Poesia d’amore più bella: da Pablo Neruda ad Alda Merini

/ /

Poesia d’amore più bella: ebbene sì, nel nostro blog Carica Vincente lasciamo spazio anche ad uno dei sentimenti più alti, l’amore. Se stai cercando un esempio di poesia d’amore per lui o per lei, o alcuni tra i versi più famosi di Pablo Neruda o Alda Merini ti trovi nel posto giusto.

Per contenuti analoghi, ti rimando alla categoria Aforismi del nostro blog.

Poesia d’amore

La poesia d’amore ha radici molto antiche. Si passa dall’antichità greca in cui troviamo un esempio nel poeta Anacreonte, a quella romana, dove risplende grazie a Catullo, Ovidio e Orazio.

Celeberrima è la poesia “Odi et Amo” di Catullo, riportata qui di seguito:

Odi et amo. Quare id faciam, fortasse requiris.

Nescio, sed fieri sentio et excrucior.

Che tradotta, recita più o meno come segue:

Odio ed amo. Perché lo faccia, mi chiedi forse.

Non lo so, ma sento che succede e mi struggo.

Passando al periodo medievale e restando in ambito italiano, un grande esponente della poesia d’amore è certamente Francesco Petrarca, in cui l’amor cortese e stilnovistico tipici dei poeti provenzali ( i cosiddetti Trovatori) si trasforma in amor terreno.

Il modello del canzoniere di Petrarca rimane più o meno invariato fino all’avvento del grande William Shakespeare, e delle sue immortali opere teatrali. Basti solo pensare infatti a capolavori come Romeo e Giulietta, o alla storia di amore tra Amleto e Ofelia nello stesso Amleto.

Un altra stagione calda dal punto di vista della poesia d’amore è sicuramente quella romantica del XIX secolo, in cui trova splendida espressione in scrittori come John Keats, George Gordon Byron e Elizabeth Barret Browning.

Parlando invece di poeti d’amore del ‘900 e contemporanei nel patrimonio letterario abbiamo l’imbarazzo della scelta: Montale, Saba, Ungaretti, D’annunzio, Pier Paolo Pasolini e Alda Merini ne sono solo alcuni esempi.

Per quanto riguarda l’ambito internazionale mi limiterò a citare Federico García Lorca e Pablo Neruda, ma la lista potrebbe essere molto lunga.

Ma non indugiamo oltre e andiamo a vedere alcuni esempi di belle poesie d’amore.

Poesia d’amore più bella

Qual è la poesia d’amore più bella? Quella che proprio diresti essere un capolavoro?

Be’, rispondere a questa domanda è piuttosto difficile, tante sono le possibili candidate e tanti gli autori cui potremmo attingere.

Ma voglio proporti un esempio di quella che reputo una tra le più belle poesie d’amore. Si tratta di “Segui l’amore“, scritta da Khalil Gibran:

L’amore non dà nulla fuorché sé stesso

e non coglie nulla se non da sé stesso.

L’amore non possiede,

né vorrebbe essere posseduto

poiché l’amore basta all’amore.

Passiamo ora in rassegna alcune poesie d’amore dedicate a lei e a lui.

Poesia d’amore per lei

Vorresti fare un gesto romantico e dedicare una poesia d’amore alla tua lei? Bene vediamone alcune!

Se un giorno la vita ti metterà al mio fianco,

se un giorno morirai lontano da me:

non mi importerà se mi ami,

anche io morirò – Edith Piaf

Vediamone un’altra:

Amore non è amore se muta quando scopre un mutamento o tende a svanire quando l’altro s’allontana. Oh no. Amore è un faro sempre fisso che sovrasta la tempesta e non vacilla mai. Amore non muta in poche ore o settimane, ma impavido resiste al giorno estremo del giudizio; se questo è errore e mi sarà provato, io non ho mai scritto, e nessuno ha mai amato. – William Shakespeare

E un altro esempio:

Tre fiammiferi accesi uno per uno nella notte
Il primo per vederti tutto il viso
Il secondo per vederti gli occhi
L’ultimo per vedere la tua bocca
E tutto il buio per ricordarmi queste cose
Mentre ti stringo fra le braccia. – Jacques Prévert

Poesia d’amore per lui

Viceversa sei in cerca di una poesia d’amore per lui, il tuo uomo? Eccoti servita una poesia breve:

Rapita nello specchio dei tuoi occhi respiro il tuo respiro. E vivo… – Saffo

Ed un esempio più lungo:

Io desidero te, soltanto te

il mio cuore lo ripeta senza fine.

Sono falsi e vuoti i desideri

che continuamente mi distolgono da te.

Come la notte nell’oscurità

cela il desiderio della luce,

così nella profondità

della mia incoscienza risuona questo grido:

“Io desidero te, soltanto te”.

