La rabbia del narcisista: cos’è, come si manifesta e come gestirla

la rabbia del narcisista
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Cos’è la rabbia del narcisista? Come posso riconoscerla? Quali sono le cause che scatenano la sua rabbia? E soprattutto, come devo comportarmi?

Se stai cercando informazioni sulla rabbia del narcisista sono felice di dirti che sei nel posto giusto. In questa guida infatti, ne parleremo a 360°, così che tu possa fare chiarezza, sapere di cosa si tratta e a che cosa stai andando incontro.

La rabbia narcisistica infatti, è una reazione che accomuna le persone che soffrono del disturbo narcisistico di personalità. In altre parole, questa reazione fa parte del loro essere e, come vedremo meglio tra poco, può avvenire in diverse situazioni.

Prima di iniziare con la lettura però, ti consiglio di fare il test che trovi di seguito, così da poter avere la certezza che il tuo partner sia un narcisista o presenti dei tratti narcisistici di personalità. Puoi farlo adesso cliccando qui.

Scopri se lui è un narcisista

Cos’è la rabbia narcisistica

Il termine rabbia narcisistica venne coniato nel 1972 dallo psicoanalista Heinz Kohut, che ha voluto dare un nome specifico a quelle reazioni forti, violente e aggressive che possono essere messe in atto da un narcisista.

Ciò che scatena tali reazioni, alla cui base c’è sempre cattiveria e violenza (psicologica o fisica), è lo stato d’animo del narcisista. La sua rabbia esce allo scoperto nel momento in cui si sente ignorato, deluso, criticato o offeso.

Oppure, è anche la sensazione di minaccia e insoddisfazione che può portarlo ad avere delle reazioni così violente. Tuttavia, non bisogna commettere l’errore di pensare che si tratti di una sua incapacità a gestire le sue emozioni.

La rabbia narcisistica fa parte del disturbo narcisistico di personalità, a cui però si sommano anche gli altri tratti narcisistici:

  • Passato famigliare ed educazione ricevuta;
  • Mancanza di empatia verso le altre persone;
  • Egocentrismo;
  • Scarsa tolleranza alle critiche e alla frustrazione;
  • Incapacità di controllare i propri impulsi.

Più in generale, queste forti reazioni da parte del narcisista si ricollegano ad un suo trauma che non è stato trattato. Questo lo porta a infastidirsi facilmente, a non avere né pazienza né controllo, e ad essere molto sensibile.

Ecco che quando il narcisista raggiunge la soglia massima di sopportazione, poi esplode con manifestazioni di rabbia esplosive, aggressive e violente:

  • Alza la voce e inizia a gridare;
  • Sbatte le porte e/o prende a calci e pugni il mobilio;
  • Butta per terra qualcosa o rompe bicchieri e piatti;
  • Insulta in modo aggressivo;
  • Fa uso di violenze fisiche come schiaffi o spintoni.

Tuttavia, è possibile che la rabbia del narcisista non si verifichi in modo così esplosivo, ma attraverso delle manipolazioni. É il caso delle reazioni passivo-aggressive come il ricatto emotivo, il silenzio punitivo e altre tecniche manipolatorie.

Attenzione però a non fare l’errore di credere che queste reazioni possano essere meno dannose per chi le subisce. In questi casi, la sua rabbia lo porta ad avere degli atteggiamenti meno irruenti, ma comunque molto disturbanti per chi li riceve.

Per approfondire l’argomento relativo alle manipolazioni e alle reazioni del narcisista, così da poterle riconoscere e difenderti, ti invito alla lettura dell’ebook “L’Antidoto Al Narcisista, il manuale più autorevole in Italia in tema di narcisismo.

La strategia per difendersi dall’uomo narcisista, sedurlo, riconquistarlo o liberarsi definitivamente da lui

La rabbia del narcisista: quando emerge

Ora che abbiamo capito cos’è la rabbia narcisistica e come si manifesta, possiamo analizzare quali sono le motivazioni che possono portare un narcisista ad avere queste reazioni così aggressive:

1. Quando gli fai una critica

Come dicevamo poco fa, il narcisista non è in grado di ricevere alcun tipo di critica, nemmeno se di stampo costruttivo. Inoltre, la sua soglia di sopportazione è molto bassa, e questo lo porta spesso a prendere tutto come un affronto.

Ma dal momento che non è in grado di mettersi in discussione, il narcisista reagisce con la rabbia. Quest’ultima non è nient’altro che una forma di protezione e di difesa per se stesso e per il suo ego. Come se fosse uno scudo dietro cui nascondersi.

2. Quando una situazione non va come lui vorrebbe

Il narcisista è una persona che adora essere nel pieno controllo delle situazioni e delle persone. Pertanto, si aspetta sempre che tutto vada come lui desidera. E nel momento in cui le cose non vanno come vorrebbe, ecco che la sua rabbia si scatena.

