Instagram proxy: a cosa servono e dove trovare i migliori

/ /
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin

Instagram proxy, di cosa si tratta? E soprattutto, a cosa servono?

Questo articolo ha lo scopo di chiarirti una volta per tutte a cosa serve un proxy di instagram e per quali ragioni si sente tanto parlare di loro nella sfera dei social media. In particolare, mi concentrerò sul mondo di instagram, ma le stesse considerazioni valgono anche in altri casi, come ad esempio twitter.

Infatti, la funzione che svolge un proxy è sempre la stessa, e te ne parlerò proprio qui di seguito. Al fine di evitare confusione, non si tratteranno in questo articolo le reti private virtuali, o VPN. Se fossi tuttavia interessato ad approfondire quest’ultima tematica, ti rimando a questo articolo.

Instagram proxy: cos’è di preciso?

Ancor prima di parlarti nello specifico dei motivi per cui vengono utilizzati i proxy per instagram, occorre che faccia un passo indietro, definendo cosa si intende per proxy preso singolarmente.

Si tratta di un termine legato al mondo dell’informatica. Vediamone la definizione:

Un proxy, o più per esteso server proxy, è un sistema o un’applicazione che agisce da intermediario tra l’utente e il server della pagina web a cui si vuole accedere.

Il termine proxy deriva dalla parola inglese procuracy, che è l’azione di agire per conto di altri. Il procuratore, in tal senso, svolge proprio questa funzione, una volta che ha ottenuto le autorizzazioni necessarie.

Il proxy risulta essere una entità a sé stante, dotata di un proprio IP. In particolare, quattro sono i dati che ti serviranno per utilizzare un proxy di instagram; ti verranno forniti tutti una volta acquistato il servizio. Essi sono:

  • Indirizzo IP: si tratta di un’etichetta numerica che identifica univocamente un dispositivo, detto host, collegato ad una rete informatica. I due formati più famosi sono l’IP4 a 32 bit e l’IP6 a 128 bit. Il primo è quello classico, ad esempio 77.104.189.224;
  • Porta: rappresentata di un numero intero a 16bit (tra 0 e 65535), ha lo scopo di identificare l’applicazione a cui instradare il flusso di dati, in modo tale da differenziare le conversazioni tra gli host;
  • Username: si tratta di un semplice nome, spesso di carattere alfanumerico, che identifica il proxy;
  • Password: chiave necessaria per utilizzare il proxy.

Le tipologie principali di proxy

Ora, quando si vanno ad acquistare i proxy, spesso capita di fare confusione, comprando quello sbagliato. In questo paragrafo ti parlerò delle principali tipologie di proxy disponibili per instagram e non solo.

La distinzione più importante che si suol fare è tra proxy privati e condivisi. Vediamo quale è la differenza.

Un proxy privato, o dedicato, è utilizzato esclusivamente da un solo utente. Ciò in generale ti garantisce il beneficio in termini di una maggiore efficienza e anonimato. Essendo solo tu ad utilizzarlo, potrai permetterti anche di effettuare delle operazioni personali senza problemi.

Non solo sarai più protetto, ma avrai maggiori prestazioni in termini di velocità. Inoltre, potrai richiedere il cambio di IP a cadenza mensile al tuo fornitore. In questo caso si parla di proxy rotanti. Se ne possono acquistare anche alcuni che cambiano IP in modo automatico ogni mese.

Tutti questi vantaggi fanno sì che i proxy privati siano in generale più costosi di quelli condivisi. Ma la lieve differenza di costo è a mio parere giustificata.

Un’altra tipologia di proxy che troverai in commercio è quella per social media. Ti capiterà di vedere scritto ad esempio “instagram proxy” oppure “Twitter proxy” ecc. Si tratta di server intermedi ottimizzati appunto per interfacciarsi con questo tipo di applicazioni, evitando il più possibile problemi di funzionamento o di tracciabilità.

Molte applicazioni hanno dei sistemi per scovare coloro che provano a loggarsi da località fittizie. Ciò potrebbe rendersi necessario ad esempio in paesi dove i social media sono oscurati, uno tra tutti la Cina. Con i proxy per social media, limiterai al minimo queste problematiche.

