilizzare un influencer per promuovere il tuo link affiliato e guadagnare sulla differenza tra quanto investi sugli influencer e la percentuale che ti intaschi se vendi il prodotto.

In primo luogo è necessario avere dei prodotti da promuovere in affiliazione. Brand come Amazon e Siteground prevedono questo tipo di soluzione, mentre se non hai idea di quali sono quelli che hanno un programma di affiliazione “al loro interno”, ti consiglio di utilizzare una di queste piattaforme, sulle quali troverai i prodotti che desideri sponsorizzare.

Piattaforme per le affiliazioni su Instagram

1. Clickbank: è la piattaforma migliore al mondo per monetizzare il tuo traffico, suddivisa in categorie e ad ogni prodotto è assegnato un punteggio di gravità, che è un algoritmo che indica i prodotti più venduti nelle ultime 12 settimane. Per renderti più facile la vita, ti consiglio di iniziare con uno di questi prodotti.

guadagnare con instagram affiliate marketing2. Teespring : se finora hai pensato che vendere t-shirts non potesse essere un business, ti consiglio di leggere questo formidabile caso studio di un ragazzo che è riuscito a guadagnare 100.000 dollari in 5 mesi. Teespring ti dà la possibilità di scegliere tra migliaia di opzioni ed è molto funzionale per lanciare campagne per guadagnare con Instagram.

3. Tradetracker – è una piattaforma italiana di affiliate marketing con moltissime nicchie e decine brand italiani e una varietà enorme di offerte, per ogni tipologia di settore. Ti consiglio di farci un giro perché troverai sicuramente del materiale interessante da promuovere.

Ingaggiare influencer acquistando shoutout

Dove trovare gli influencer giusti per guadagnare con Instagram con l’affiliate marketing?

La risposta si chiama Shoutcart.com

guadagnare affiliate marketing instagram

In pratica, si tratta di un marketplace di influencer marketing (simile a quelli che abbiamo visto nella prima strategia), nel quale hai la possibilità di acquistare migliaia di shoutout per le tue campagne di affiliate marketing con Instagram.

Il sito è suddiviso per categorie e in ognuna di esse trovi una scheda dove vengono riassunte i più importanti dati statistici dell’influencer e il costo di uno shoutout, che può andare da pochi euro fino a qualche centinaia.

shoutouts instagram

Come vedi, nella schermata superiore, ci sono il numero di follower e lo score, che è un parametro che indica l’efficacia di uno shoutout, misurata su parametri legati all’engagement come like e commenti. Un ottimo aiuto per la scelta dei migliori influencer.

Altre piattaforme che puoi utilizzare sono Buy Sell Shoutouts, Plug Hype, Jumpfame e Grin.co.

Ovviamente devi fare attenzione a determinati parametri quando acquisti gli shoutout. Di sicuro non vorrai acquistarli da tutti, ma solamente da coloro che reputi più in linea con le tue esigenze, oltre che saperti garantire un certo ritorno in termini di traffico.

In particolare, fai attenzione a:

1. il numero di follower

2. il numero di like per ogni post

3. la biografia e la descrizione dell’account

Il mio suggerimento è di prendere in considerazione account con almeno 50.000 followers, In modo tale da ottenere risultati concreti già da subito.

Infine ti fornisco altri suggerimenti utili per riuscire a fare soldi su Instagram con l’affiliate marketing, tramite la tecnica degli shoutout:

1. utilizza una call to action –  se le persone trovano una call-to-action nella biografia dell’influencer è probabile che i clic sul tuo link affiliato aumentino

2. non usare l’immagine del prodotto –  Ricorda sempre che le persone amano i benefici e i risultati provenienti dall’utilizzo di un determinato prodotto, quindi tienine conto quando scegli gli influencer 😉

3. utilizza hashtag rilevanti –  evita di inserire hashtag che siano al di fuori della nicchia dove operi. Fai una ricerca approfondita degli hashtag che potrebbero portarti dei clienti

4. Utilizza link personalizzati –  evita di utilizzare url molto lunghi perché non sono invitanti per gli utenti. Utilizza un servizio come bit.ly per accorciare i tuoi url e personalizzarli con una call to action

Suggerimento: invece di vendere direttamente il tuo prodotto puoi pensare di preparare un contenuto gratuito (lead magnet) per acquisire mail e contatti di potenziali clienti. Questo comporta un abbassamento dei costi pubblicitari e l’introduzione di una strategia di e-mail marketing automation, che ti permetterà di indirizzare gli utenti verso l’acquisto tramite una sequenza di email

Un modo alternativo di promuovere i prodotti in affiliazione è quello di utilizzare gli annunci pubblicitari di Instagram.