Se ad esempio nell’ambiente di casa o del lavoro c’è qualcuno che si comporta in modo diverso da come lui vorrebbe, o se sente che la sua volontà o la sua autorità vengono scavalcate, lui reagirà con reazioni forti e aggressive.

3. Quando viene lasciato

Volendo sempre controllare gli altri, il narcisista non è in grado di accettare che la sua partner possa decidere di lasciarlo, contro il suo volere.

la rabbia narcisistica

Questo ai suoi occhi suona come un insulto, è come se lei gli stesse dicendo che è inadatto (senso di critica). Inoltre, lui dà per scontato che la sua partner sia dipendente da lui e che non possa vivere senza di lui.

Di conseguenza, per un narcisista venire lasciato significa veder cadere tutte le sue credenze e la sua posizione. Inutile dire che uno scenario di questo genere non potrà che far emergere reazioni di rabbia, offensive e persino pericolose.

4. Quando viene smascherato

Il quarto ed ultimo motivo che può scatenare la rabbia del narcisista è il momento in cui viene smascherato o attaccato. In altre parole, lui reagirà con la rabbia laddove venga messo di fronte alla verità in modo inequivocabile, che non gli lascia una via d’uscita.

Se ad esempio cogli il narcisista mentre ti dice una bugia o ti tradisce, o lo accusi di essere un manipolatore o un narcisista, lui inizierà subito a manifestare rabbia, aggredendoti e cercando di spostare il centro del discorso.

Inoltre, è anche possibile che lui inizierà ad accusarti a tua volta, dicendoti che è colpa tua se lui ti tradisce, che sei tu che lo fai diventare così, o ancora che tu sei più bugiarda di lui. In qualsiasi caso, cercherà di ribaltare le sue colpe su di te.

Quanto dura la rabbia del narcisista

Come abbiamo visto, la rabbia narcisistica può essere di due tipi: reazioni esplosive o passivo-aggressive. In base al tipo di reazione che avrà il narcisista è possibile capire quanto durerà la sua rabbia.

Le reazioni esplosive sono quelle più violente e aggressive, che possono sfociare nella violenza fisica. Ma dal momento che parliamo di picchi di rabbia, è molto probabile che il narcisista tornerà a calmarsi di lì a poco. Potrebbe essere sufficiente mezz’ora o un’ora.

Diverso è quando si parla delle manifestazioni di rabbia passivo-aggressive. In questi casi la sua rabbia non sfocia in modo esplosivo, ma viene perpetuata per più tempo.

In ogni caso, non vi è alcuna certezza “matematica” sulla durata della rabbia del narcisista. Questi sono dei punti di riferimento che ci possono aiutare a farci un’idea, ma molto dipende dalla situazione e dal carattere del narcisista.

Come gestire la rabbia del narcisista

A questo punto diventa essenziale capire come gestire la rabbia del narcisista, o detto in altre parole, come reagire quando si capisce che lui sta per perdere le staffe. Come forse potrai immaginare, arrabbiarti anche tu non ti porterà molto lontano.

Invece, è importante che durante le sue manifestazioni di rabbia tu riesca a mantenere la calma, e se possibile, anche a distanziarti fisicamente da lui. Il tuo scopo non deve essere quello di avere ragione, ma quello di evitare reazioni violente.

Per riuscire a farlo, dovrai cercare di tenere lontana l’emotività. Se ti fai coinvolgere emotivamente da quello che dice (probabilmente saranno critiche e cattiverie) finirai per cadere nella sua trappola e rispondergli nel merito.

Al contrario, il tuo focus deve essere quello di mantenere il punto del discorso senza cedere ai suoi attacchi o alle sue manipolazioni verbali. Se lo dovessi ritenere necessario, può essere utile chiudere la conversazione e dirgli che ne riparlerete più avanti quando si è calmato.

Questi consigli ti torneranno molto utili per imparare a gestire la rabbia narcisistica, ma come potrai immaginare, dietro a questo disturbo di personalità si nascondono tante altre problematiche e manipolazioni.

Ecco perché concludo l’articolo consigliandoti la lettura dell’ebook “L’Antidoto Al Narcisista, che ti fornirà tutti gli strumenti necessari sia per poter comprendere un narcisista, che per imparare a difenderti da lui. Lo trovi qui.

La strategia per difendersi dall’uomo narcisista, sedurlo, riconquistarlo o liberarsi definitivamente da lui

5/5 - (1 vote)
Carica Vincente
Carica Vincente
Carica Vincente è il portale italiano su crescita personale, relazioni di coppia e successo professionale. Seguici anche su Facebook e su Instagram per ottenere la tua dose di ispirazione ogni giorno. Per scoprire tutti gli ebook avanzati scritti dal nostro team invece clicca qui.

Leggi anche:

Lascia un commento