Scrivere all’ex per sapere come sta: è giusto o sbagliato?

Alessandro è esperto di relazioni di coppia, dinamiche sociali e crescita personale. Co-fondatore di Carica Vincente, scrive sul blog da più di 7 anni. È anche autore di numerosi bestseller, tra cui Il Codice Della Riconquista, Ricominciare e L’Antidoto Al Narcisista.

É giusto scrivere all’ex per sapere come sta?

In un mondo dove la fine di una relazione non segna sempre la fine dei sentimenti o della curiosità, sono davvero in molti a porsi questa domanda.

Scrivere all’ex, che sia per un saluto casuale o per un interesse genuino nei suoi confronti, è una mossa che comporta numerose implicazioni e può influenzare in maniera importante l’equilibrio della guarigione post-rottura, sia per te che per l’ex.

Nel presente articolo ci addentreremo nelle sfumature di questa scelta, esaminando le diverse situazioni in cui potresti trovarti: sei stato tu a lasciare o sei stato lasciato/a? Ogni scenario, infatti, ha le sue particolarità e richiede una riflessione profonda.

Prima di iniziare a leggere, però, ti invito ad eseguire un rapido test online per scoprire quante sono le tue probabilità di tornare con l’ex. Clicca sul bottone qui sotto e scopri se hai più del 50% di probabilità di riconquista!

Quante sono le tue reali probabilità di riconquista?

Scrivere all’ex per sapere come sta: le emozioni in gioco

Quando si tratta di scrivere all’ex ci troviamo davanti a un bivio emotivo carico di significati e conseguenze. La tentazione, che emerge spesso nei momenti più delicati, è radicata in una serie di emozioni tanto profonde quanto contraddittorie.

Questa persona ha fatto parte della tua routine quotidiana per diverso tempo. C’erano messaggi, chiamate, aggiornamenti costanti che tenevano in vita il legame. E ora? Un silenzio che pesa, un vuoto che si fa sentire ogni giorno.

In questo vuoto, la mente inizia a vagare, a domandarsi: “Come starà? Cosa farà? Sarà felice?“. Tali domande, in apparenza innocue, sono cariche di nostalgia e di un desiderio inespresso di riconnettersi, anche se solo per un istante.

scrivere all'ex

La forza dell’abitudine, quindi, gioca un ruolo non indifferente in questa tentazione. Ci si abitua alla presenza di qualcuno nella propria vita, e la sua assenza crea uno squilibrio, una sorta di “sindrome da astinenza emotiva”.

Nostalgia e curiosità si mescolano a sentimenti più complessi come il dolore della perdita, il dubbio e, in alcuni casi, anche la gelosia. Quest’ultima può essere particolarmente insidiosa, poiché può spingere a cercare informazioni non tanto per un genuino interesse verso l’altro, ma per placare le proprie insicurezze.

In ogni caso, scrivere all’ex per sapere come sta è un’azione che merita una riflessione profonda. È importante considerare non solo le proprie emozioni, ma anche quelle dell’altra persona e le possibili ripercussioni di questo gesto.

É giusto scrivere all’ex?

La domanda “è giusto scrivere all’ex per sapere come sta?” non ammette una risposta univoca. Questa azione, carica di significati nascosti e possibili implicazioni, varia a seconda delle circostanze e a seconda di chi ha concluso la relazione.

Analizziamo di seguito i due casi distinti.

1. Se sei stato tu a lasciare

Quando sei stato/a tu a lasciare, la decisione di scrivere all’ex per sapere come sta può essere intrisa di emotività. In questa situazione, è fondamentale interrogarsi sulle vere motivazioni che ti spingono a prendere il telefono o a scrivere quel messaggio.

È un gesto di genuina preoccupazione per il suo benessere? O nasconde il bisogno di placare un senso di colpa, o peggio ancora la volontà di mantenere una forma di controllo nella sua vita?

è giusto scrivere all'ex

Tieni conto che la tua iniziativa potrebbe risultare ambigua ed incoerente agli occhi dell’ex. Il tuo messaggio potrebbe essere letto come un segnale di indecisione, e spingerlo a pensare: perché mi lascia e poi continua a cercarmi?

