Come fare pubblicità su Instagram: quanto costa e come trarne profitto

Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Google+

La pubblicità su Instagram è diventata uno degli strumenti più importanti ed efficaci nel mondo dell’advertising online, tanto da far concorrenza, per costi e potenzialità di trarne profitto, addirittura agli annunci di Facebook.

In questo articolo capirai perché è così conveniente fare pubblicità su Instagram e troverai dei tutorial che ti guideranno, passo dopo passo, ad applicare le tecniche e le migliori strategie per far sì che gli annunci di Instagram diventino il tuo pane quotidiano e tu riesca a padroneggiarli perfettamente.

Inoltre ci soffermeremo anche sui costi della pubblicità su Instagram e su come strutturare annunci che siano in grado di farti spendere il meno possibilie e, allo stesso tempo, trarre il maggior profitto, in termini di visibilità e di vendite.

Prima di iniziare, se i tuoi obiettivi sono:

  • far crescere velocemente il tuo account
  • costruire una presenza rilevante su Instagram
  • guadagnare denaro con il tuo profilo

ti suggerisco il miglior corso in circolazione su questo argomento: Instagram On Fire

Si tratta di un corso realizzato da Dario Vignali e Stefano Mongardi: i maggiori esperti italiani sulle strategie di crescita e monetizzazione di account Instagram.

A mio avviso è la risorsa più avanzata in Italia sull’argomento e ti consentirà di sfruttare tutte le opportunità legate ad una presenza professionale su Instagram. Sono sempre di più le persone che guadagnano grazie ad Instagram e sempre di più le aziende che cercano collaborazioni con micro-influencers.

Scaricando il report gratuito di Instagram On Fire avrai le prime strategie da utilizzare per muoverti in questa direzione e il link di accesso ad una community di persone che stanno già guadagnando migliaia di euro con Instagram.

Perché fare pubblicità su Instagram

Innanzitutto perché Instagram, nel 2018, in Italia ha qualcosa come 16 milioni di utenti attivi. In pratica è secondo solamente a Facebook e a YouTube e questo significa che il bacino di potenziali utenti a tua disposizione è praticamente infinito, qualunque sia la nicchia nella quale vuoi far crescere il tuo profilo.

utenti instagram italia 2018

Inoltre Instagram ha una differenza fondamentale rispetto a Facebook e Youtube: viene utilizzato solamente da smartphone.

E dove sta il vantaggio?

Te ne faccio presenti 2:

1. le persone tengono costantemente gli occhi attaccati al proprio smartphone, ormai praticamente in qualunque situazione esse si trovino: dai viaggi nei mezzi pubblici, ai momenti di cazzeggio, fino al lavoro, mentre svolgono le loro abituali mansioni.

2. l’attenzione dell’utente, su Instagram, viene totalmente catalizzata dalla feed,mentre si scorre. Non esistono, infatti, colonne laterali o notifiche che spuntano ogni secondo, e questo riduce notevolmente la probabilità di distrazione dell’utente.

Dovresti sapere quanto è importante riuscire ad avere totalmente su di sé l’attenzione degli utenti ed evitare che essi girovaghino o si disperdano all’interno della piattaforma dove navigano (se ti interessa approfondire il tema dell’Instagram Marketing clicca qui).

Infine, dovresti considerare di iniziare ad investire nelle inserzioni su Instagram (Instagram Ads) per i seguenti 4 motivi:

  • chiunque può fare pubblicità su questa piattaforma, a patto che si abbia un profilo business
  • è possibile utilizzare i dati di Facebook per le sponsorizzare su Instagram (Instagram è di proprietà di Facebook)
  • gli annunci appaiono in modo molto simile ai post normali e questo fa sì che siano meno fastidiosi ed evidenti
  • se vuoi diventare famoso su Instagram, aumentare i clic sul tuo sito web (o landing page), generare vendite o incrementare i download del tuo ebook, Instagram Ads può aiutarti a raggiungere un pubblico enorme

Come fare pubblicità su Instagram: le Instagram Ads

In questo paragrafo, andiamo ad analizzare tutte le possibili opzioni che le Instagram Ads ti mettono a disposizione:

  • Inserzioni fotografiche
  • Inserzioni video
  • Annunci di tipo slideshow
  • Annunci con carosello
  • Instagram Stories Ads

instagram ads formato

Prima di partire con ogni formato, ti mostro come creare un’inserzione su Instagram.

Innanzitutto devi recarti in Facebook Business, l’area di Facebook dedicata a chi vuole investire in inserzioni pubblicitarie e cliccare su Crea un Inserzione.

A questo punto ti troverai di fronte a questa schermata, dalla quale devi scegliere un obiettivo:

instagram ads obiettivo

Quale obiettivo scegliere?

