Come uscire dalla zona di comfort: passa al livello successivo!

/ /

Come uscire dalla zona di comfort?

In un mondo in cui la concorrenza si fa sempre più spietata ed in cui i ritmi sono in continua accelerazione, coloro che sono disposti a prendere rischi, ad uscire dalla zona di comfort (o comfort zone) e a porsi in uno stato di ansietà derivante dall’incertezza, saranno quelli che otterranno i benefici più grandi per la propria autostima.

In questo articolo, dopo una breve introduzione in cui sarà descritto il concetto di zona di comfort, ti verranno spiegati i benefici derivanti dall’uscirne. Ti fornirò inoltre degli esercizi che potrai fare per allargare enormemente la tua zona di comfort.

Zona di comfort: cos’è?

uscire dalla zona di comfort.

In parole povere, la zona di comfort è uno spazio comportamentale dove le tue attività e le tue azioni seguono un percorso che minimizza lo stress ed il rischio.

Questa regione ti fornisce uno stato di sicurezza mentale. Ne trai beneficio in maniere ovvie: felicità regolare, basso livello di ansia e ridotto stress.

In generale la zona di comfort riflette la tua immagine e come tu pensi e ti aspetti che le cose siano.

Quando sei in una situazione non confortevole, oppure in una che non rispecchia le tue aspettative, di solito fai tutto quello che puoi per restaurare il tuo stato di comfort.

Per molte persone, anche se infelici o non realizzate, la naturale inclinazione è quella di stare all’interno della zona di comfort. Questo semplicemente perché la zona di comfort è familiare e sicura.

Molti rimangono in lavori, relazioni e situazioni che da tempo hanno perso la loro rilevanza solo perché hanno paura di affrontare cose nuove e non conosciute.

La verità è che la sicurezza non va cercata in nessun posto al di fuori di noi; si trova al contrario dentro di noi.

Sfortunatamente, se scegli di rimanere nella tua zona di comfort, non troverai mai quello che è il tuo vero potenziale o quello che sei capace di raggiungere. Nessuno può veramente aver successo in qualsiasi cosa senza che si avventuri al di fuori della comfort zone.

Se, al contrario, scegli di andare oltre le circostanze, le persone e le esperienze con cui sei familiare, ovvero ti muovi fuori dalla tua zona di comfort, intraprenderai un percorso di crescita personale.

Si tratta di un percorso che ti costringe a metterti alla prova, a superare i tuoi limiti e a diventare di più di quello che eri un tempo.

Certamente non devi fare niente di straordinario, all’infuori della tua indole, specialmente se non possiedi un’inclinazione o il desiderio per questo. Infatti è importante che il mettersi alla prova non sia qualcosa di estremo, ma una attività graduale e progressiva.

zona di comfort psicologia

Zona di comfort: psicologia

Da un punto di vista psicologico la zona di comfort è una regione mentale artificiale all’interno della quale si mantiene un senso di sicurezza; contrariamente, al di fuori di questa si prova un senso di grande sconforto.

L’idea di zona di comfort risale ad un esperimento classico nella psicologia. Nel 1908, gli psicologi Robert M. Yerkes e John D. Dodson spiegarono che uno stato di relativo comfort è alla base di un livello stazionario di performance.

Per massimizzare i risultati, tuttavia, hai bisogno di uno stato di relativa ansietà: uno spazio in cui i tuoi livelli di stress sono leggermente più alti della norma.

Questa regione è chiamata di ansia ottimale e si trova giusto al di fuori della tua zona di comfort. Troppa ansia tuttavia causa un livello troppo alto di stress, per cui le tue performance scendono in maniera ingente.

L’idea dell’ansia ottimale non è niente di nuovo. Chiunque si sia mai spinto per raggiungere il livello successivo o per ottenere qualcosa sa che quando veramente ti metti alla prova, puoi ottenere dei risultati eccezionali.

Tuttavia, spingersi in maniera eccessiva può in realtà causare effetti controproducenti, rinforzando in te che l’idea che il mettersi alla prova non sia una cosa buona. Si tratta della tua naturale tendenza a ritornare ad uno stato neutrale e di rilassamento. Da quanto detto e dalla tua esperienza puoi capire perché sia così difficile spingere il tuo cervello al di fuori della zona di comfort.

A dire il vero, la tua zona di comfort non è né una cosa buona né cattiva. E’ uno stato naturale a cui molte persone tendono. Lasciarla significa incrementare rischio e ansietà, fatto che può avere risultati positivi e negativi.

Ma non criticare la tua zona di comfort, considerandola come un qualcosa che ti limita dal raggiungere i risultati ottimali. Ognuno di noi ha in fondo bisogno di uno stato mentale in cui è meno ansioso e stressato, in maniera che possa elaborare i benefici che ha, quando l’abbandona.

uscire dalla zona zona di comfort

Uscire dalla zona di comfort

Di seguito ti indico un elenco di gesti o azioni che puoi fare per uscire dalla tua zona di comfort. Questi sono solo degli esempi, ma potrai trovarne tantissimi altri anche da solo, ragionando su quelli che sono stati fino ad oggi i tuoi limiti, e pensando a dei modi con cui superarli:

1. Rompi una routine o una abitudine che hai avuto per lungo tempo e trova una maniera differente, forse migliore di fare quell’azione.

