Lasciarsi e riprendersi: psicologia e analisi delle relazioni instabili

Alessandro è esperto di relazioni di coppia, dinamiche sociali e crescita personale. Co-fondatore di Carica Vincente, scrive sul blog da più di 7 anni. È anche autore di numerosi bestseller, tra cui Il Codice Della Riconquista, Ricominciare e L’Antidoto Al Narcisista.

Lasciarsi e riprendersi di continuo è un chiaro segnale d’allarme, che ci fa capire che siamo di fronte ad una relazione tossica, o comunque poco sana. Tuttavia, si tratta di una dinamica estremamente diffusa al giorno d’oggi, che merita un’analisi approfondita.

Nel presente articolo andremo a scoprire perché molte relazioni sono così instabili, cos’è che porta due persone a lasciarsi e riprendersi più volte nel giro di poco tempo, e quali dinamiche psicologiche entrano in gioco.

Inoltre, vedremo cosa conviene fare quando ci si ritrova a vivere un rapporto così complicato, con tutta l’altalena emotiva ad esso connessa. C’è qualche speranza di stabilizzare il rapporto ed essere felici? E soprattutto, ne vale la pena?

Prima di iniziare con la lettura, ti invito ad effettuare questo test online. Rispondendo a 16 semplici domande potrai scoprire in che condizioni si trova la tua relazione e quante possibilità hai di salvarla. Inizia subito cliccando sul pulsante qui sotto.

In che condizioni si trova la tua relazione?

Lasciarsi e riprendersi: psicologia e motivi

Iniziamo subito a vedere quali possono essere i principali motivi per cui capita di continuo di lasciarsi e riprendersi in una relazione di coppia.

1. Incompatibilità caratteriale

Il primo è forse il più comune e classico di tutti. Di base ci sono chimica, attrazione e desiderio di stare insieme, ma dall’altra parte c’è anche una forte incompatibilità caratteriale che rende tutto più difficile, e porta i due partner a scontrarsi spesso.

Quindi si litiga spesso, ma non ci si riesce a lasciare definitivamente. Oppure ci si lascia, ma poi noi si riesce a stare lontani dall’altra persona a lungo. Quindi, prima o poi, arriverà il bisogno di riconciliarsi e dare un’altra possibilità al rapporto.

Lasciarsi e riprendersi

In queste relazioni è come se il fuoco fosse sempre acceso, ed ogni tanto gli si buttasse sopra della benzina. Ecco che basta poco per esplodere e arrivare a lasciarsi. Allo stesso tempo però, si ha difficoltà a stare lontani dal fuoco, e quindi ci si riavvicina.

2. Obiettivi diversi

Quando all’interno di una relazione si hanno obiettivi diversi, oppure non si riescono ad esprimere in modo efficace i propri bisogni, è difficile far funzionare le cose nel lungo periodo.

A volte uno dei partner si aspetta più stabilità e progettualità futura: andare a vivere insieme, sposarsi, costruire una famiglia etc. Se l’altro è invece più concentrato sul presente, o su obiettivi esterni alla relazione, si arriverà inevitabilmente allo scontro.

Magari il sentimento è forte da entrambe le parti, ma dal punto di vista logico-razionale c’è la consapevolezza che la relazione non ha futuro. Questo contrasto tra mente e cuore, tra obiettivi razionali ed esigenze emotive, porta spesso a lasciarsi e poi riprendersi, in un ciclo quasi senza fine.

3. Relazione tossica con un narcisista

Il terzo ed ultimo caso è forse il più delicato, perché vede la presenza di un partner narcisista. Difatti, lasciare per poi tornare è uno dei tanti modus operandi di un narcisista, che non riesce a vivere un rapporto in modo sano e costruttivo.

Senza dilungarci troppo, il narcisista “condivide” la sua vita con la vittima fintanto che questa riesce a soddisfare i tuoi bisogni narcisistici. Quando non ne è più in grado, ecco che il narcisista lascia la partner… per poi tornare da lei in un secondo momento.

Se credi che questa possa essere la situazione in cui ti trovi, sappi che devi alzare la guardia. La dinamica in cui sei stata coinvolta è molto delicata e complessa, quindi merita il massimo del tuo impegno e della tua lucidità per venirne fuori.

Ecco perché, se sospetti che il tuo partner sia un narcisista, ti invito a leggere l’ebook L’Antidoto Al Narcisista, che chiarirà tutti i tuoi dubbi e ti spiegherà per filo e per segno come gestire nel migliore dei modi una relazione tossica con questa tipologia di uomo.

La strategia per difendersi dall’uomo narcisista, sedurlo, riconquistarlo o liberarsi definitivamente da lui

Lasciarsi e riprendersi: cosa fare

Poco fa abbiamo visto i 3 casi principali che portano due persone a lasciarsi e riprendersi di continuo: incompatibilità caratteriale, obiettivi diversi o relazione con un narcisista.

In tutte queste situazioni bisogna riconoscere che c’è qualcosa che non va. Vivere una relazione in cui ci si lascia e ci si riprende continuamente non è normale e non può essere accettato come modalità di gestire il proprio rapporto di coppia.

Solitamente infatti, questo è il tipico segnale di una relazione tossica, perché non prosegue in modo lineare, felice e costruttivo. Anzi, è l’esatto opposto: ci sono incomprensioni, dolore, delusione, frustrazione, senso di perdita e infelicità.

E nel momento in cui una relazione amorosa apporta più dolore e instabilità che altro, bisogna saperlo riconoscere e mettersi nell’ottica di capire cosa fare. Tornare insieme dopo essersi lasciati è giusto e può avere senso, ma solo in certi casi.

Parliamo dei casi in cui si siano compresi gli errori commessi, si abbia la voglia di risolvere eventuali incompatibilità, si voglia migliorare come persone e come partner. Allora sì che ha senso darsi un’altra chance.

Ma se ciò che ti porta ogni volta a riavvicinarti al tuo partner è solo la speranza che le cose possano andare diversamente, è molto meglio prendere in considerazione l’idea di voltare pagina.

Anche perché è proprio la speranza ciò che tiene acceso un rapporto tossico, come quello con un narcisista. La speranza che il partner possa cambiare, capire, migliorare, ma la verità è che questo non succede mai.

E allora, invece di vivere di speranza, nell’attesa di qualcosa che vedi non arrivare mai, leggi il manuale L’Antidoto Al Narcisista e prendi il toro per le corna.

Grazie a questo manuale scoprirai le caratteristiche di una relazione tossica, analizzerai la psicologia dell’uomo narcisista e capirai come difenderti dalle sue manipolazioni. Qualunque sia il tuo obiettivo, dopo la lettura sarai molto più forte, serena e consapevole.

Per un’anteprima dei contenuti, o per scaricare subito il manuale, clicca qui.

La strategia per difendersi dall’uomo narcisista, sedurlo, riconquistarlo o liberarsi definitivamente da lui

Leggi anche:

Lascia un commento