Alcuni tra gli obiettivi più utilizzati sono:

  • Traffico: l’algoritmo di Instagram cercherà di mostrare l’inserzione a coloro che sono più propensi a visitare siti web (utile per indirizzare il pubblico sul tuo sito o sulla tua landing page)
  • Interazione: l’annuncio verrà mostrato a coloro che è più probabile creino engagement (like, commenti e repost) con il tuo contenuto
  • Conversioni: se hai un e-commerce o vendi prodotti e servizi online, ti suggerisco di utilizzare questo tipo di obiettivo.

Una volta selezionato l’obiettivo che ti interessa, puoi procedere, nella sezione Inserzione, a dare forma al tuo annuncio su Instagram.

1. Inserzioni fotografiche

Le inserzioni fotografiche, nel feed di Instagram, ti appaiono esattamente così:

inserzioni instagram foto

Ora vediamo come puoi arrivarci anche te 🙂

Innanzitutto, nella sezione Inserzioni, devi scegliere il formato “Immagine singola“, esattamente in questo modo:

pubblicità su instagram foto

Di seguito, dovrai inserire l’immagine che vuoi utilizzare per l’inserzione, prestando attenzione in particolar modo ad un paio di regole semplici, ma fondamentali:

1. l’immagine deve avere poco testo: per scoprire se Facebook accetterà la tua immagine puoi usare lo Strumento per testo sovrapposto, caricare l’immagine e ricevere un giudizio sulla sua compatibilità, ancora prima di pubblicare l’annuncio.

2. presta attenzione alle dimensioni dell’immagine, evitando di utilizzare foto troppo piccole o troppo grandi, rispetto alle misure consigliate

pubblicità su instagram foto 2

Io, per questo esempio, ho selezionato l’obiettivo Traffico, presupponendo che dovessi traghettare i miei follower (in generale, il mio target di pubblico) sul mio sito, al fine di fargli leggere un articolo.

Ovviamente puoi decidere liberamente di utilizzare un altro tipo di obiettivo e configurare la migliore impostazione per quelli che sono i tuoi scopi.

Ultima parte prima della pubblicazione è quella dell’inserimento del copy, dell’url (se invii le persone sul sito) e dell’anteprima.

pubblicità su instagram foto anteprima

Inserisci in Destinazione l’url del sito web, poi scegli il Testo, una Call to action e verifica l’anteprima dell’inserzione sulla colonna di destra, prima di iniziare a fare pubblicità su Instagram.

2. Inserzioni video

inserzioni instagram video

Fare pubblicità su Instagram con i video è un’opzione che mi sento vivamente di consigliarti. Per 2 motivi:

1. il video marketing è superefficace: con i video puoi comunicare più idee e trasmettere più emozioni rispetto ad una semplice foto. I video attirano di più l’attenzione degli utenti perché coinvolgono anche l’udito, oltre alla vista, e questo è decisivo per farli rimanere incollati allo schermo

2. costano meno: dopo aver pubblicato decine e decine di inserzioni, posso dirlo senza timore di essere smentito: le Instagram Ads con i video costano molto meno rispetto a quelle fotografiche, sia da un punto di vista di costo per interazione (ovvero quanto spendi ogni volta che qualcuno guarda il tuo video) sia a livello di conversioni (questo punto è strettamente connesso al precedente: un video è più coinvolgente)

Di conseguenza, non esitare a pubblicare inserzioni con i video. Ti daranno grandi soddisfazioni 😉

A livello di preparazione dell’inserzione, è tutto molto simile alle inserzioni fotografiche, dopo aver scelto il formato corretto, ovvero questo:

inserzioni video

3. Annunci di tipo slideshow o carosello

La differenza principale tra il carosello e lo slideshow è che il primo è una serie di immagini che scorrono, come se fosse una vetrina virtuale. Esattamente così:

inserzioni instagram carosello

Lo slideshow è qualcosa di molto simile, ma è un insieme di immagini o parti di video, che unite insieme, ne creano uno unico.

Questo significa che l’utente non deve scorrere con le dita per visualizzare ogni singola foto, ma gli basterà fare tap su play per far partire lo slideshow.

A livello operativo, non c’è molto di differente da fare, rispetto alle soluzioni precedenti. La differenza principale sta nello scegliere, nella sezione Formato, quello che preferisci tra il carosello e lo slideshow.

Se vuoi avere più informazioni su come creare uno slideshow, ti suggerisco di seguire questa guida, preparata dal blog di Facebook.

4. Pubblicità Instagram Stories

Di recente, Instagram ha anche aperto la possibilità, per gli inserzionisti, di fare pubblicità sulle Instagram Stories.

