Come ritrovare la motivazione dopo un momento difficile

ritrovare la motivazione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Come ritrovare la motivazione dopo un momento di difficoltà? Come riuscire a rialzarsi da una sconfitta, riprendendosi al meglio senza cadere in una sorta di depressione?

Queste sono domande molto interessanti per coloro che intendono raggiungere i loro obiettivi nella vita. Ogni volta che ne fissi uno, decidi di intraprendere un percorso che bene o male presenterà lungo il cammino degli ostacoli.

Ti capiterà inevitabilmente di subire delle sconfitte e di incontrare dei momenti difficili. Ma aver perso una delle battaglie non significa perdere l’intera guerra. Come diceva Nelson Mandela:

Non giudicatemi per i miei successi, ma per tutte quelle volte che sono caduto e sono riuscito a rialzarmi

ritrovare la motivazione

Se ti senti frustrato in questo momento di difficoltà ti capisco perfettamente. Anche io ci sono passato e continuo ad incontrare spesso dei contrattempi che mi rallentano lungo il percorso verso i miei obiettivi.

Ma c’è una cosa che devi capire fin da ora. Si tratta di un fatto completamente naturale. Il fallimento è parte del successo. Per riuscire in un’impresa dovrai mettere in conto che prima o poi ti accadrà di fallire.
Ma questo comunque non vuol dire dover rinunciare.

Il fallimento è il successo in divenire – Albert Einstein

Le persone che ce l’hanno fatta nella vita sono state capaci di ritrovare la motivazione necessaria ad andare avanti con più forza di prima. Cosa avevano in comune questi individui?

Lo scoprirai proprio in questo articolo. Ma prima ancora di andare avanti, ti consiglio di fare questo test per scoprire quanto sei motivato!

Scopri quanto sei motivato!

Se poi vorrai approfondire l’argomento, ti consiglio di leggere il mio ebook Ultramotivazione, che trovi a questo link. All’interno del manuale vengono spiegati i segreti per rilasciare il tuo vero potenziale e realizzare qualunque obiettivo tu decida di porti nella tua vita, riuscendo a superare con maestria anche i momenti più difficili.

  • Capisci come funziona la motivazione
  • Fissa e raggiungi i tutti i tuoi obiettivi
  • Assumi un mindset di successo
  • Vinci definitivamente la procrastinazione
  • Scopri i segreti dell’ultramotivazione

Come ritrovare la motivazione: la skill di cui hai bisogno

Questa trattazione su come ritrovare la motivazione dopo una sconfitta non poteva non trattare una tra le abilità più importanti per perseverare. Il percorso verso il successo, infatti, è disseminato di difficoltà, di ostacoli, di problematiche e di tutte le tipologie di inghippi che ti possono venire in mente.

Per quanto tu possa essere bravo nel prevenire l’accadere di determinati eventi, inevitabilmente ti succederà prima o poi di avere qualche imprevisto, ed una situazione che all’inizio poteva sembrare promettente in un baleno si può tradurre in una bella gatta da pelare.

Subirai delle sconfitte, ma una delle abilità fondamentali delle persone di successo è proprio quella di accettare gli schiaffi della vita, attenuarne gli effetti ed imparare dagli errori, tornando alla carica più determinate di prima.

Ebbene, questa abilità si chiama resilienza. Te ne parla lo stesso Silvester Stallone nel film Rocky Balboa, nel discorso al proprio figlio:

Né io, né tu, nessuno può colpire duro come fa la vita, perciò andando avanti non è importante come colpisci, l’importante è come sai resistere ai colpi, come incassi e se finisci al tappeto hai la forza di rialzarti. . . così sei un vincente!

come ritrovare la motivazione

La resilienza è proprio questo. Si tratta di una delle poche armi che hai a disposizione per non arrenderti quando arrivano le difficoltà, permettendoti di non mollare e di andare avanti.

Di cosa hai bisogno per essere una persona resiliente?

Devi innanzitutto avere chiaro in mente dove vuoi arrivare nella vita, qual è la tua visione e quali obiettivi vuoi raggiungere. Devi visualizzare i benefici che avrai ottenuto una volta arrivato alla tua meta, come ti sentirai e quali emozioni proverai.

Queste sensazioni canalizzeranno le tue energie ed i tuoi pensieri in maniera positiva, permettendoti di mantenere alta la tua motivazione anche nei momenti più difficili.

Ricorda che per motivazione non si intende altro che i motivi che ti spingono ad agire.

Tre sono le caratteristiche più evidenti delle persone resilienti:

  • Sfida: le persone resilienti considerano le difficoltà che incontrano lungo il percorso come delle occasioni per mettere alla prova le loro abilità. Non rinunciano ad uscire dalla loro zona di confort, sfidando i propri limiti e migliorando di conseguenza;
  • Dedizione: le persone resilienti danno il massimo per raggiungere i loro obiettivi. Non si risparmiano, percepiscono l’importanza di ogni azione quotidiana in un’ottica più ampia e per questo hanno una profonda motivazione ad agire;
  • Direzione: le persone resilienti decidono di agire concentrando gli sforzi in quegli ambiti che possono controllare, o perlomeno influenzare. Considerano i problemi che sopraggiungono come naturali e perciò non reagiscono emozionalmente quanto questi arrivano.