Un’altra parola che sentirai spesso nominare in questo campo è quella dei proxy vergini. Ciò indica che si tratta di server aventi un IP mai utilizzato in passato. Ciò ti permette di evitare dei problemi legati ai precedenti utilizzatori.

A cosa serve una proxy instagram?

Vediamo di trattare nello specifico per quale motivo vengono utilizzati i proxy nel mondo di Instagram.

Il loro utilizzo è stato introdotto per la prima volta nel mondo del marketing, quando coloro che gestivano per lavoro più profili instagram, risultavano limitati del fatto che non è permesso utilizzare dallo stesso dipositivo più di 5 account.

Sono nate allora le prime applicazioni, ma per superare questo limite ed evitare di destare sospetto nei meccanismi di controllo di Instagram, si è reso necessario l’utilizzo dei proxy, proprio per differenziare l’indirizzo IP da cui avviene l’accesso all’account.

In questo modo è sorta una vera e propria nuova professione: quella del social media manager.

In particolare, tre sono i casi principali di applicazione dei proxy instagram:

  • Programmazione dei contenuti: si tratta di applicazioni che ti permettono di pianificare e pubblicare i post in maniera del tutto automatica. In questo modo, puoi aggiungere immagini, tag e descrizione di ciascun contenuto quando vuoi, e questo verrà pubblicato automaticamente nella data da te indicata. Ne trovi un esempio descritto in questo articolo;
  • Bot instagram: si tratta dei dispositivi d’automazione per eccellenza, anche se recentemente sono stati un po’ penalizzati a causa del tentativo da parte di Instagram di limitarne l’uso. Proprio per questo motivo è fondamentale utilizzare un proxy per evitare rischi, come blocchi temporanei o rimozione dei seguaci acquisiti. Trovi una panoramica dei migliori bot in questo articolo;
  • Strumenti di analisi: sono delle applicazioni che ti consentono di condurre delle verie e proprie analisi sugli account che gestisci, calcolando ad esempio la percentuale di interazioni ed altre interessanti informazioni. Sono strumenti dedicati a coloro che hanno un account business su Instagram.

Instagram proxy: il servizio migliore in assoluto

Il migliore servizio per proxy instagram, in termini di affidabilità ed efficienza, è HighProxies. A partire dalla pagina principale, naviga su Buy Proxies –> Buy Social Media Proxies per accedere all’elenco delle offerte.

instagram proxy

Il prezzo mensile è di $3.20 per un proxy. Comprandone più di uno, avrai uno sconto ulteriore. Ad esempio, per 5 il prezzo è di $15 ($3 l’uno), mentre per 10 proxy il prezzo è $28 ($2.8 l’uno).

Clicca su “Buy now” per procedere oltre.

proxy instagram

Nella schermata seguente potrai decidere se pagare mensilmente, oppure in un’unica soluzione annuale, avendo uno sconto (circa $2.92 al mese con questa soluzione).

Inoltre, potrai decidere l’origine di provenienza del tuo proxy. In tal senso, è importante scegliere un paese che si trovi vicino a dove viene utilizzato usualmente l’account.

proxy italiani

Una volta acquistato il servizio, ci vorrà qualche ora al massimo affinché sia operativo a tutti gli effetti. Riceverai la conferma di attivazione tramite email. Potrai accedere ai dati del proxy dalla tua area clienti direttamente sul sito di HighProxies, cliccando su Services –> My Proxies.

migliori proxy

Qui sotto un esempio, dove trovi i quattro dati che ti serviranno per l’utilizzo del proxy: IP, porta, username e password.

instagram proxy

E abbiamo concluso con questo articolo sui proxy instagram. Ti ricordo ancora una volta dell’importanza di utilizzarli se gestisci molteplici account attraverso delle applicazioni esterne, al fine di non incorrere in penalizzazioni da parte di Instagram.

Articoli correlati

Lascia un commento

instagram business pro estratto gratuito

Ricevi GRATIS le prime 20 pagine di "Instagram Business Pro" e scopri:

  • I primi passi da compiere per promuoverti professionalmente su Instagram
  • Perché le Instagram Ads sono un'opportunità enorme per la tua azienda
  • L'errore più grande che commettono aziende e liberi professionisti sul web... e molto altro ancora!