Per fare pubblicità su Instagram devi utilizzare Facebook, dove all’interno del tuo Business Manager (la piattaforma dedicata a coloro che usano la pubblicità di Facebook in maniera professionale) hai la possibilità di selezionare solamente Instagram come destinazione dei tuoi annunci.

4. Vendi dal tuo store online

In termini di investimento, questa è la strategia più redditizia, ma anche quella che richiede maggior sforzo in termini di tempo.

Questo è il processo di base che devi seguire per guadagnare su Instagram con il tuo store:

1. Apri uno store on-line (ad esempio con Shopify o Blooming)

2. Crea un account Instagram intorno alla tua nicchia

3. Posta i tuoi prodotti sull’account Instagram

4. Guadagna

Non devi per forza avere dei prodotti fabbricati da te, puoi appoggiarti a piattaforme come Zazzle e creare cappelli, vestiti, borse e adesivi personalizzati senza nessun costo.

Chiaramente questi servizi si prendono una percentuale sul prezzo finale ma tu hai l’enorme vantaggio di poter aprire uno store online in pochi minuti, senza dover sostenere i costi di produzione di magazzino e di spedizione. Fantastico, non trovi?

L’aspetto più conveniente è che hai tutto il tempo di creare un brand riconosciuto e amato su Instagram e solo una volta che ti rendi conto che il tuo progetto funziona, puoi prenderti cura delle altre fasi del processo produttivo e aumentare i profitti.

Se il progetto invece non funziona non ci perdi niente, a parte il tempo che hai dedicato a questa attività. Almeno nelle fasi iniziali è un modo eccezionale per capire se hai avuto una buona idea.

Non aprire uno store online se…

Sai qual è l’aspetto più importante in una transazione tra brand e cliente?

La fiducia!

Se non sei capace di mostrarti genuino nei confronti del tuo pubblico, sarà impossibile ottenere una fiducia autentica e persuadere le persone a comprare i tuoi prodotti. Di seguito trovi qualche dritta che ti aiuterà a costruire fiducia con i tuoi clienti, in modo forte e duraturo.

1. Mettiti nei panni dei tuoi clienti – i brand si avvicinano ai propri clienti grazie ai contenuti. Più i tuoi contenuti saranno utili ed interessanti per i tuoi clienti e maggiore sarà la probabilità che si acquistino e si leghino a te. Un esempio di ottimo content marketing su Instagram è rappresentato da Airbnb, che posta foto di viaggi ed esperienze di vita di persone che utilizzano questa App per viaggiare

instagram airbnb

Altro fantastico esempio è quello di Mobike, efficientissimo servizio di bike sharing (p.s. la seconda foto è di un mio amico di Firenze 😀 )

mobike instagram

2. Portali dietro le quinte – devi sempre dare un volto al tuo brand perché altrimenti le persone non si fideranno di te. Se mostri solamente i tuoi prodotti e non compari mai in prima persona sarà impossibile creare un legame profondo tra te e le persone. Metterti in gioco ti consentirà di raggiungere risultati strabilianti.

3. Permetti ai tuoi clienti di creare contenuti – non esiste modo migliore per creare un legame forte con i propri clienti come quello di fargli realizzare contenuti. Le persone amano sentirsi coinvolte e poter esprimere la loro creatività. Ad esempio, la strategia editoriale di Adobe si fonda su questo concetto.

adobe instagram4. Storytelling – l’ideale sarebbe che quando posti su Instagram riesci a raccontare una storia. In questo modo puoi raccontare il tuo brand e suscitare emozioni nei tuoi followers, oltre a fidelizzarli e fare in modo che non smettano mai di seguirti.

Ti fornisco infine due risorse molto utili per creare il tuo store su Instagram. Come sai Instagram funziona solamente da mobile – e di conseguenza può essere molto complicato per l’utente arrivare ad acquistare su un e-commerce che prevede lo spostamento da Instagram ad un’altra piattaforma. Puoi utilizzare due servizi come Soldsie e Yotpo per risolvere questo problema.

CASO STUDIO: Guadagnare con Instagram vendendo vestiti

Ti presento il caso studio di Votrends, un account aperto da un giovane studente, che ha prima portato il numero di follower fino a 54.000  nel giro di 4 mesi (a proposito ti consiglio di seguire il corso Instagram On Fire di Dario Vignali e Stefano Mongardi che ti aiuteranno a raggiungere questo obiettivo nel giro di poche settimane) e ha iniziato a guadagnare con Instagram vendendo i vestiti di brand famosi.