Se sei ancora sicuro/a della tua decisione di chiudere la relazione, in questa fase ti consiglio di evitare messaggi, anche solo per chiedere all’ex come sta.

In particolar modo, se la rottura è stata improvvisa, dolorosa o causata da un tradimento, potrebbe essere più saggio e rispettoso mantenere la distanza. Anche perché, in questo scenario, probabilmente l’ex non vorrà neppure risponderti.

In futuro, quando entrambi avrete superato le emozioni negative legate alla rottura, potrete finalmente tornare a sentirvi senza problemi.

2. Se sei stato lasciato

Nel caso in cui tu sia stato/a lasciato/a, scrivere all’ex per sapere come sta si carica di ulteriori sfumature emotive. Qui, il desiderio di inviare quel messaggio può nascere soprattutto dalla forte nostalgia, e dalla speranza di riuscire a riconquistare l’ex.

Tuttavia, essere insistenti o anche solo premurosi nei confronti di una persona che ti ha lasciato, non è mai una strategia di riconciliazione efficace. Con questo atteggiamento rischi solo di perdere del tutto la tua dignità, senza ottenere alcun risultato.

Scrivere all’ex per sapere come sta, può farti sentire meglio nell’immediato. Tuttavia, non è la cosa giusta da fare per il tuo benessere emotivo di lungo periodo, indipendentemente dal fatto che tu voglia o meno recuperare la relazione perduta.

La strategia migliore è quella di applicare il cosiddetto principio del nessun contatto, che ti aiuterà a recuperare la tua indipendenza emotiva e anche a far sentire la tua mancanza all’ex.

In un secondo momento, quando ti sentirai meglio, potrai iniziare ad applicare una strategia di riconquista, come spiegato all’interno del manuale Il Codice Della Riconquista.

Il Codice Della Riconquista è il Il metodo che ha già aiutato oltre 10.000 uomini e donne a riconquistare l’ex partner dopo una rottura. Segui il metodo step-by-step e torna ad abbracciare l’amore della tua vita in meno di 30 giorni!

Scrivere all’ex solo per sapere come sta: conclusioni

Dopo aver esplorato le emozioni ed i casi che si celano dietro l’idea di scrivere all’ex per sapere come sta, è giusto essere onesti con se stessi e capire se ciò che si desidera realmente è dare una seconda possibilità alla relazione.

Se vuoi riconquistare un ex che ti ha lasciato, non puoi lasciarti trasportare dalle emozioni del momento. Devi invece seguire un percorso di riconquista ben studiato, che ti aiuti a risolvere i vostri problemi di coppia e a riaccendere la scintilla.

La pazienza, come abbiamo visto, è fondamentale: non si può affrettare il processo di riconciliazione. È un percorso che richiede tempo, durante il quale si riflette sulla relazione passata, sulle proprie azioni e sulla crescita personale.

Seguire la strategia del no contact è essenziale per permettere sia a te che a lui/lei di elaborare la separazione e di evolvere individualmente. Se non c’è il distacco dopo la separazione, non può esserci la riconciliazione.

Al momento giusto, però, sarà altrettanto importante rompere il silenzio con un messaggio originale e ben pensato, che possa dimostrare la tua maturità e la nuova prospettiva acquisita. In questo modo, l’ex sarà più propenso/a a risponderti.

Insomma, come avrai capito, scrivere all’ex solo per sapere come sta, non è sufficiente, e anzi può risultare controproducente.

Se vuoi davvero tornare a stringere tra le tue braccia la persona che ami, ti consiglio di leggere il manuale “Il Codice della Riconquista“. Si tratta di uno strumento prezioso, dettagliato e ricco di spunti e suggerimenti per affrontare questo percorso di riconciliazione nel migliore dei modi.

>> Lo trovi qui in offerta speciale <<

Il Codice Della Riconquista è il Il metodo che ha già aiutato oltre 10.000 uomini e donne a riconquistare l’ex partner dopo una rottura. Segui il metodo step-by-step e torna ad abbracciare l’amore della tua vita in meno di 30 giorni!

Leggi anche:

Lascia un commento