Ritrovare la motivazione dopo una sconfitta: 3 fasi

Entriamo nel dettaglio della trattazione ed analizziamo in che modo si possa reagire ad una situazione difficile ed effettivamente ritrovare la motivazione dopo una sconfitta.

Per far questo ci sono tre fasi principali che dovrai attraversare, ognuna della quali ha un preciso scopo. Vediamole una ad una.

come ritrovare la motivazione

1. Cambia la tua prospettiva

Il primo passo per rialzarsi da una sconfitta e ritrovare la motivazione ad agire consiste nel cambiare la prospettiva con cui si vedono i problemi in questo momento di difficoltà.

Innanzitutto, dovrai assumerti la responsabilità di prendere in mano la situazione e di rimettere le cose a posto. Ma cosa intendo esattamente per cambiare la tua prospettiva?

Significa semplicemente guardare alle tue problematiche attuali da un altro punto di vista. Molto spesso diamo la colpa agli altri se le cose non vanno bene. Si sentono dire spesso frasi di questo tipo:

Ah il mio capo è davvero un poco di buono” (per non dire di peggio).” Oppure: “Si tratta di questo governo che rende la vita impossibile.” Oppure ancora: “Il mio amico si è comportato terribilmente.

Ora, prova per una volta a ritenerti la causa delle cose che non vanno bene…

come ritrovare la motivazione

Troppo spesso si tende, infatti, ad addossare le proprie colpe a cause esterne. Ora, non dico che non accade mai che ci siano dei fattori che non dipendono da te, ma di frequente c’è una buona dose di colpa anche da parte tua.

Ma, a prescindere dal fatto che la colpa sia tua o meno, tu solo puoi decidere di rimettere le cose a posto. Ricorda: sei il solo responsabile del tuo successo.

Cambiare prospettiva significa anche distaccarsi emotivamente da quello che non va: osserva il tuo problema da un punto di vista più oggettivo, evitando di tirare in causa dei sentimenti negativi.

2. Riprendi il controllo della situazione

Il passo successivo consiste nell’analizzare il problema che hai in questo momento e di cercare di riprendere le redini necessarie a controllare la situazione in cui ti trovi.

Puoi porti a tal proposito domande di questo tipo:

  • Quali parti del problema posso controllare?
  • Quali elementi potrei potenzialmente influenzare?
  • A chi potrei chiedere aiuto per controllare e/o influenzare un determinato fattore del problema?

Dovrai in tal senso andare alla ricerca, sia internamente che esternamente, di validi mezzi che ti permettano di cambiare il correre degli eventi che in questo momento non vanno come vorresti.

Nel corso di questa ricerca, gradualmente ti avvicinerai ad una possibile soluzione del problema. Fatti queste domande:

  • La situazione in cui mi trovo era inevitabile?
  • Qual è stata la causa scatenante del problema?
  • Qual è stato il mio contributo?
  • Quali mezzi ho a disposizione per contenere il problema ed i suoi effetti?
  • Come uscire da questa situazione e con quali risultati?
  • Quali soluzioni mi vengono in mente?
  • Qual è la sequenza di passaggi da adottare?

Nota che in questa seconda fase non è tanto importante scegliere la soluzione migliore al problema, quanto rimettersi in movimento, evitando il prolungarsi di una situazione di stallo e di difficoltà. In altre parole, si tratta di rimettere in moto le tue abilità di problem solving e di lavorare attivamente sul problema.

3. Scegli una strategia e riparti all’azione

Una volta che avrai individuato la soluzione al problema, quella che ti sembra migliore, dovrai formulare un piano d’azione e ripartire all’attacco, tentando di uscire da questo momento difficile.

Anche se la soluzione che hai scelto non fosse quella ottimale, l’importante in questo caso è riprendere ad agire. Con il tempo, a forza di tentativi, avrai modo di aggiustare il tiro.

Ci tengo a ribadire che, per ottenere risultati di questo tipo, riuscendo a sorpassare gli ostacoli e le difficoltà incontrate lungo il percorso, è necessario che tu sia fortemente motivato. Trovi maggiori informazioni su come essere motivati in questo articolo.

Qualora fossi interessato ad approfondire l’argomento, nel mio ebook Ultramotivazione ti fornisco queste e molte altre importanti informazioni. Lo trovi a questo link.

  • Capisci come funziona la motivazione
  • Fissa e raggiungi i tutti i tuoi obiettivi
  • Assumi un mindset di successo
  • Vinci definitivamente la procrastinazione
  • Scopri i segreti dell’ultramotivazione

Inoltre, per altri contenuti in tema ti consiglio di consultare la categoria motivazione del nostro blog Carica Vincente.

Non dimenticarti di seguirci anche sulle nostre pagine Facebook e Instagram, dove ogni giorno vengono pubblicate nuove frasi motivazionali e i nostri nuovi articoli!

Andrea
Andrea
Ciao! Mi chiamo Andrea e sono co-fondatore del progetto Carica Vincente. Mi piace occuparmi di molte cose differenti nella vita, in particolare sono appassionato e grande sostenitore del miglioramento continuo e della crescita personale. Sono autore degli e-book Ultramotivazione e Produttività Zen.

Leggi anche:

Lascia un commento