Successivamente, ha iniziato ad inserire i prodotti con il proprio brand tra questi vestiti e così è riuscito a promuoverli con successo e a diventare riconosciuto tra i propri followers.

Ti consiglio di prenderti qualche minuto di tempo per vedere questo video che racconta il caso studio di Votrends.

5. Diventa consulente di Instagram

Nel 2018 ormai tutte le imprese possono affermare di avere la necessità di comunicare sui social network.

Se in tanti non hanno ritenuto importante investire sulla SEO, possiamo invece affermare con certezza che l’avvento dei social ha avuto un impatto decisamente più profondo sulle strategie di comunicazione aziendali.

Così diventare un consulente specializzato in Instagram marketing e aiutare le aziende a guadagnare con Instagram è un’opportunità eccezionale.

Innanzitutto perché la maggior parte degli specialisti oggi presenti sul mercato si dedicano a Facebook, e poi perché Instagram ha tassi di crescita decisamente superiori a quelli di Facebook.

Questa guida e il corso Instagram On Fire sono un ottimo punto di partenza per studiare l’Instagram marketing e reperire una quantità di informazioni tale da poter essere rivenduta tramite consulenze.

Basta fare una ricerca su Google per scoprire che i professionisti specializzati in Instagram marketing non sono molti e che di sicuro in questa nicchia di mercato c’è ancora spazio per te.

Quanto guadagna un consulente di Instagram?

Secondo questa ricerca che ho effettuato su Upwork, uno dei più importanti marketplace per freelance che esistono, un consulente può guadagnare con Instagram dai 10€ all’ora fino ad oltre 100.

L’esperienza e la capacità di raggiungere risultati ti garantiranno la possibilità di fissare tariffe molto elevate. D’altronde l’obiettivo di un consulente di Instagram dovrebbe essere di massimizzare i guadagni relativamente alle ore lavorate.

Può essere un’ottima idea posizionare il tuo personal brand come esperto di Instagram.

Relativamente a come trovare clienti, puoi innanzitutto utilizzare il classico sistema di invio di email di presentazione aziendale per proporre la tua professionalità agli imprenditori.

Prepara una mail che sia capace di focalizzare l’attenzione sui benefici che potrebbe ottenere un’azienda dalla tua consulenza ed identifica quelle aziende che secondo te possono avere più bisogno di questo tipo di servizio. Una volta che hai creato una lista di almeno 20 aziende, personalizza la tua mail in base alla nicchia di mercato in cui opera l’azienda.  

Se sei capace di mostrare anche i risultati ottenuti fino ad ora e di presentare casi di successo significativi è molto probabile che le aziende ti rispondano positivamente. In ogni caso il mio suggerimento è quello di iniziare a fare esperienza con piattaforme come Upwork e Fiverr

Come costruire un business sostenibile?

Ciò che ti interessa realmente è costruire un business di consulenze di lungo termine che ti consenta di guadagnare con Instragram costantemente e, possibilmente, in maniera crescente nel tempo.

Per raggiungere questo obiettivo utilizza una tattica di questo tipo:

1. identifica un target di potenziali clienti appartenenti ad una determinata nicchia con dei profili Instagram scarsi, per farli crescere facilmente

2. costruisci un portafoglio di clienti. Inizia aiutando gratuitamente dei piccoli business locali, magari nella tua città. Se avrai successo saranno gli stessi imprenditori a consigliarti a qualcun altro ne dovesse avere bisogno

3. crea un processo che puoi utilizzare con tutti i clienti, ma che abbia delle parti personalizzabili in base alle esigenze di ogni business. In questo modo ottimizzi il tuo tempo ed identifichi le pratiche che garantiscono maggiori risultati

4. apri un blog e scrivi post utili ai tuoi lettori dove mostri i tuoi risultati e spieghi come sei stato capace di raggiungerli. Per far funzionare bene un blog devi avere anche delle competenze in ambito SEO e abbastanza tempo per pubblicare con regolarità i tuoi contenuti

Come misurare il successo nell’Instagram marketing?

Ti consiglio di utilizzare delle metriche per i tuoi clienti che definiscano in maniera oggettiva i risultati raggiunti. Alcune potremmo chiamarle vanity metrics,  in quanto non portano fatturato diretto ai clienti, ma ne aumentano la riconoscibilità e la fama dei brand.

Altre metri che servono a calcolare direttamente il ROI (return of investment) del tuo Instagram marketing e quanto sei stato capace di far guadagnare con Instagram i tuoi clienti.