2. Se sei una persona tipicamente sedentaria, fai una pausa dal leggere o dal computer e trova una attività fisica da fare. Se al contrario sei una persona molto attiva, trova il modo di rilassati, leggere e calmarti.

3. Leggi un libro, guarda un film o ascolta la musica in un modo che non ti è familiare. Se ti piacciono i romanzi criminali prova a leggere una interessante biografia, se ti piacciono i film di azione prova una commedia romantica, se di solito ascolti musica rock prova un po’ di musica jazz.

4. Se sei una persona timida e hai problemi a parlare di fronte al pubblico, unisciti ad un gruppo come Toastmasters International. In queste comunità sei incoraggiato a parlare di fronte agli altri usando tecniche propositive e molto utili. Facendo pratica ti sentirai meno a disagio e più tranquillo.

5. Vai ad un ristorante etnico e prova un piatto differente dalla tua cultura. Stimolerà le tue papille gustative e possibilmente ti aprirà ad una nuova cucina.

6. Prova a fare un’attività di volontariato e renditi conto di quanto sia piacevole aiutare gli altri socializzando con nuove persone.

7. Impara una nuova lingua e partecipa a dei tandem linguistici con persone straniere che non conosci, per fare pratica e superare quel senso di disagio che si prova quando si parla una lingua diversa dalla propria.

Esercizi per uscire dalla zona di comfort

Al contempo ci sono degli esercizi che puoi fare per abituarti ad allargare la tua zona di comfort. Vediamo tre esempi classici, molto celebri nel mondo della crescita personale, che faranno un’enorme differenza nella tua vita se inizierai ad applicarli con regolarità:

Dal dolore al potere

la linea verso la libertà

Il primo passo consiste nel creare un grafico che va dal dolore al potere ed appenderlo su di una parete, in maniera tale da visualizzarlo frequentemente e registrare i progressi.

Per potere possiamo considerare una situazione nella quale si ha la capacità di reagire alle problematiche della vita in maniera libera e sicura. Ciò permette di risolvere facilmente le varie situazioni che si palesano e di raggiungere uno stato di felicità e appagamento.

Per dolore si considera invece una situazione di blocco nella quale non si riesce ad apportare nella propria vita i cambiamenti desiderati. Gli individui che ne sono soggetti utilizzano spesso parole come “ma” e “se” che sono causa del blocco.

Nel diagramma dolore-potere dovrai segnare la posizione in cui pensi di trovarti attualmente. Starà a te giudicare se ti trovi nel mezzo, oppure se ci sono delle situazioni che ti impauriscono oppure ancora se sei una persona sotto controllo. C’è da dire, inoltre, che la condizione di potere completo non è facilmente raggiungibile in quanto nella vita ci sono sempre nuove sfide da affrontare.

Una volta che avrai individutato la tua posizione nel grafico dovrai monitorare l’evoluzione della tua situazione. Ogni volta che intraprenderai un’azione ti chiederai se facendola ti starai spostando nella direzione di potere o meno.

Una cosa molto importante è che si potrebbe fare un grafico per diverse aree della tua vita. Per raggiungere il massimo da sé stessi occorre padroneggiare diversi campi, come ad esempio lavoro, relazioni, casa, corpo.

L’esercizio dei 30 giorni

Questo esercizio è molto interessante e consiste nell’elencare una serie di azioni che ti mettono a disagio oppure un po’ di ansia. Per esempio ne puoi trovare una trentina.

Successivamente quello che si fa è pianificare un mese in cui ogni giorno dovrai eseguire una di queste azioni.

Con questo esercizio in breve tempo espanderai la tua zona di comfort e ti troverai più a tuo agio nel compiere azioni che prima ti mettevano in grande difficoltà.

La vita inizia alla fine della tua zona di comfort (cit. Neale Walsh)

Se vuoi seguire un percorso estremamente efficace per uscire dalla zona di comfort ed aumentare la tua autostima, ti consiglio la guida Sicuro di te in 60 giorni, che raccoglie un insieme di esempi, esercizi ed indicazioni pratiche per aiutarti ad uscire in modo definitivo dalla tua zona di comfort.

È un percorso impegnativo, nel senso che dovrai dedicarci tempo ed energia tutti i giorni, per ben 2 mesi, quindi ti consiglio di intraprenderlo se e solo se sei davvero motivato a stravolgere la tua vita in meglio.

Gli effetti sono straordinari. Puoi scaricare un estratto gratuito della guida, in modo tale da capire se può veramente fare al caso tuo. Lo trovi qui. Consulta anche la recensione per avere maggiori dettagli.

La regola dei 5 secondi

La sostenitrice dei questa tecnica è la scrittrice americana Mel Robbins.

Spesso ci capita di trovarci in situazioni in cui vorremmo compiere un’azione, come ad esempio intervenire in una discussione, o approcciare una persona nuova.