Le Instagram Stories Ads appaiono tra le storie dei diversi profili, mentre scorri tra i pallini che compaiono in alto, nel momento in cui apri l’app di Instagram (a proposito di App, qui trovi un articolo sulle migliori per Instagram).

Esistono due diversi Formati di annunci per le stories: immagini singole oppure video.

instagram stories pubblicità

Immagine singola: puoi creare fino a 6 annunci differenti, ognuno con un’immagine diversa (il procedimento è identico a quello che abbiamo visto per la creazione delle inserzioni fotografiche)

Video singolo: puoi caricare un video oppure una GIF della durata massima di 15 secondi. Per creare le tue GIF, ti consiglio di utilizzare Giphy, un software online gratuito che ti faciliterà enormemente il lavoro 😉

Anche nel caso dei video, puoi seguire il tutorial che ho preparato, qualche riga più in su, per le sponsorizzazioni su Instagram con formato video.

Quanto costa sponsorizzare su Instagram

Dal momento che gli annunci di Instagram funzionano con lo stesso sistema degli annunci di Facebook, potresti pensare che il costo sulle due piattaforme sia sostanzialmente simile.

Non è esattamente così. I fattori che incidono sul costo delle sponsorizzazioni su Instagram sono:

  • il target di pubblico
  • i posizionamenti dell’offerta
  • il budget da investire
  • l’offerta (automatica o manuale)

Vediamo, di seguito, come ottimizzare ogni singola sezione, in modo tale da ottenere i costi più bassi possibili, in relazione all’obiettivo che desideri raggiungere.

1. Definisci il tuo target di pubblico

Per fare pubblicità su Instagram in modo realmente efficace è necessario definire il tuo target in maniera puntuale.

Cos’è un target?

Possiamo definire il target come il tuo pubblico, ovvero le persone alle quali mostrerai gli annunci pubblicitari. Il target incide fortemente sul costo delle Instagram Ads perché sbagliare target significa rendere praticamente inutile le tue inserzioni.

Tanto per fare un esempio semplice, se vuoi sponsorizzare vestiti per cani devi individuare persone interessate a quel tipo di prodotti. Se ci pensi, non è sufficiente “sparare” l’annuncio su un target di amanti dei cani, perché non è detto che coloro che amano i cani amano anche i vestiti per cani.

Se sbagli target potresti addirittura suscitare fastidio tra le persone che ricevono i tuoi annunci e, oltre a spendere tanto, otterresti risultati poco soddisfacenti in termini di like ricevuti e di commenti positivi.

E’ necessario definire con precisione il tuo pubblico. Una volta eseguita questa operazione, ed incrociata con dei buoni contenuti, il gioco è quasi fatto.

Recati nella sezione Pubblico delle Campagne di Facebook:

quanto costa sponsorizzare su instagram

Questo è un esempio preso direttamente dai nostri annunci, in particolare dalla sponsorizzazione dell’articolo sui migliori 50 libri di crescita personale da leggere nella vita. Il pubblico con cui vogliamo interagire è interessato sia alla crescita personale, che alla lettura.

Anzi direi che, senza lettura, la crescita personale è zoppa di uno dei pilastri che la sorreggono.

Come abbiamo scelto il nostro pubblico?

Inserendo Anthoy Robbins come interesse principale. Poi volevamo che, oltre a Robbins, il nostro target avesse in comune un’altra caratteristica: fosse interessato ad uno degli autori di cui parlavamo nel nostro articolo.

In questo modo siamo riusciti ad abbassare notevolmente il costo delle nostre inserzioni, perché sapevamo che i nostri annunci erano diretti ad un pubblico che avrebbe reagito con interesse allo stimolo ricevuto 🙂

2. Scegli i posizionamenti dell’offerta

Per fare pubblicità su Instagram devi selezionare il posizionamento corretto e, in questo modo, far sì che lo stesso annuncio non venga anche pubblicato su Facebook.

Non sei obbligato a fare pubblicità su un solo social, ma dal momento che questa guida è dedicata alle Instagram Ads, vedremo come si fa ad indirizzare le tue inserzioni solamente su Instagram.

Nella sezione Posizionamenti, devi flaggare solamente le spunte sotto ad Instagram e defleggare quelle su Facebook, Audience Network e Messenger:

instagram ads posizionamento

In questo modo chiedi di ottimizzare gli annunci su una sola piattaforma e puoi lavorare per diminuire al massimo i costi per azione o clic (questo dipende dai tuoi obiettivi).

3. Seleziona il budget

Veniamo al budget. Ti suggerisco di suddividere il budget che vuoi dedicare alle tue campagne pubblicitarie su Instagram in più parti e di effettuare dei test su inserzioni differenti.