1. Crescita dei follower: anche se la qualità dei follower è importante, la crescita quantitativa degli account è una metrica fondamentale per i tuoi clienti. I like e i follower sono una metrica che conferisce credibilità ad un brand e possono essere considerati molto importanti da un imprenditore. Cerca di esprimere la crescita in percentuale e mai in valore assoluto (così è più facile effettuare confronti nel tempo)

2. Engagement: è il modo migliore per capire se il tuo pubblico apprezza quello che stai pubblicando. Grazie a like, commenti e condivisioni, riuscirai a presentare dei dati quantitativi con cui dimostrare i tuoi risultati

3. Ricavi: misura le entrate che derivano dall’Instagram marketing. E’ facile se l’azienda ha già un e-commerce, ma è comunque possibile si associ dei codici alle vendite generate tramite l’account Instagram.

4. Traffico derivante dai social media: dal momento che Instagram consente solamente l’inserimento di link cliccabili nella bio o nelle storie, la misurazione del traffico verso il sito può essere complicata. Ecco allora un trucco per tracciare il traffico proveniente da Instagram che viene monitorato da Google Analytics (poi accorcia il link)

url instagram5. Rendimento degli annunci pubblicitari: se utilizzi annunci a pagamento per il tuo cliente per aumentare la visibilità dei suoi post, separa la portata pubblicitaria da quella organica e mostragli quante persone sei riuscito a raggiungere.

6. Vendi prodotti digitali

Questa strategia è incentrata esclusivamente su una valida strategia di content marketing ed è indirizzata soprattutto a marketer e, in generale, ad aziende che vendono prodotti che costano più di 15/20 euro.

In particolare mi riferisco a corsi, e-book e prodotti informazionali. Hai mai pensato che Instagram ti consente di strutturare una strategia di lead generation (creazione di contatti interessati ai tuoi prodotti) in modo molto più veloce ed economico rispetto a strategie come la SEO e il Facebook marketing?

C’è solo un problema..

Se vuoi guadagnare con Instagram in questo modo, hai bisogno di costruire un pubblico da zero, che si fidi di te e che quindi sia disposto a comprare da te.

Nel caso specifico, devi costruire questo pubblico tramite dei contenuti di valore, esattamente faresti con dei post sul blog o con dei video su Facebook.

Ciò che cambia è la piattaforma che utilizzi e la tipologia di contenuti, che nel caso di Instagram saranno affidati a foto, video brevi e tante tante stories.

Una volta generata attenzione attorno al tuo account, devi spostare i lead da Instagram ad una landing page, ovvero una pagina dove questi navigatori atterrano dopo aver cliccato sul tuo link in bio o nelle storie.

Per fare in modo che questo accada, la strategia migliore è preparare un lead magnet, ovvero un contenuto gratuito in cui, ad esempio, regali un capitolo del tuo e-book oppure riveli delle competenze di grande utilità per il potenziale cliente.

Possiamo definirle un’anteprima di ciò che i clienti troveranno nel prodotto che poi acquisteranno.

Questo modo di agire ti permette, oltre che di guadagnare con Instagram nel breve termine, anche di costruire una mailing list ben targetizzata sulla tua nicchia di interessi.

Ciò significa che, se avrai altre risorse utili da segnalare, o vorrai strutturare attorno a questa lista una strategia di e-mail marketing automation, sarai libero di farlo in ogni momento.

Come validare la tua idea?

Fino a qui abbiamo ipotizzato che tutto il processo descritto funzionasse linearmente che guadagnare con Instagram tramite un prodotto digitale fosse quasi una passeggiata.

La verità è che troverai degli ostacoli più o meno difficili da affrontare.

Di solito, sono 3 i motivi principali per cui si hanno difficoltà con il lancio di prodotti di questo tipo:

1. Ti mancheranno le idee (o non ne avrai proprio)

2. Non sei sicuro di essere abbastanza bravo o di dare abbastanza valore

3. Lancerai un prodotto e ti renderai conto che non lo acquisterà nessuno, o quasi

Sono momenti complicati, in cui dopo tanta fatica sarai preso dalla voglia di lasciar perdere…non farlo!

Esistono delle soluzioni a tutti questi problemi.

Innanzitutto devi validare la tua idea e il modo migliore per farlo è preparare una versione ridotta all’osso del tuo prodotto e capire se c’è qualcuno potenzialmente interessato ad acquistare.

Come fare?

Una soluzione è quella di farti un giro su Corsi.it e su Amazon e verificare se corsi e libri appartenenti alla tua nicchia di mercato hanno mercato.