Come la tempesta cerca fine

nella pace, anche se lotta

contro la pace con tutta la sua furia,

così la mia ribellione

lotta contro il tuo amore eppure grida:

“Io desidero te, soltanto te”. – Rabindranath Tagore

Poesia d’amore Pablo Neruda

Passiamo ora alle poesie d’amore di Pablo Neruda:

Il tuo Sorriso

“Toglimi il pane, se vuoi, toglimi l’aria, ma non togliermi il tuo sorriso. Non togliermi la rosa, la lancia che sgrani, l’acqua che d’improvviso scoppia nella tua gioia, la repentina onda d’argento che ti nasce. Dura è la mia lotta e torno con gli occhi stanchi, a volte, d’aver visto la terra che non cambia, ma entrando il tuo sorriso sale al cielo cercandomi ed apre per me tutte le porte della vita…”.

Un altra bella poesia:

Sonetto LXIV

E lì dalle tenebre mi sollevai al tuo petto, senz’essere e senza sapere andai alla torre del frumento, sorsi per vivere tra le tue mani, mi sollevai dal mare alla tua gioia.

E ancora:

Ode al giorno felice

Tu al mio fianco sulla sabbia, sei sabbia, tu canti e sei canto. Il mondo è oggi la mia anima, canto e sabbia, il mondo oggi è la tua bocca, lasciatemi sulla tua bocca e sulla sabbia essere felice, essere felice perché sì, perché respiro e perché respiri, essere felice perché tocco il tuo ginocchio ed è come se toccassi la pelle azzurra del cielo e la sua freschezza.

E una tra le più belle:

Non t’amo se non perché t’amo

Non t’amo se non perché t’amo
e dall’amarti a non amarti giungo
e dall’attenderti quando non t’attendo
passa dal freddo al fuoco il mio cuore.

Ti amo solo perché io ti amo,
senza fine t’odio, e odiandoti ti prego,
e la misura del mio amor viandante
è non vederti e amarti come un cieco.

Forse consumerà la luce di Gennaio,
il raggio crudo, il mio cuore intero,
rubandomi la chiave della calma.

In questa storia solo io muoio
e morirò d’amore perché t’amo,
perché t’amo, amore, a ferro e fuoco.

Poesia d’amore Alda Merini

Infine passiamo in rassegna alcune tra le migliori poesie d’amore di Alda Merini:

Ieri sera era amore

Ieri sera era amore,
io e te nella vita
fuggitivi e fuggiaschi
con un bacio e una bocca
come in un quadro astratto:
io e te innamorati
stupendamente accanto.
Io ti ho gemmato e l’ho detto:
ma questa mia emozione
si è spenta nelle parole.

E un’altra:

All’amore non si resiste

All’amore non si resiste perché le mani vogliono possedere la bellezza e non lasciare tramortite anni di silenzio. Perché l’amore è vivere duemila sogni fino al bacio sublime

La prossima è splendida:

C’è un posto nel mondo

C’è un posto nel mondo dove il cuore batte forte, dove rimani senza fiato per quanta emozione provi; dove il tempo si ferma e non hai più l’età. Quel posto è tra le tue braccia in cui non invecchia il cuore, mentre la mente non smette mai di sognare.

Concludiamo in bellezza con una poesia d’amore un po’ più lunga:

Lettere

Rivedo le tue lettere d’amore
illuminata adesso da un distacco,
senza quasi rancore.

L’illusione era forte a sostenerci,
ci reggevamo entrambi negli abbracci,
pregando che durassero gli intenti.
Ci promettemmo il sempre degli amanti,
certi nei nostri spiriti divini.

E hai potuto lasciarmi,
e hai potuto intuire un’altra luce
che seguitasse dopo le mie spalle.

Mi hai resuscitato dalle scarse origini
con richiami di musica divina,
mi hai resa divergenza di dolore,
spazio, per la tua vita di ricerca
per abitarmi il tempo di un errore.

E mi hai lasciato solo le tue lettere,
onde io le ribevessi nella tua assenza.

Vorrei un figlio da te,
che sia una spada lucente,
come un grido di alta grazia,
che sia pietra, che sia novello Adamo,
lievito del mio sangue
e che dissolva più dolcemente
questa nostra sete.

Ah se t’amo!
Lo grido ad ogni vento
gemmando fiori da ogni stanco ramo,
e fiorita son tutta
e di ogni velo vò scerpando il mio lutto
perché genesi sei della mia carne.

Ma il mio cuore trafitto dall’amore
ha desiderio di mondarsi vivo,
e perciò, dammi un figlio delicato!
Un bellissimo vergine viticcio
da allacciare al mio tronco.

E tu, possente padre,
tu olmo ricco di ogni forza antica,
mieterai dolci ombre alle mie luci.

E per quanto riguarda la poesia d’amore abbiamo concluso. Spero sia riuscito/a a trovare degli spunti leggendo queste poesie!

Ti invito infine a seguire le nostre pagine Facebook e Instagram, dove ogni giorno vengono pubblicate nuove frasi motivazionali e le nostre novità in tema di articoli.

Leggi anche:

Poesia d’amore più bella: da Pablo Neruda ad Alda Merini
voto 5 (su 12 totali)

Ciao! Mi chiamo Andrea e sono co-fondatore del progetto Carica Vincente. Mi piace occuparmi di molte cose differenti nella vita, in particolare sono appassionato e grande sostenitore del miglioramento continuo e della crescita personale.

Lascia un commento