Riflettiamo a lungo prima di compiere quell’azione, iniziamo ad immaginarci tutti i possibili scenari delle reazioni degli altri, comincia a salire in noi l’ansia, fino a quando non ci ritroviamo definitivamente bloccati e decidiamo di non fare nulla.

La regola dei 5 secondi ci dice che dobbiamo agire in meno di 5 secondi, per non dare il tempo al nostro cervello di trovare motivi per non fare ciò che volevamo fare, riportandoci all’interno della nostra zona di comfort.

Benefici dell’uscita dalla comfort zone

Vediamo adesso perché è così importante che tu ti metta alla prova, uscendo dalla tua zona di comfort. Quali sono insomma i grandissimi benefici di cui potrai godere se seguirai i consigli e applicherai gli esercizi sopra descritti.

  • Sarai in grado di fronteggiare più prontamente i problemi della vita

Quando la tua zona di comfort sarà abbastanza estesa e tu sarai abituato a uscire da questa, affrontare i nuovi problemi non sarà più difficile per te. Sarai pronto ad elaborare una strategia per superarli.

  • Sarai meglio equipaggiato per analizzare il mondo che ti sta intorno

Affrontando quotidianamente nuove problematiche, avrai l’esperienza, l’ispirazione e l’illuminazione necessarie per darti una spinta in più nell’analisi di ciò che ti sta intorno.

  • Aumenterai la tua produttività

La gente tende di solito a rimanere nella propria comfort zone ed evitare le sfide. Facendo così la nostra produttività ne risente. E’ solo avendo quel poco di disagio che deriva dall’affrontare scadenze e nuove situazioni che potremmo aumentare la nostra produttività.

  •  Le situazioni nuove e le nuove esperienze non ti spaventeranno più

Con il passare del tempo ti abituerai a fronteggiare il disagio che deriva dall’uscire dalla tua zona di comfort, e riuscirai a spingerti sempre di più al di fuori di essa. Essendo capace di prendere dei rischi calcolati, non avendo paura di provare nuove cose e mettendoti continuamente alla prova, diventa più facile essere aperti a nuove esperienze.

  • Ti sentirai più sicuro di te e percepirai un senso di realizzazione come mai prima

Uscire dalla zona di comfort causa ansia. Tuttavia, quando questo tipo di ansia si mescola con sentimenti di possibile successo, si genera un processo di aumento della sicurezza e del senso di realizzazione.

  • Sarai molto più motivato a raggiungere i tuoi obiettivi

Il cambiamento porta novità e la novità stimola chimicamente il tuo cervello facendoti sentire felice e motivato a raggiungere di più.

  • Allargherai i tuoi orizzonti a livelli inimmaginabili

Quando avrai iniziato a metterti alla prova, inizierai ad esplorare e scoprire sempre più cose nuove. Pensa quanto potrà diventare straordinaria la tua vita, quante persone e situazioni inimmaginabili riuscirai ad attrarre e a vivere. Tutto questo aumenterà enormemente la tua felicità.

  • Invecchierai come il vino

Naturalmente, col progredire dell’età la nostra zona di comfort tende a restringersi: in sostanza più invecchiamo più siamo disposti a rischiare di meno e non vogliamo in generale provare cose nuove. I limiti che ci poniamo diventano sempre più rigidi col passare del tempo, e per questo finiamo con il vivere una vita molto statica.

Se invece ti sarai abituato a mettere costantemente in discussione i tuoi limiti, il processo di espansione non si fermerà, e anche quando sarai più avanti con l’età potrai essere una persona molto dinamica pronta a trovare nuove soluzioni e a cimentarsi in cose nuove.

Insomma potrai migliorare con l’età, proprio come il vino.

Conclusioni

In conclusione, con questo articolo ti ho spiegato nel modo più semplice possibile cos’è la zona di comfort e cosa puoi fare per uscire dalla stessa.

Se sei davvero determinato ad uscire dalla zona di comfort e cambiare la tua vita ti invito a seguire il percorso indicato nell’ebook Sicuro di te in 60 giorni.

Ha già aiutato tante persone a superare i propri limiti e ad iniziare a vivere una vita totalmente nuova. Sono sicuro che potrà essere utile anche a te. Scarica l’estratto gratuito!

Mi auguro che questo articolo ti sia stato d’aiuto, e possa esserti di ispirazione per portare avanti il tuo percorso di crescita personale. Scrivi nei commenti se ci sono altre strategie che utilizzi per uscire dalla zona di comfort!

Per altri contenuti analoghi, ti invito a visituare la sezione Autostima del nostro blog Carica Vincente.

A presto 🙂

Come uscire dalla zona di comfort: passa al livello successivo!
voto 5 (su 19 totali)

Articoli correlati

Ciao! Mi chiamo Andrea e sono co-fondatore del progetto Carica Vincente. Mi piace occuparmi di molte cose differenti nella vita, in particolare sono appassionato e grande sostenitore del miglioramento continuo e della crescita personale.

Un commento su “Come uscire dalla zona di comfort: passa al livello successivo!

Lascia un commento