In secondo luogo, puoi effettuare un sondaggio tra i tuoi follower su Instagram per capire a cosa sono interessati e cosa sarebbero disposti ad acquistare.

In questo senso Instagram ti viene incontro con degli strumenti dedicati. Puoi strutturare un sondaggio tramite un post fotografico o un video della durata massima di 60 secondi e puoi anche utilizzare le storie chiedendo ai tuoi follower di effettuare azioni specifiche che ti comunichino cosa gli interessa.

Per guadagnare con Instagram in questo modo, cerca di combinarlo con strumenti come landing pageblog e se non vuoi subito investire del tempo nella creazione di un infoprodotto, prova a vendere quelli degli altri tramite l’affiliate marketing 😉

7. Sfrutta Instagram per rafforzare il tuo pubblico su YouTube

Se sei uno youtuber, di sicuro le strategie di monetizzazione del tuo canale ti porteranno via un sacco di tempo.

Non dovrebbe essere così, perché dovresti invece dedicare la tua attenzione e i tuoi sforzi alla produzione di contenuti di qualità, che ti permettano di continuare a crescere e di mantenere su standard elevati la tua proposta su YouTube.

Inoltre, con il cambiamento dei requisiti di monetizzazione, avrai bisogno di un canale con molti più iscritti e di tanti minuti di visualizzazione in più (quindi più video) per iniziare ad ottenere delle entrate.

Per fortuna, puoi guadagnare con Instagram e con Patreon, che è una piattaforma che si sposa alla grande sia con Youtube che con Instagram.

Come fare? Lascia che ti spieghi..

Innanzitutto con l’influencer marketing. Come vedi da questa infografica, un influencer su YouTube viene mediamente pagato di più, rispetto alle altre piattaforme.

come guadagnare con instagram influencer

Una volta raggiunti i 100.000 iscritti (o follower), le opportunità di monetizzazione iniziano a farsi rilevanti. Su YouTube mediamente si viene pagati oltre 10.000 euro a post, mentre puoi guadagnare con Instagram anche oltre 5.000 euro.

Un altro ottimo modo per fare soldi con Instagram è quello di offrire dei contenuti esclusivi ai tuoi utenti privilegiati, che sono iscritti su Patreon.

I TheShow sono alcuni tra gli youtuber più famosi nel nostro Paese, che hanno iniziato a mettere in pratica questa strategia e condividono alcuni contenuti solamente con gli utenti che effettuano donazioni con regolarità.

theshow patreon

In genere, Patreon funziona molto bene con tutti quei canali che prevedono il rilascio di tutorial, su argomenti come cucina e musica, che insegnano alle persone a fare delle cose. Ma puoi veramente monetizzare con Patreon in ogni settore, se prevedi il rilascio di contenuti premium.

Ma ora torniamo a parlare di come guadagnare con Instagram e della sua integrazione con YouTube.

Come ti dicevo, Instagram e YouTube sono due piattaforme complementari ed Instagram può essere il luogo dove pubblichi contenuti di breve durata e curi il rapporto relazionale con i tuoi seguaci.

Ecco alcune tattiche che ti aiuteranno ad aumentare le visualizzazioni su YouTube, ogni volta che lo integri con l’Instagram marketing.

1. Rilascia i teaser dei tuoi video e crea entusiasmo

Vuoi creare attenzione attorno al rilascio dei tuoi prossimi video su YouTube?

Allora utilizzare i teaser è un’ottima idea. I teaser sono dei trailer che sintetizzano l’argomento principale del tuo prossimo video.

Teaser + Instagram Stories è un’accoppiata di grande efficacia per catturare l’attenzione dei tuoi follower.

Il teaser può essere di 3 tipi:

1. fotografico: ti suggerisco di selezionare una foto che crei stupore nell’osservatore

2. video: monta un video di massimo 60 secondi con le parti più importanti del video che pubblicherai su YouTube

3. selfie: registra un video di pochi secondi, da pubblicare nelle stories, in cui comunichi qualcosa di sensazionale o interessante per i tuoi follower e gli anticipi che uscirà un video su YouTube

Non dimenticarti di inserire il link nella bio o nelle stories, per indirizzare gli utenti dove desideri che essi si rechino.

2. Mostra la tua vita reale e crea relazioni più profonde

Secondo te, si può guadagnare con Instagram senza mostrare il proprio volto e stringere relazioni con gli utenti?

Probabilmente no, è qualcosa di molto complicato.

I tuoi follower non sono solamente interessati ai tuoi contenuti, ma vogliono di più!

Desiderano sapere chi sei e come passi le tue giornate…e vogliono anche costruire un rapporto personale con te.

