Se dopo un mese non torna: significato e cosa fare

Alessandro è esperto di relazioni di coppia, dinamiche sociali e crescita personale. Co-fondatore di Carica Vincente, scrive sul blog da più di 7 anni. È anche autore di numerosi bestseller, tra cui Il Codice Della Riconquista, Ricominciare e L’Antidoto Al Narcisista.

Che significa se dopo un mese non torna? E soprattutto, cosa fare per riconquistarlo/a?

La fine di una relazione è un’esperienza emotivamente intensa, e comprendere i motivi dietro il mancato ritorno dell’ex partner può aiutare a ottenere una migliore prospettiva e a prendere decisioni consapevoli per il tuo benessere emotivo.

Se dopo un mese lui/lei non è tornato, infatti, potresti sentirti preso/a da un mix di paura, confusione e incertezza. In particolare, potresti ritrovarti a chiederti perché non sia tornato/a, cosa significa questa sua assenza e, soprattutto, come agire.

Beh, in questo caso sono felice di dirti che stai per trovare le risposte a ogni tuo dubbio. Nell’articolo di oggi, infatti, esploreremo il significato di questo suo mancato ritorno e forniremo alcune possibili strategie su cosa fare in tale circostanza.

Prima di iniziare, però, ti invito a prenderti 2 minuti per effettuare un rapido test, che ti aiuterà a scoprire quali sono le tue reali probabilità di riuscire a riconquistare il tuo partner:

Quante sono le tue reali probabilità di riconquista?

Cosa significa se dopo un mese non torna?

Prima di capire come affrontare questa situazione, ovvero cosa è giusto fare quando lui/lei non è tornato/a dopo un mese dalla fine della relazione, è importante rispondere a ad un’altra domanda: che cosa significa questo suo non ritorno?

È normale? Succede spesso? È un brutto segno? Affrontare l’attesa in questa situazione può essere complicato, poiché non esiste una risposta definitiva o universale. Ogni relazione è unica, così come le dinamiche del post-rottura.

Difatti, non c’è una vera e propria tempistica prestabilita che indica quanto tempo dovrebbe trascorrere prima che un ex partner torni o si riavvicini. Alcune persone possono farlo dopo pochi giorni, mentre altre potrebbero metterci diversi mesi.

Ognuno elabora una separazione a proprio modo, e ciò dipende dalla sua personalità, dall’emotività e dalla relazione stessa. Tuttavia, possono esserci molteplici motivazioni per cui il tuo ex partner non è tornato dopo un mese dalla fine del rapporto:

  • Hai continuato a cercarlo/a
  • É ancora indeciso/a sul da farsi
  • É orgoglioso/a e non vuole fare il primo passo
  • Ha bisogno di più tempo per superare il rancore e le ferite emotive
  • Sta frequentando una nuova persona

Chiaramente, è possibile che la causa sia una singola in particolare, così come invece è possibile che sia una combinazione di più cause insieme. In ogni caso, come scoprirai qui sotto, le strategie da applicare rimangono le medesime.

Se dopo un mese non torna: cosa fare

Dopo aver analizzato le possibili cause del suo non-ritorno possiamo passare allo step successivo, quello in cui capire come comportarsi. Anche in questo caso, non c’è una risposta universale, ma esistono alcune opzioni che ti invito a considerare.

Innanzitutto, potresti valutare l’opportunità di prolungare il periodo di no contact. Questo significa mantenere una distanza emotiva e fisica dall’ex partner, consentendo a entrambi di riflettere sulle vostre emozioni e di elaborare la fine della relazione.

A volte infatti, è necessario più tempo per guadagnare una prospettiva chiara sulla situazione e sui propri sentimenti. Lasciargli/le più spazio e tempo non può che essere benefico nell’obiettivo di prendere una decisione importante.

dopo un mese non torna

Se invece senti che è il momento giusto, potresti anche prendere tu l’iniziativa. Tuttavia, è importante farlo in modo non invadente, rispettoso e leggero.

Ad esempio, potresti inviare un messaggio soft che dimostri interesse sincero per il suo benessere o che faccia riferimento a un ricordo positivo condiviso.

L’obiettivo? Non certo quello di riconquistarlo/a con un messaggio, bensì quello di creare un’atmosfera amichevole e senza pressioni. Ecco un esempio dal quale prendere spunto:

“Ciao Marta, come stai? Spero tutto bene! Ieri sono passato davanti a Nagai, il ristorante di sushi dove abbiamo fatto decine e decine di abbuffate, e mi sono ritrovato a sorridere ripensandoci. Ma ti dirò, ne ha aperto un altro che ho già provato e che secondo me ti piacerebbe ancora di più! Tu che mi racconti? Spero che tutto stia procedendo alla grande!”

Come vedi, è un approccio molto tranquillo e privo di qualsiasi pressione. Tuttavia, ricorda che ogni situazione è unica; pertanto è importante capire quale sia la cosa migliore da fare in base alle circostanze in cui ti trovi con il tuo ex.

Ecco perché, prima di commettere un passo falso, ti invito ad approfondire tutte le strategie, le tecniche e gli approcci migliori leggendo l’ebook “Il Codice Della Riconquista“, il manuale più completo che abbiamo in Italia sul tema della riconquista.

Questo non è un semplice libro, bensì uno strumento efficace in grado di offrire risorse specifiche e approfondimenti sulle dinamiche delle relazioni, aiutandoti a sviluppare strategie efficaci per riconquistare la persona amata.

>> Lo trovi qui in offerta speciale <<

Il Codice Della Riconquista è il Il metodo che ha già aiutato oltre 10.000 uomini e donne a riconquistare l’ex partner dopo una rottura. Segui il metodo step-by-step e torna ad abbracciare l’amore della tua vita in meno di 30 giorni!

Leggi anche:

Lascia un commento