In questo modo, sin da subito, potrai renderti conto di quali annunci hanno delle performance migliori e quali sono invece da eliminare.

Nel processo di minimizzazione dei costi di sponsorizzazione, questo è un passaggio fondamentale, e ti consiglio di effettuarlo ad ogni campagna che lanci. E’ vero che all’inizio spenderai qualcosina in più, ma pensa a quanto risparmierai evitando di destinare il tuo denaro ad inserzioni che ti danno scarsi risultati.

budget instagram ads

Come si fa a testare annunci diversi?

Utilizza il tasto Duplica nella sezione “Gruppi di Inserzione“, all’interno della tuo account pubblicitario. Esattamente così:

duplica instagram

In questo modo potrai copiare instantaneamente tutte le impostazioni della campagna e modificare l’inserzione, nell’apposita sezione dedicata (quella che abbiamo visto più in alto, per intenderci).

4. Scegli il tipo di offerta

Ultimo step per rendere efficiente la tua pubblicità su Instagram è dedicato alla scelta dell’offerta.

Cosa significa?

Cercherò di spiegarlo in termini molto semplici. Instagram funziona come una grande asta.

In questa asta non vengono venduti prodotti o servizi fisici, ma degli spazi pubblicitari.

Gli spazi pubblicitari migliori (nel caso di Instagram, il primo post sponsorizzato che compare nel feed) sono i più ambiti e i più costosi, perché sono quelli che ti consentiranno di raggiungere i risultati migliori.

Come si fa ad aggiudicarsi gli spazi pubblicitari migliori?

Si partecipa ad un’asta insieme agli altri inserzionisti interessati a sponsorizzare il proprio profilo e i propri contenuti.

Hai due possibilità di partecipare all’asta:

  • decidi che sia Instagram a stabilire il prezzo con il quale partecipi (offerta automatica)
  • sei tu a stabilire il prezzo che sei disposto a pagare per accaparrarti le migliori posizioni (offerta manuale)

Quello che ho appena detto lo trovi nella sezione “Ottimizzazione e Pubblicazione“:

budget pubblicità su instagram

Nell’esempio qui sopra ho impostato un’offerta manuale di 1,50 euro.

Questo significa che per ogni clic o azione che ricevo sul mio post sponsorizzato dovrò pagare 1,50 euro?

Assolutamente no! Altrimenti spenderei una fortuna senza ottenere granchè (per 10 clic dovrei pagare 15 euro).

Ciò che accade quando utilizzi un’offerta manuale è che, praticamente sempre, ti trovi a spendere addirittura meno di quanto pagheresti con l’offerta automatica.

Questo perché Instagram stila un ranking di quanto sono disposti a pagare gli inserzionisti e poi assegna gli spazi pubblicitari di conseguenza. Se decidi di inserire l’offerta automatica, Instagram deciderà per te e non ti metterà mai al primo posto di questa ideale classifica.

Con un po’ di esperienza, e di analisi dei risultati, sarai in grado di scegliere l’offerta manuale più economica, in relazione al tuo target e all’efficacia dei tuoi annunci.

La pubblicità su Instagram è un mezzo poco costoso ed incredibilmente potente e, in questa fase congiunturale della pubblicità online, è un mezzo che dovresti prendere in seria considerazione, e che ti permetterà di ottenere risultati grandiosi.

Come ultimo suggerimento, non posso far altro che consigliarti di scaricare il report gratuito preparato da Dario Vignali e Stefano Mongardi, che ti aiuterà a mettere in pratica le prime strategie per trasformare il tuo account Instagram in un vero e proprio lavoro.

Ti segnalo, di seguito, altri articoli di approfondimento che potrebbero interessarti:

  1. Aumentare follower Instagram: 8 trucchi discutibili
  2. Shoutout Instagram: cosa sono, dove venderli e acquistarli
  3. Guadagnare con Instagram: 9 strategie per fare soldi
  4. Come avere tanti like su Instagram
  5. Come avere tanti seguaci in 15 step

Se hai trovato utile questo articolo dedicato alla pubblicità su Instagram, ti chiedo di dargli una valutazione di 5 stelle, e di seguire Carica Vincente sul blog, ma anche su Facebook e su Instagram.

Come fare pubblicità su Instagram: quanto costa e come trarne profitto
voto 4.9 (su 16 totali)

Ciao! Mi chiamo Lorenzo e sono co-fondatore di Carica Vincente. Nella vita mi occupo di web marketing e sviluppo di carriera, e mi appassionano l’economia ed il business a 360 gradi. Se vuoi una consulenza, sentiti libero/a di inviarmi una mail o scrivimi su LinkedIn 😉

Articoli correlati

Lascia un commento