Instagram, da questo punto di vista, ti offre la grandiosa opportunità di mostrare ogni momento della tua giornata ai tuoi follower e di interagire con loro, uno per uno (ricordi i DM?)

Un’iniziativa molto carina è quella di monitorare le tue analytics, estrarre una lista dei fan che interagiscono maggiormente con te e taggarli nelle tue videostories, per esprimergli la loro gratitudine 🙂

3. Coinvolgi il tuo pubblico e fatti ispirare

Un bel giorno, all’improvviso, potresti trovarti di fronte ad un blocco creativo. Purtroppo capita di trovarsi senza molte idee per i nuovi contenuti e, anche in questo caso, Instagram viene in tuo aiuto.

Utilizza i sondaggi di Instagram, magari insieme alle stories, per farti suggerire nuove idee per i tuoi video su YouTube.

I tuoi fan adorano essere coinvolti, specie se si tratta di avvicinarsi alle loro esigenze, e stilare insieme a loro un vero e proprio calendario editoriale.

4.Utilizza hashtag diversi per raggiungere nuovi segmenti di pubblico

Instagram ha una portata organica enorme e uno dei modi per raggiungere i tuoi utenti è quello di utilizzare gli hashtag, tramite i quali ti troveranno.

Invece di utilizzare sempre gli stessi hashtag, puoi modificarli in base ai contenuti specifici del video che stai per pubblicare su YouTube.

Infatti, se parli di musica, non è detto che tutto ciò che pubblichi sia diretto sempre alla stessa specifica nicchia, ma è possibile che ci siano dei contenuti trasversali, che vanno ad interessare anche nicchie complementari o vicine alla tua.

Se utilizzi, nei tuoi 30 hashtag consentiti, parole differenti dalle solite è probabile che riuscirai, giorno dopo giorno, ad ampliare il tuo pubblico organico e, di conseguenza, a portare i tuoi follower su quanti più canali diversi possibili.

5. Collabora con altri Instagram influencer

Il concetto è molto simile a quello affrontare nel paragrafo dedicato a come guadagnare con Instagram tramite l’affiliate marketing.

In pratica, puoi pagare altri influencer per aumentare la tua portata, raggiungendo più velocemente target di pubblico simili al tuo.

Alternativamente, puoi proporre a degli influncer che hanno numeri simili ai tuoi (follower, like e commenti per post) delle vere e proprie collaborazioni finalizzate allo scambio di visibilità reciproco.

Ti suggerisco di prestare molta attenzione in quest’ultimo caso e di operare una selezione precisa ed attenta degli influencer a cui avanzare proposte del genere. Non tutti potrebbero prenderla bene, quindi cerca di instaurare inizialmente una relazione personale con gli altri influencer, e poi effettuare la proposta 😉

8. Sponsorizza il tuo Airbnb su Instagram

Questo paragrafo è dedicato solamente a coloro che sono disposti a lavorare duramente per sfruttare le opportunità di business che la Rete ci mette a disposizione.

Hai una stanza degli ospiti a casa?

Se ce l’hai, continua a leggere…altrimenti passa alla prossima strategia.

Si tratta di mettere a disposizione la tua stanza degli ospiti per i turisti e per coloro che hanno la necessità di passare una notte nella tua città.

Se sei poco socievole e che ti senti a disagio nell’incontrare nuove persone, questo potrebbe essere un problema..ma almeno sforzati di fare una prova prima di chiudere la porta definitivamente a questa opportunità 😉

Airbnb ha più di 100 milioni di utenti e, solamente a Milano, nell’ultimo anno ha dato ospitalità a quasi 500mila persone!

Se hai una casa di proprietà e la usi per gli affitti, decidere di passare dagli affitti di lungo termine alla soluzione Airbnb è un’idea che dovresti prendere in seria considerazione. Chi lo fa, soprattutto nelle grandi città, arriva addirittura a raddoppiare i profitti provenienti da questa attività.

Di seguito trovi alcuni suggerimenti, che puoi utilizzare per il tuo profilo sul portale Airbnb. Ricorda che hai a disposizione solo 500 caratteri nel riepilogo e per questo motivo dovresti essere molto sintetico e onesto.

– Inserisci un’immagine di profilo professionale e condividi i tuoi dati di contatto

– Usa titoli che attirano l’attenzione e che mostrino quali sono i benefici per i clienti, ma non esagerare con i sensazionalismi

– Confronta i prezzi nella tua zona o nella tua città e stabilisci un prezzo competitivo

E ora vediamo le 5 strategie da utilizzare per guadagnare con Instagram tramite Airbnb.

1. Offri ai viaggiatori un tour virtuale

Includi delle persone nelle foto dello spazio che vuoi affittare. Mostra ai tuoi potenziali clienti quanto è comodo, pulito e bello il tuo posto. Se c’è una splendida vista dal tuo balcone, fotografala e falla vedere alle persone.

Il tuo vicinato, i ristoranti e gli eventi locali possono aggiungere valore alla tua offerta, quindi mostra anche questo nelle foto.

Se offri servizi speciali come guide del posto, mappe o cucini cibi particolari, includili nel tour virtuale 🙂

2. Pubblica le testimonianze

contenuti generati dagli utenti sono il modo più rapido per creare fiducia. Lascia che i tuoi ospiti condividano la loro esperienza con te. Se ti hanno lasciato una nota di ringraziamento, scatta una foto e postala su Instagram.

Pubblica post con i tuoi ospiti passati e l’esperienza che hai condiviso insieme a loro. In questo modo dimostri che ti piace veramente ospitare e far sentire a tuo agio le persone. Puoi anche pensare di scattarti un selfie con i tuoi ospiti, in modo tale da consolidare il rapporto con loro e sfruttare l’occasione per creare nuovi contenuti.

3. Utilizza tariffe e sconti per occasioni speciali

La funzione di Instagram è quella di aumentare la conoscenza dei brand tra il pubblico, ma se occasionalmente vendi qualcosa ai tuoi follower non dispiacerà.

Per questo motivo, per periodi come le festività natalizie o pasquali, è un’ottima idea offrire al tuo pubblico degli sconti, per mantenere sempre piena la stanza che affitti.

Inoltre considera che ci sono dei periodi di bassa stagione in cui sarà difficile registrare il tutto esaurito. In questi casi modifica le tariffe, aggiornandole sui prezzi medi e comunica i cambiamenti su Instagram.

Puoi sfruttare questi periodi dove si lavora di meno per comunicare le promozioni speciali, traendone comunque grandi vantaggi.

4. Mettici la faccia

Il tuo account non dovrebbe essere solo una vetrina per pubblicizzare la tua attività Airbnb. Per riuscire a guadagnare con Instagram costantemente, devi metterci la faccia.

Ti suggerisco di rendere divertente e allegra la tua presenza online raccontando anche te stesso, cosa ti diverte fare e i tratti della tua personalità.

Le persone vengono rassicurate e tranquillizzate e tutto ciò aumenta anche la tua possibilità di fare affari.

5. Utilizza Instagram Ads

Instagram, al pari di Facebook, ti consente di sfruttare il meccanismo degli annunci a pagamento per avere la possibilità di aumentare la tua portata.

Un’ottima idea è quella di promuovere una campagna tra i viaggiatori nella tua zona per aumentare le prenotazioni.

Come realizzare degli annunci efficaci?

Unisci e fai un mix dei suggerimenti che ti ho fornito negli step precedenti e avrai delle Ads con engagement e risultati eccezionali 🙂

9. Diventa consulente di viaggi

Nell’economia digitale, nella quale siamo immersi, è possibile fare soldi viaggiando, a patto che si abbia una connessione wi-fi con sé.  

Queste persone sono definite nomadi digitali e hanno costruito il loro business attorno a delle strategie di affiliate marketing e consulenza.

Il concetto è sempre lo stesso: pubblica contenuti di valore per i tuoi utenti e monetizza offrendo servizi alle persone che ti seguono.

Diventare consulente di viaggi è estremamente entusiasmante, perché aiuti le persone a pianificare i loro viaggi da sogno e per questo vieni anche pagato.

Come fare però a costruirsi una credibilità in questo settore?

Viaggiando molto e condividendo le tue esperienze su Instagram.

Prima però, ci sono alcuni punti da chiarire.

Innanzitutto per mettere in piedi questo business avrai bisogno di qualche migliaio di euro per partire perché viaggiare è costoso e all’inizio nessuno sarà disposto a pagarti l’alloggio o la permanenza, se non sei in grado di attrarre potenziali clienti nelle strutture in cui risiedi.

In secondo luogo, devi scegliere una nicchia nella quale inserirti perché viaggiare per il mondo è un’idea fantastica ma troppo generica. E’ molto meglio specializzarsi in viaggi ben specifici in determinate parti del pianeta che siano capaci di attrarre una nicchia di mercato interessata a quella specifica esperienza di viaggio.

Un ottimo esempio che puoi consultare è myusa.it, blog specializzato in viaggi negli Stati Uniti.

L’ideale inoltre sarebbe che i tuoi viaggi seguissero un filo logico, in modo tale che tu possa raccontare una storia che unisce ognuno di essi.

Infine devi ricordare che viaggiare in posti poco civilizzati o estremamente diversi dalla cultura occidentale potrebbe comportarti problemi di trasporto, legati al clima, alle malattie e alle leggi dei governi locali.

Di conseguenza è necessario prepararsi approfonditamente prima di svolgere un viaggio molto lontano dall’Italia, e partire nelle migliori condizioni di sicurezza possibili.

Una volta prese in considerazione e gestite queste variabili può iniziare la tua esperienza nel mondo del travel blogging.

Vediamo ora quali sono le strategie per guadagnare con Instagram relative alla consulenza di viaggi.

Prima di iniziare, ti voglio ricordare che puoi sfruttare questa occasione per monetizzare anche in altri modi, ad esempio stringendo delle partnership con i ristoranti locali o con gli hotel del posto, indirizzando costantemente dei clienti nelle loro attività.

1. Condividi momenti incredibili mentre viaggi

Di sicuro ti capiterà di incontrare delle situazioni strane o dei personaggi divertenti. Immortalali e pubblica sul tuo account Instagram, dal momento che viaggiare non è solamente postare foto di spiagge paradisiache, montagne pazzesche, albe incredibili ed eleganti tramonti, ma anche e soprattutto divertirsi e quindi questi contenuti saranno estremamente coinvolgenti per i tuoi follower.

2. Racconta le tue giornate

Non hai sempre bisogno di paesaggi mozzafiato per incantare i tuoi follower. A loro piace anche vederti all’opera con normalissimi momenti di vita quotidiana, come bere il caffè o leggere un libro mentre ti riposi. Questo tipo di contenuti ti avvicina al pubblico e allontana l’idea di Superman che spesso i Travel blogger vogliono dare di sé stessi.

Anche gli scatti più semplici piacciono alle persone, non esitare a pubblicarli 😉

3. Coinvolgi i tuoi follower

Se la tua comunità è piena di appassionati viaggiatori, devi coinvolgerli nei tuoi piani. Rivolgiti a loro chiedendogli cosa gli piacerebbe che facessi nei posti in cui vai e ricompensali postando contenuti ed esperienze dai luoghi che desiderano visitare.

4. Condividi le immagini della cucina locale

Il cibo è una parte enorme della cultura di ogni paese ed è una motivazione importante per le per le persone a esplorare nuovi posti. Ogni volta che vai in un ristorante del posto condividi un immagine del tuo piatto. Vedrai che queste saranno le foto con il maggior engagement sul profilo.

come guadagnare con instagram cibo

Tutti questi contenuti ti aiuteranno a crearti un pubblico di persone che si fida di te e che pende dalle tue labbra. Puoi stare certo che, mano a mano che aumenteranno i follower e l’engagement, riceverai decine e decine di DM con persone che desiderano la tua consulenza.

Riceverai inoltre contatti da parte di brand disposti ad ospitarti nelle loro strutture e pagarti molto per i tuoi post sponsorizzati. Ricorda che il travel blogging è una delle nicchie più seguite e profittevoli e se riesci a coinvolgere adeguatamente il tuo pubblico, il successo sarà assicurato 😉

Come ultimo suggerimento, non posso far altro che consigliarti di scaricare il report gratuito preparato da Dario Vignali e Stefano Mongardi, che ti aiuterà a mettere in pratica le prime strategie per trasformare il tuo account Instagram in un vero e proprio lavoro.

Ti segnalo, di seguito, altri articoli di approfondimento che potrebbero interessarti:

  1. Aumentare follower Instagram: 8 trucchi discutibili
  2. Shoutout Instagram: cosa sono, dove venderli e acquistarli
  3. Come diventare famosi su Instagram
  4. Come avere tanti like su Instagram
  5. Come avere tanti seguaci in 15 step

Se hai trovato utile questo articolo dedicato a come guadagnare con Instagram, ti chiedo di dargli una valutazione di 5 stelle, e di seguire Carica Vincente sul blog, ma anche su Facebook e su Instagram.

Guadagnare con Instagram: 9 strategie per fare soldi
voto 4.9 (su 42 totali)

Ciao! Mi chiamo Lorenzo e sono co-fondatore di Carica Vincente. Nella vita mi occupo di web marketing e sviluppo di carriera, e mi appassionano l’economia ed il business a 360 gradi. Se vuoi una consulenza, sentiti libero/a di inviarmi una mail o scrivimi su LinkedIn 😉

Articoli correlati

Lascia un commento